Mobilità 2017/2018 - Scelta sede di attuale incarico triennale

Descrizione:

RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO AVVERSO QUANTO PREVISTO DAL CCNI MOBILITA' 2017/2018 CHE NON CONSENTE AL DOCENTE TITOLARE SU AMBITO E CON INCARITO TRIENNALE IN UN ISTITUTO, DI INSERIRE LA SEDE DI ATTUALE SERVIZIO PER OTTENERE IL DEFINITIVO TRASFERIMENTO SU SCUOLA. 

Requisiti:

Personale docente di ruolo assegnato su Ambito e con incarico triennale su sede che partecipa alle procedure di Mobilità 2017/2018 e che intenda inserire tra le 5 scuole la sede di attuale incarico triennale.

Per ricorrere, è necessario presentare domanda di trasferimento, indicando esplicitamente la sede di attuale incarico triennale ai fini del trasferimento attraverso la produzione di un modello aggiuntivo predisposto da Anief.

ISTRUZIONI PER CHI RICHIEDE LA SEDE DI ATTUALE INCARICO TRIENNALE COME UNICO MOVIMENTO 2017/2018 (e NON intende effettuare alcun tipo di ulteriore trasferimento/passaggio di ruolo o di cattedra).

Considerato che la piattaforma telematica ministeriale IstanzeOnLine impedisce la scelta delle sede di attuale incarico triennale, è necessario utilizzare il modello cartaceo per il proprio ordine/grado scolastico, reperibile CLICCANDO QUI. Il modello deve essere compilato e inviato, corredato dell'Allegato D e delle ulteriori dichiarazioni personali reperibili nel file zip predisposto da ANIEF, per raccomandata A/R all'Ambito Territoriale della provincia di attuale titolarità e, per conoscenza, alla scuola di servizio, entro e non oltre il 6 maggio 2017.

N.B.: il modello cartaceo deve essere utilizzato esclusivamente dal personale docente assegnato su ambito e con incarico triennale nella scuola in cui vorrebbe ottenere il trasferimento definitivo che non richiede alcun altro tipo di movimento (trasferimento/passaggio di ruolo o di cattedra). Per nessuna ragione deve essere utilizzato dal personale docente che intende effettuare altra operazione di trasferimento consentita dal MIUR (che dovrà invece utilizzare i moduli telematici disponibili su IstanzeOnLine) pena l'inammissibilità della domanda. NON sarà possibile aderire al ricorso se non si è inviato alle Amministrazioni competenti entro il 6 maggio 2017 il modello cartaceo di partecipazione alle operazioni di mobilità.

ISTRUZIONI OPERATIVE PER CHI DEVE COMUNQUE COMPILARE IL MODELLO ONLINE PER EFFETTUARE ULTERIORI OPERAZIONI DI TRASFERIMENTO/PASSAGGIO DI RUOLO O DI CATTEDRA E INTENDE ANCHE AVVALERSI DELLA FACOLTA' DI INSERIRE LA PROPRIA SEDE DI INCARICO TRIENNALE TRA LE 5 SCUOLE ESPRIMIBILI

Il personale che vuole comunque effettuare ulteriori operazioni di mobilità (trasferimento/passaggio di ruolo o di cattedra anche indicando altre sedi oltre all'attuale sede di incarico triennale) deve necessariamente correttamente compilare il modello online. Una volta espletata la procedura di compilazione del modello online per ottenere il trasferimento/passaggio di ruolo o di cattedra, avranno cura di caricare come allegato nella domanda di Mobilità 2017, entro il termine del 6 maggio 2017, (o da inviare entro il termine previsto dalla normativa per l'integrazione della domanda già presentata) oltre alla modulistica necessaria ai fini della lavorazione della domanda di mobilità, anche il modello cartaceo predisposto da Anief.

 

Modalità di preadesione:

Per poter preaderire al ricorso è necessario espletare la procedura di iscrizione all'ANIEF. Inoltre è INDISPENSABILE inserire o aggiornare la sede di servizio attuale nello STORICO SCUOLE, all'interno dell'Area riservata del Portale Anief. 

 

NB: si specifica che il ricorso sarà proposto solo ed esclusivamente nel caso in cui nella sede di attuale servizio con incarico triennale sia effettivamente disponibile ai fini del trasferimenti almeno un ulteriore posto oltre a quello attualmente occupato dal docente che richiede il movimento; tale dato sarà desunto all'esito della pubblicazione dei movimenti. In nessun caso il ricorso è da intendersi per ottenere la conferma sull'attuale incarico in assenza di ulteriore posto disponibile nella sede prescelta ai fini dei trasferimenti. 

 

 

Costi di preadesione:

La preadesione al ricorso ha un costo di: 150,00€

Costi e Servizi:

NB:  I ricorsi sono riservati ai soli iscritti ANIEF. Il mancato rinnovo/perfezionamento dell’iscrizione comporta la decadenza della convenzione con il legale e la conseguente cessazione delle tariffe agevolate destinate ai soci ANIEF; in questo caso, il ricorrente potrà continuare l’iter del ricorso, ma il legale assegnato potrà richiedere il pagamento di parcella per la propria prestazione professionale in base alle normali tariffe professionali vigenti.

 

SOLO IN CASO DI ACCOGLIMENTO DEL RICORSO, al ricorrente sarà richiesto il pagamento di una parcella al legale come da specifica convenzione che sarà stipulata all’atto della firma del mandato e che sarà improntata al riconoscimento di condizioni particolarmente vantaggiose per il nostro iscritto. N.B.: in caso di respingimento integrale del ricorso, nulla sarà dovuto dal ricorrente agli avvocati Anief a titolo di compenso per l’attività professionale prestata.
 
Il Contributo Unificato, se dovuto, sarà a carico del ricorrente. 

Casi particolari:

Nota bene:

n caso si voglia partecipare anche al ricorso per la valutazione titoli SSIS, TFA, Sostegno e/o al ricorso per ottenere la valutazione del punteggio relativo al servizio prestato nelle scuole paritarie, risulta necessario compilare gli ulteriori modelli aggiuntivi predisposti dall'ANIEF per ogni singolo ricorso e aderire agli specifici ricorsi reperibili nella categoria ricorsi mobilità.

Pre adesioni aperte.

Effettua il login per aderire, se non sei iscritto puoi farlo al seguente link

Indietro

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie 

  • ATA
  • RSU
  • Seminari