1180-ricorso-ds2

Mentre si attende ancora la fissazione dell’udienza di merito al TAR Lazio per il ricorso contro l’esclusione dal concorso a cattedra DDG 82/2012 dei laureati successivamente all’a.a. 2001/2002 e dei docenti già di ruolo, i giudici amministrativi hanno incredibilmente deciso di rinviare al 2016 quella del ricorso contro la soglia 35/50 alle preselezioni. Anief, pertanto, avvia un’azione per la tutela dei ricorrenti che hanno maturato il diritto all’assegnazione del ruolo. Compila la scheda dati e inviala entro il 5 dicembre 2014 a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

In attesa che il Consiglio di Stato pubblichi la prima sentenza di merito, il TAR Lazio non ha ancora fissato la data dell’udienza per la decisione del ricorso contro l’esclusione dal concorso a cattedra DDG 82/2012 dei laureati successivamente all’a.a. 2001/2002.

Negli scorsi giorni, inoltre, il TAR Lazio – con una decisione tanto inattesa quanto assolutamente non condivisibile – ha disposto il rinvio d'ufficio all’11 febbraio 2016 dell'udienza di merito del ricorso contro la soglia 35/50 alle preselezioni del concorso a cattedra DDG 82/2012.

Preso atto del protrarsi dei tempi per la risoluzione di questi ricorsi e in risposta alle numerose richieste pervenute da parte dei ricorrenti interessati, ANIEF ha deciso di proporre una nuova iniziativa giudiziaria volta all’immediato riconoscimento del diritto all’immissione in ruolo con decorrenza dal 01.09.2014.

Potranno partecipare a tale iniziativa esclusivamente coloro i quali:

- hanno proposto ricorso con ANIEF contro l’esclusione dal concorso a cattedra dei laureati successivamente all’a.a. 2001/2002 e/o contro l’esclusione dal concorso a cattedra dei docenti già in ruolo e/o contro la soglia di 35/50 alle preselezioni;

- hanno superato tutte le prove del concorso a cattedra DDG 82/2012 e sono stati inseriti con riserva nelle graduatorie di merito;

non hanno ottenuto l’immissione in ruolo sebbene si trovino già attualmente collocati in posizione utile nelle graduatorie di merito: e ciò sia nel caso in cui il relativo posto sia stato accantonato in attesa della sentenza, sia nel caso in cui i ricorrenti non siano stati neppure convocati, seppur in posizione utile, in quanto inseriti con riserva (R) nelle suddette graduatorie.

Tutti gli altri ricorrenti (cioè quelli che attualmente non possono rivendicare l’assunzione a tempo indeterminato in quanto il contingente delle assunzioni non ha ancora raggiunto la posizione da essi occupata)potranno aderire a questa iniziativa giudiziaria se e quando, in virtù del prossimo scorrimento della graduatoria, si troveranno in posizione utile per ottenere l’immissione in ruolo.

Si evidenzia come l’eventuale decisione di non aderire a tale ulteriore iniziativa, pur se in possesso dei requisiti sopra indicati, non pregiudica in alcun modo il ricorso al quale si è già aderito.

Lo scopo dell’iniziativa, pertanto, è esclusivamente quello di consentire a chi ne ha titolo di rivendicare il risarcimento dei danni subiti per la tardiva immissione in ruolo.

A tal fine, per i ricorrenti che aderiranno a questa nuova iniziativa, sarà chiesto – con una istanza cautelare d’urgenza - l’immediato scioglimento della riserva ai fini dell’assegnazione del ruolo con decorrenza dal 01.09.2014.

Tutti i ricorrenti che vogliono aderire a questa nuova iniziativa giudiziaria devono scaricare e compilare questa scheda dati e inviarla entro il 5 dicembre 2014 per e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . In risposta all’e-mail, ANIEF invierà – nell’arco di alcune settimane – le indicazioni per presentare il suddetto ricorso.

L’indirizzo e-mail indicato sarà utilizzato esclusivamente per la ricezione delle schede di adesione al nuovo ricorso, pertanto eventuali richieste di chiarimenti o informazioni inviate a tale indirizzo non riceveranno risposta.

Per informazioni o chiarimenti sarà invece possibile rivolgersi alla sede territoriale più vicina o al supporto on line del portale Anief.

La scheda dati da inviare ad Anief

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie