480x150-Gae-2

La volontà di realizzare una sezione sindacale rivolta ai capi d’Istituto è scaturita a seguito della complessità derivante dall’attuazione delle norme indicate nella Legge 107/2015 sulla “Buona scuola”: l’associazione sindacale, su spinta degli stessi dirigenti, ha dunque deciso di scendere in campo con chi organizza e gestisce le scuole, avvalendosi dell’intricata attuazione di norme e innovazioni che possono causare, se mal gestite, notevoli danni all’intera comunità scolastica.

Marcello Pacifico (presidente Anief): la scuola autonoma e di qualità costituisce l’obiettivo fondamentale della nuova sezione dirigenti. La quale però si colloca nel panorama sindacale della scuola, non come oppositivo agli altri sindacati di categoria, bensì in una logica di cooperazione attiva ed efficace, dando risposte concrete ai bisogni degli operatori scolastici, nella diversità delle funzioni e dei compiti.

L’Anief apre nel suo organigramma ad una sezione di “dirigenti scolastici”: l’associazione sindacale, che ha sempre sostenuto lo sviluppo di una scuola di qualità attraverso i numerosi provvedimenti a garanzia del personale docente, intende in tal modo indirizzare e sostenere il comune impegno nella direzione di una reale azione sinergica per una sempre elevata qualità didattica e formativa della scuola.

La volontà di realizzare una sezione sindacale rivolta ai capi d’Istituto è scaturita a seguito della complessità derivante dall’attuazione delle norme indicate nella Legge 107/2015 sulla “Buona scuola”: l’associazione, su spinta degli stessi dirigenti, ha dunque deciso di scendere in campo con chi organizza e gestisce le scuole, avvalendosi dell’intricata attuazione di norme e innovazioni che possono causare, se mal gestite, notevoli danni all’intera comunità scolastica.

La sezione dirigenti dell’Anief costituirà nel tempo, anche alla luce delle positive esperienze maturate, un valido sostegno ai dirigenti, in particolare ai nuovi ds. I quali si trovano a gestire il cambiamento, organizzativo e gestionale, privi di un adeguato supporto. Si è costituita pertanto, all’interno della segreteria nazionale dell’Anief, la nuova sezione che ha come referente coordinatrice la dirigente Daniela Di Piazza, in servizio presso l’istituto alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania.

Collaborano al gruppo tecnico di supporto per la sezione, alcuni dirigenti scolastici in pensione: per gli aspetti relativi alla comunicazione e alla formazione, Vincenzo Ciotola di Napoli e Giuseppe Adernò di Catania, mentre per quelli di carattere più sindacale, contrattuale e di sviluppo di carriera è stato prescelto il preside Pietro Perziani di Roma.

Il loro contributo di esperienza e di saggezza - afferma il presidente Marcello Pacifico - potrà essere di aiuto ai nuovi dirigenti e al cammino della scuola, in questo non facile momento di transizione che comporta la necessità di disegnare e costruire una nuova strada per la scuola italiana, così da poter rispondere alle esigenze degli studenti e dei genitori. La scuola autonoma e di qualità, costituisce l’obiettivo fondamentale della nuova sezione dirigenti. La quale però si colloca nel panorama sindacale della scuola, non come oppositivo agli altri sindacati di categoria, bensì in una logica di cooperazione attiva ed efficace, dando risposte concrete ai bisogni degli operatori scolastici, nella diversità delle funzioni e dei compiti”.

I dirigenti scolastici potranno così beneficiare di un ulteriore servizio di assistenza e protezione anche per le imprevedibili esigenze di tutela amministrativa, a seguito di eventuali ricorsi, nell’attuazione della non chiara normativa di applicazione della nuova legge e del contratto ancora in bilico tra norme contrastanti. Il primo appuntamento formativo è fissato per lunedì 11 gennaio 2016 presso il Centro congressuale “Norma That’s Sicilia - L’officina delle eccellenze”, presso l’aeroporto Fontanarossa di Catania. Il giovane sindacato annuncia che a breve saranno rese note anche tutte le iniziative legali a supporto della categoria.

Si comunicano, infine, i nominativi e i rispettivi recapiti dei delegati Anief a cui rivolgersi per informazioni su questo nuovo settore della giovane organizzazione sindacale:

NOME COGNOME CELL EMAIL
Daniela Di Piazza 392.5037379 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Vincenzo Ciotola 335.6607379 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pietro Perziani 328.7305659 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giuseppe Adernò 349.5608663 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per approfondimenti:

Tar Lazio stabilisce che anche i supplenti possono diventare presidi: due insegnanti precari promossi a capo d’istituto

Concorso Dirigenti Scolastici – Consiglio di Stato dà ragione all’Anief e applica la direttiva comunitaria: il servizio pre-ruolo andava valutato come quello di ruolo

Da precari a presidi: parola del Consiglio di Stato

Nel 2015 il nuovo concorso per diventare preside, cade un tabù: varrà il servizio svolto da docenti precari

Concorso a dirigente, aperte le adesioni al nuovo corso Eurosofia

In arrivo il concorso per diventare presidi, rimane solo da sciogliere il “nodo” dei posti

Concorso dirigenti scolastici, è già caos prima di essere bandito

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie 

  • ATA
  • RSU
  • Seminari