Condannato il Miur, su ricorso patrocinato dallo studio legale dell’Anief, al pagamento di 6mila euro tra mancati scatti, spese legali e interessi, in ossequio alla normativa comunitaria. E’ la quarta sentenza positiva dopo i precedenti di Genova e Roma. Ancora possibile ricorrere per i neo-assunti dopo il 2001, avverso tutti i decreti emessi dopo il 2005, al seguente link.

Nessun dubbio per il Tribunale del Lavoro di Torino sul diritto al pieno riconoscimento ai fini della carriera del servizio prestato con contratti di lavoro a tempo determinato. Gli Avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli e Giovanni Rinaldi ottengono piena ragione in favore di una nostra iscritta e la condanna del MIUR a riconoscerle sin da subito e per intero tutti gli anni di precariato nel computo della ricostruzione di carriera.

Aveva ragione l'ANIEF quando, richiamando la Direttiva comunitaria 1999/70/CE, invocava il pieno diritto dei docenti che avevano prestato servizio con contratti di lavoro a tempo determinato ad ottenere pieno rispetto della professionalità acquisita durante il precariato anche nel computo della ricostruzione di carriera una volta assunti a tempo indeterminato. Il Giudice del Lavoro di Torino, in pieno accoglimento del ricorso, infatti, ha confermato tale diritto condannando il Ministero dell'Istruzione a corrispondere alla ricorrente le differenze retributive non riconosciute a causa della parziale valutazione del servizio pre-ruolo.

E’ possibile ancora aderire, al seguente link

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie 

  • ATA
  • RSU
  • Seminari