Per il sindacato autonomo il nuovo Governo non deve, però, ripercorrere gli errori compiuti da chi lo ha preceduto. La lista delle operazioni da fare e delle modifiche normative da apportare è lunga ma fattibile: molti correttivi riguardano la Legge 107/2015; c’è poi la piaga del precariato scolastico, ad iniziare dalla pessima gestione delle graduatorie ad esaurimento e d’istituto, con le due liste di attesa che devono diventare comunicanti.

Marcello Pacifico (Anief-Cisal): il tempo che l’esecutivo ha a disposizione è poco, ma più che sufficiente per apportare una serie di modifiche prioritarie. Se il nuovo Ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, parteciperà al secondo congresso nazionale Anief, in programma a Roma sabato e domenica prossimi, avrà modo di rendersi conto di persona, parlando con chi vive la scuola nella pratica, di quanto sia importante mettere mano almeno alle questioni più urgenti.

 

 

“Il percorso che attende il nuovo Governo sulla Scuola è in salita e pieno di curve. E il tempo per percorrerlo è anche poco, ma più che sufficiente per apportare una serie di modifiche prioritarie e tamponare così i disastri compiuti dal precedente esecutivo”. A dirlo è Marcello Pacifico, nel giorno del via libera, dopo quello di Montecitorio, anche da parte del Senato al Governo guidato da Paolo Gentiloni, con il nuovo premier che nel suo discorso all’Aula aveva esordito chiedendo una fiducia «un po’ particolare» sul suo «governo di responsabilità» e che avrà come «primo compito», quello di «completare le riforme».

Per il sindacato autonomo il nuovo Governo non deve, però, ripercorrere gli errori compiuti da chi lo ha preceduto. La lista delle operazioni da fare e delle modifiche normative da apportare è lunga ma fattibile: molti correttivi riguardano la Legge 107/2015; c’è poi la piaga del precariato scolastico, ad iniziare dalla pessima gestione delle graduatorie ad esaurimento e d’istituto, con le due liste di attesa che devono diventare comunicanti.

Ci sono, inoltre, da risolvere i problemi degli idonei e vincitori non assunti del Concorso a cattedra 2016; delle prossime selezioni pubbliche nazionali, anche per Dirigenti scolastici, Dsga, Coordinatori di segreteria, con riserve per alcune categorie di lavoratori; della carriera del personale docente e Ata; dello sblocco dell’indennità di vacanza contrattuale; dell’abolizione della trattenuta del trattamento di fine rapporto; del blocco del primo gradone stipendiale per i neo-assunti dal 2011. Sarebbe anche fondamentale, nonché legittimo, estendere a tutti gli insegnanti il riconoscimento di lavoro usurante, non limitandolo alle maestre della scuola dell’infanzia.

“Le richieste che stiamo formulando al Governo sono in linea con quanto indicato all’esecutivo uscente, attraverso oltre 70 emendamenti alla Legge di Stabilità 2017 -  spiega ancora Marcello Pacifico – e che, a loro volta, derivano dalle richieste di chi vive la scuola quotidianamente. Se davvero, come pensiamo, da parte di chi dirige la Scuola si vuole riallacciare un dialogo con chi lavora per la crescita delle nuove generazioni, in cambio di stipendi che sono in fondo all’area Ocse, non c’è più tempo da perdere. Se il nuovo Ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, parteciperà al secondo congresso nazionale Anief, in programma a Roma sabato e domenica prossimi, avrà modo di rendersi conto di persona di quanto sia importante mettere mano alle questioni più urgenti”.

 

 

 

 

 

 

Per approfondimenti:

 

Chiamata diretta, il Miur svela le linee guida: decidono i presidi, depotenziati i Pof, tempi ristretti

Chiamata diretta, Anief porta il caso in Corte Costituzionale: partono i ricorsi dei docenti

Trasferimenti infanzia e primaria, il cervellone non regge: ritardi e reclami

La riforma è già alla frutta: organico potenziato utilizzato per i docenti soprannumerari di altre materie e trasferimenti nel caos

Buona Scuola, il potenziamento è un enorme buco nell’acqua: alle scuole docenti sbagliati e ora i vicari rischiano di perdere l’esonero dalle lezioni

Chiamata diretta, è solo l’inizio: anche i 32mila assunti del 2016 passeranno per ambiti territoriali e giudizio dei presidi

Tra ricorsi, ritardi e bocciature la scuola al via senza un prof su sei (La Stampa del 29 agosto 2016)

Inizia l’anno, peggio di così non si poteva: la Buona Scuola ha aumentato incognite e disagi

L’anno scolastico è partito: Collegi dei docenti a ranghi ridotti e tanti prof con la valigia

La scuola al via con 100mila supplenti. La riforma non ha cambiato nulla (Corriere della Sera del 5 settembre 2016)

Sarà un altro anno di supplenze record, anche il Miur non si nasconde più. Eppure la soluzione è a portata di mano

Precari, graduatorie ancora stravolte: il Tar ordina e il Miur esegue l’inserimento di centinaia di docenti abilitati all’insegnamento

Stop ai docenti che hanno svolto oltre 36 mesi di supplenze. Miur faccia chiarezza, va applicato solo sulle cattedre vacanti

Precariato, gli Uffici scolastici si rifiutano di inserire i docenti nelle GaE così come previsto dai giudici. Anief: rischiano il commissariamento

Precariato, il governo pensa di vincerlo svuotando le GaE e alzando i muri. Anief: grave errore, a novembre manifestazione a Roma dei docenti dimenticati

Lezioni a singhiozzo, in ogni istituto mancano ancora tra i 4 e gli 8 supplenti annuali. Nelle grandi città non ci sono le convocazioni: 50mila docenti precari in cattedra tra novembre e Natale

Miur pubblica le priorità per il 2017, Anief: si parta da sostegno, stipendio e precari

Legge di Stabilità deludente, lunedì 14 novembre sciopero nazionale Anief con manifestazione a Montecitorio

Precariato, inutile trattativa Miur-Mef per spostare 25mila cattedre in organico di diritto: comunque vada, la supplentite non si schioda

Presentati 5mila emendamenti, 70 sono dell’Anief sulla Scuola: domani in migliaia davanti a Montecitorio per sensibilizzare i parlamentari

Per la Scuola la solita “manovrina”: ecco i pochi emendamenti approvati e quelli che verranno ripresentati in Senato

A Viale Trastevere finalmente un ministro in grado di dialogare con i lavoratori

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie 

  • ATA
  • RSU
  • Seminari