Entrerà in vigore dal I maggio il cosiddetto anticipo pensionistico Ape che permetterà di lasciare il lavoro fino a 3 anni e 7 mesi prima rispetto alla maturazione dei requisiti di vecchiaia, cioè per chi abbia compiuto 63 anni.

Marcello Pacifico (Anief-Cisal): presso gli sportelli del giovane sindacato sarà possibile, tramite i referenti Cedan, conoscere la rata della pensione con l’Ape volontaria, così da fornire agli associati un servizio utile, che possa permettere di affrontare un’eventuale scelta con consapevolezza.

I decreti di attuazione sono in dirittura d’arrivo, devono essere completati con i dati di copertura finanziaria delle operazioni, a cominciare dalla garanzia dei tassi d’interesse che le banche applicheranno; solo in questo modo, infatti, i lavoratori interessati avranno tutti gli elementi per decidere se e quale forma di anticipo richiedere. Il prestito erogato dalla banca dovrà essere restituito in rate mensili di massimo 20 anni a valere dalla futura pensione. La rata sarà calcolata sul numero richiesto di anni d’anticipo, e anche della quota di pensione che si richiede; in ogni caso, non potrà superare il 30% dell’assegno mensile.

Tra costi per l’anticipo e agevolazioni, come la detrazione fiscale del 50% sulla quota interessi e premio, si stima a esempio che, a fronte di un anticipo di 40mila euro in tre anni, se ne dovranno restituire circa 54mila in 20 anni.

Il costo del prestito sarà invece a carico dello stato per quanto riguarda il cosiddetto Ape Sociale riservato agli invalidi, ai parenti degli invalidi (entro il 1° grado di parentela), ai disoccupati con almeno 30 anni di contribuzione da lavoro, e a chi abbia almeno 36 anni di contributi derivati dallo svolgimento di almeno 6 anni di lavori usuranti.

A tal proposito, si ricorda che Anief ha siglato una convenzione con il Centro servizi Cedan, società autorizzata a erogare, per mezzo della confederazione Cisal, servizi di Caf e patronato.

“Presso gli sportelli del giovane sindacato - commenta il prof. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal - sarà possibile, tramite i referenti Cedan, conoscere la rata della pensione con l’Ape volontaria, così da fornire agli associati un servizio utile, che possa permettere di affrontare un’eventuale scelta con consapevolezza.”

Altri servizi sono inoltre rappresentati dalla compilazione ed elaborazione del modello 730, Isee e ogni pratica di natura fiscale: domande di pensioni, disoccupazione e assistenza previdenziale. Ricordiamo che è possibile inoltre presentare la prossima dichiarazione dei redditi e usufruire di tutti i servizi fiscali.

Per trovare la sede più vicina a te clicca qui!

Per Info: Cedan, Via Rosario Salvo, 96, Palermo; Tel. 091 424272, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie 

  • ATA
  • RSU
  • Seminari