1180-ricorso-ds-3b 1

Aveva ragione l'Anief a contestare il D.P.R. n. 19/2016 riguardo le classi di concorso di nuova istituzione afferenti agli insegnamenti nei licei coreutici. Il TAR Lazio con la sentenza ottenuta dall'Avvocato Michele Ursini annulla la Tabella allegata al decreto nella parte in cui, per la nuova classe di concorso A-59 (tecniche di accompagnamento alla danza e teoria e pratica musicale per la danza), non prevede tale insegnamento negli indirizzi di studio in "tecniche della danza classica" e "tecniche della danza contemporanea", proprie dei licei coreutici. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): “Il Miur in udienza non ha saputo produrre alcuna motivazione sull'esclusione della nuova A-59 dagli indirizzi di studio da noi indicati a riprova che la tabella del DPR è stata elaborata in modo parziale”.

 

 

La nuova sentenza targata Anief, infatti, ottenuta grazie alla competenza dei propri legali, annulla in via definitiva “la tabella A allegata al DPR n. 19/2016 - nella parte in cui per la classe di concorso di nuova istituzione A-59 (tecniche di accompagnamento alla danza e teoria e pratica musicale per la danza) non prevede gli indirizzi di studi in "tecniche della danza classica" e "tecniche della danza contemporanea" constatando come risulti una “non giustificata esclusione degli insegnamenti di tecnica della danza classica e tecnica della danza contemporanea nella nuova classe di concorso A 59”. A più di settanta anni dall’istituzionalizzazione dell’Accademia Nazionale di Danza con il D.lgs 1236/1948, infatti, le lezioni di tecnica della danza sono sempre state svolte con l’ausilio indispensabile di un pianista accompagnatore in compresenza, ma il Miur aveva pensato bene di eliminare del tutto tale figura prevedendola solo per le discipline di laboratorio coreutico e coreografico che altro non sono che una estensione delle materie principali della Tecnica della Danza.

“Il Miur in udienza non ha saputo produrre alcuna motivazione sull'esclusione della nuova A-59 dagli indirizzi di studio da noi indicati – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal - a riprova che la tabella del DPR è stata elaborata in modo parziale e danneggiava in primo luogo gli studenti del Liceo Coreutico che, diversamente dai precedenti anni, sarebbero stati costretti a svolgere le lezioni senza la compresenza del pianista accompagnatore, comportando un notevole calo nella qualità delle attività didattiche”.

Le lezioni di tecnica della danza sono sempre state svolte, infatti, in compresenza con il pianista accompagnatore e non aveva nessuna ratio l'eliminazione di questa fondamentale figura con il nuovo DPR. Miur, totalmente soccombente in giudizio contro i legali Anief, ha subito la condanna anche al pagamento delle spese di lite, quantificate dal Tribunale Amministrativo in 1.500 Euro.

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie