1180-ricorso-ds-3b 1

Le richieste delle organizzazioni sindacali, insieme a PRODIRMED (Sanità) e DIRCONF (Enti locali e centrali), sono state presentate in queste ore direttamente alla V e VII Commissione del Sentato: l’obiettivo è innanzitutto garantire quanto deciso dalla Corte Costituzionale in tema di liquidazioni; attuare la parità di trattamento del pubblico impiego rispetto al settore privato, estendere gli aumenti alla dirigenza pubblica, sbloccare l’indennità di vacanza contrattuale dal 1° settembre 2015, data indicata dalla Consulta.

 

Anief e Udir hanno oggi presentato alcune importanti richieste emendative al disegno di legge n. 2960: le richieste delle organizzazioni sindacali, aderenti a Cisal e Confedir, insieme a PRODIRMED (Sanità) e DIRCONF (Enti locali e centrali), sono state presentate in queste ore direttamente alla V e VII Commissione del Sentato. Gli emendamenti intendono modificare l’articolo 58 del D.D.L., innanzitutto al fine di attuare quanto deciso dalla Corte Costituzionale in tema di liquidazioni.

Gli emendamenti, inoltre, intendono garantire finalmente la parità di trattamento del pubblico impiego rispetto al settore privato, estendere gli aumenti alla dirigenza pubblica, sbloccare l’indennità di vacanza contrattuale dal 1° settembre 2015, data indicata dalla Consulta nell’estate di quello stesso anno, con aumenti del 5% rispetto a quelli irrisori finanziati dalle ultime leggi di Bilancio, con la copertura solo dimezzata dell’inflazione degli ultimi anni, e lontani dall’aumento del costo della vita registrato negli ultimi dieci anni,   

 

 

PER APPROFONDIMENTI:

 

Gli emendamenti presentati da ANIEF, UDIR, PRODIRMED, DIRCONF al DDL 2960

1. ABOLIZIONE TRATTENUTA 2,5% TFR PERSONALE ASSUNTO DOPO IL 2000

All’articolo 58, aggiungere il seguente comma:

“A decorrere dal 1 gennaio 2018, per il personale dipendente e dirigente del pubblico impiego, è abolita la trattenuta di cui all’articolo 1, comma 3, del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 20 dicembre 1999”.

2. ADEGUAMENTO IVC A TASSO DI INFLAZIONE REGISTRATO TRA 2008 E 2015: + 5%

All’articolo 58, aggiungere il seguente comma:

“A partire dal 1 settembre 2015, è abrogato il comma 17, dell’articolo 9 della legge 30 luglio 2010, n. 122 e successive modificazioni. Conseguentemente, in attesa del rinnovo dei contratti del pubblico impiego, l’indennità di vacanza contrattuale del personale dipendente e dirigente dell’amministrazione statale è rivalutata dal 1 settembre 2015 attraverso la sua indicizzazione all’aumento del tasso di inflazione certificato dal 1 gennaio 2009, secondo quanto previsto dall’articolo 2, comma 35, della legge 22 dicembre 2008, n. 203”.

3. AUMENTI CONTRATTUALI ANCHE PER PERSONALE DIRIGENTE E LEGATI A RECUPERO COSTO VITA 

“All’articolo 58, comma 1, dopo la parola “dipendente” inserire “e dirigente” e dopo la parola “2018”, inserire il seguente testo: “, come anticipo per l’adeguamento dello stipendio all’aumento del tasso d’inflazione certificato a partire dal 1 settembre 2015”.

 

 

COMUNICATI CORRELATI:

 

Dirigenti scolastici, negli ultimi quattro anni hanno perso tra il 15% e il 27%: 4.600 euro l’anno

In Italia chi dice donna dice scuola: 82% degli insegnanti e 6 presidi su 10

Edilizia, la metà degli istituti costruiti prima del 1971: oggi due su dieci chiusi o in ristrutturazione

Sicurezza, nel Centro-Italia centinaia di istituti da adeguare: possono accedere al “sisma-bonus”, ma prima i dirigenti devono presentare il Documento valutazione rischi

Edilizia, Udir: il tempo delle 'Scuole Belle' è finito, serve una Governance perché i presidi hanno le mani legate

Anief-Udir: addio al contratto, non ci sono i soldi e ora pure i sindacati che hanno firmato l’intesa sugli 85 euro se ne accorgono

Contratto, la Ministra si impegna ma i lavoratori sono fermi allo stipendio del 2009: questa è l’unica certezza

Nella Legge di Stabilità risorse col bilancino, ma servono 30 miliardi solo per gli stipendi

Stipendi scuola, in arrivo aumenti ridicoli: recupera 2.127 euro di arretrati di indennità di vacanza contrattuale e ottieni 95 euro di aumenti mensili nel 2018

Contratto, pubblicato l’Atto di indirizzo: poco più di un miliardo di euro per oltre un milione di dipendenti porteranno aumenti ridicoli dopo il blocco decennale

Contratto, Miur replica all’Anief: i soldi per gli 85 euro di aumento ci sono. Il sindacato non ci crede: solo per la scuola servono 2,3 miliardi aggiuntivi, li avete chiesti al Mef?

Rinnovo del contratto, dopo il Ponte di Ognissanti riparte l’inutile trattativa all’Aran

Rinnovo stipendio, petizione docenti contro gli aumenti previsti: vogliamo 200 euro netti al mese, diffidiamo i sindacati maggioritari dal firmare per cifre ridicole

Legge di Bilancio al Senato, per la scuola il piatto piange

Legge di Stabilità, per studenti e personale nulla di buono: la riforma Buona Scuola non si tocca e ai dipendenti solo 31 euro di aumento

PA e SCUOLA – Legge di Stabilità, il bluff è servito: da gennaio agli statali 66 euro di aumento anziché gli 85 pattuiti: arretrati scandalosamente bassi, appena 14 euro mensili per 2016-2017 e quelli del 2015 scompaiono

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie