È stato pubblicato il bando della Provincia Autonoma di Trento che indice il prossimo concorso per 30 posti di Dirigente Scolastico nella provincia: alla luce dei contenuti riportati nel testo, consultabile sul Bollettino ufficiale della Regione trentina, si ribadisce il ricorso Anief attraverso il quale si intende far partecipare alle selezioni i supplenti abilitati, laureati o i neo-immessi in ruolo dal 1° settembre 2017 con sette anni di servizio “anche a tempo determinato”. È ritenuto valido dallo studio legale anche il servizio prestato come dottore di ricerca ai fini del raggiungimento dei 7 anni di servizio.

Marcello Pacifico (presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal): Non è possibile che in un concorso pubblico si continui a discriminare il personale precario della scuola, non ritenendolo idoneo all'accesso ai ruoli della dirigenza scolastica nonostante abbia tutti gli altri requisiti richiesti: esiste una direttiva comunitaria che deve essere rispettata.

 

La Provincia Autonoma di Trento ha pubblicato il Bando per il concorso a Dirigente Scolastico nella Regione Trentino-Alto Adige. Gli aspiranti Dirigenti Scolastici dovranno superare, oltre a una preselezione per titoli e alla prova preselettiva, uno scritto e un orale e, passate tutte le prove, quattro mesi di tirocinio e un esame finale. A differenza del regolamento nazionale, la Provincia Autonoma di Trento conferma la necessità del requisito di ben 7 anni di servizio. Il testo del bando, consultabile sul Bollettino ufficiale della Regione trentina, prevede 30 giorni di tempo per la compilazione on line delle domande di partecipazione. I ricorrenti, invece, potranno produrre la domanda cartacea predisposta dall'Ufficio Legale Anief e inviarla entro il termine del 21 dicembre 2017 a mezzo raccomandata A/R, seguendo le istruzioni e procedendo all'adesione del ricorso Anief.

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, sottolinea che “assieme all’ufficio legale del nostro sindacato abbiamo già rilevato che è illegittimo escludere dal concorso tutti i docenti abilitati in possesso di laurea con sette anni di supplenze svolte, come pure i docenti neoassunti a tempo indeterminato e i docenti già di ruolo ma che per qualsiasi motivo non hanno ancora superato l’anno di prova. Non è possibile che in un concorso pubblico si continui a discriminare il personale precario della scuola, non ritenendolo idoneo all'accesso ai ruoli della dirigenza scolastica nonostante abbia tutti gli altri requisiti richiesti: esiste una direttiva comunitaria che deve essere rispettata”.

L'Anief, dunque, conferma quanto già dichiarato e propone lo specifico ricorso per far partecipare al concorso bandito nella Provincia Autonoma di Trento il personale precario della scuola e i docenti neoimmessi in ruolo. Anief ricorda, inoltre, che i ricorrenti potranno anche avvalersi della speciale convenzione Anief con Eurosofia – leader educativa affermatasi negli ultimi anni nel settore dei corsi di preparazione ai concorsi, ente riconosciuto dal Miur per la formazione del personale – e partecipare al "Corso di aggiornamento professionale e preparazione al Concorso per Dirigente Scolastico" usufruendo dello sconto Eurosofia dedicato ai ricorrenti Anief. I corsi sono strutturati in presenza e a distanza tramite piattaforma digitale interattiva.

Per aderire al ricorso per il Concorso DS nella provincia Autonoma di Trento,clicca qui  

Per ulteriori informazioni sui corsi di preparazione Eurosofia, clicca qui.

 

 

PER APPROFONDIMENTI:

 

Dirigenti scolastici, sciopero del 25 maggio: Udir scrive ai 7mila presidi italiani

Settimana calda per i Dirigenti scolastici, Udir chiede agli altri sindacati di aderire allo sciopero del 25 maggio: non basta partecipare alla protesta prendendo un giorno di ferie

Sciopero dirigenti scolastici, in migliaia incrociano le braccia: il Governo ne tragga le conseguenze

Dirigenti scolastici, ma quale valorizzazione: la riforma Madia blocca le indennità, il FUN non potrà crescere di un euro

Dirigenti scolastici nel mirino del Miur, nel Lazio devono restituire 3.355 euro a testa ma il calcolo è errato

Dirigenti scolastici, la spending review non è finita: stipendi tagliati di 350 euro

Dirigenti scolastici, amministrazione nel pallone: in Sicilia stipendi diversi in base alla provincia

Dirigenti scolastici, in 2mila scrivono alla Ministra: basta parole, abbiamo responsabilità crescenti e lo stipendio che si riduce

Dirigenti scolastici, solo a parole si vuole ridurre il gap rispetto agli altri comparti: dalla Legge di Stabilità in arrivo appena mille euro in più rispetto ai 13mila dovuti nel contratto e mai stanziati

Presidi, il gap rispetto ai dirigenti di Università e Ricerca è di 38mila euro annui e la Legge di Bilancio non li colma: servono 285 milioni di euro

Dirigenti scolastici, l’equiparazione degli stipendi agli altri lavoratori della stessa area è solo di facciata

Dirigenti scolastici, retribuzione individuale: per il giudice ai fini dell’anzianità vale pure il servizio maturato da docenti

Dirigenti scolastici, ma quale aumento di 400 euro netti al mese? Sono appena 160 e pure a rate

Dirigenti scolastici, la pazienza è finita: arrivano i ricorsi contro il taglio del Fun, cosa andiamo a chiedere al giudice

LEGGE DI STABILITÀ - Udir presenta in Senato emendamenti su perequazione interna ed esterna, sicurezza, ripristino e aumento Fun

LEGGE DI STABILITÀ - Anief chiede al Senato di chiudere la querelle in atto con gli aspiranti presidi del concorso 2011: al via un corso intensivo di formazione da 80 ore

LEGGE DI STABILITÀ – Concorso dirigente scolastico, in Commissione Bilancio del Senato il doppio emendamento per salvare i ricorrenti 2011 e 2015

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie