ROMA, 28 GEN - Sulla vicenda dei diplomati delle magistrali fuori dalla Gae l'Anief rende noto che è pronta a denunciare l'Italia al Consiglio d'Europa. "Dopo la beffarda sentenza resa pubblica lo scorso 20 dicembre, ora la parola passa da Roma a Strasburgo", fa sapere il presidente nazionale di Anief e segretario confederale di Cisal Marcello Pacifico. "Non si tratta di avere un parere generico e senza esiti, la nostra - spiega - è un'azione rilevante che punta a superare quanto stabilito inaspettatamente dall'organo di consulenza giuridico-amministrativa e di tutela della giustizia nella nostra pubblica amministrazione: le decisioni del Consiglio dell'Unione Europea saranno infatti vincolanti per lo Stato italiano". (ANSA).

 

 

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie