770X100-ricorso-ds2

Sottoscritto dagli altri sindacati. Dopo le denunce alla stampa, il tribunale rimane l’unica possibilità per poter ottenere con urgenza il ricongiungimento con i tuoi familiari. Scadenza adesione: 4 agosto 2012. Invia una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Il blocco è illegittimo e incostituzionale. Ricordati di presentare, comunque, la domanda entro i termini di scadenza.

Premesso che la sottoscrizione dell’ipotesi di contratto integrativo è stata ratificata da tutte le OO. SS. (FLC-CGIL, CISL, UIL, SNALS, GILDA) il 13 luglio 2012, in espressa attuazione dell’articolo 2, comma 2, del CCNI a sua volta firmato il 29 febbraio 2012,

considerato che soltanto Anief ha in quest’anno denunciato l’irragionevolezza e la disparità di trattamento posta in essere dall’articolo 9, comma 21, della legge 106/2011, introdotta per volontà politica l’estate scorsa al fine di limitare, durante l’aggiornamento triennale delle graduatorie ad esaurimento, il trasferimento del personale docente da una provincia all’altra, prima delle nomine in ruolo,

vista la palese discriminazione introdotta dal legislatore, in ragione formale del rispetto della continuità didattica, soltanto per i docenti assunti con decorrenza giuridica 1° settembre 2011 e non già anche per quelli che negli stessi giorni sono stati assunti ma con decorrenza giuridica retrodatata al 1° settembre 2010, né per il personale ATA,

Anief, in occasione dell’avvio delle procedure del ricorso al giudice del lavoro - in corso d’invio per i propri ricorrenti - mette a disposizione la propria rete legale distribuita su tutto il territorio nazionale, per permettere a tutti quei 20.000 docenti neo-assunti con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2011 di presentare la domanda di assegnazione provvisoria, così da ricongiungersi alla propria famiglia senza se e senza ma, come è consentito agli altri colleghi.

Nel ricorso al giudice del lavoro sarà impugnato il contratto perché sottoscritto sul presupposto di una norma di cui si chiederà la remissione alla Corte costituzionale per l’irragionevolezza e la disparità di trattamento. Al di là della diversa applicazione tra stesso personale, infatti, come si concilia il blocco delle assegnazioni provvisorie con le altre leggi che costringono il docente sovrannumerario a esser spostato in altra amministrazione o licenziato? o ancora, come si spiega la continuità didattica per quei docenti che hanno superato l’anno di prova e sono stati confermati in altra scuola?

Anief vuole soltanto il rispetto del diritto per tutti i lavoratori della scuola e la rimozione degli ostacoli - di natura etnica, culturale o fantasiosa - al diritto al lavoro e alla costruzione di una famiglia.

Si ricorda che i docenti interessati al ricorso devono, comunque, inviare regolarmente domanda di assegnazione provvisoria entro i termini predisposti dal Miur. Per preaderire al ricorso dell’Anief e richiedere le istruzioni operative, è sufficiente inviare per e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , entro il 4 agosto 2012, il modulo di preadesione scaricabile dal link in calce. In tal modo si potrà essere contattati nei giorni successivi per recarsi presso gli uffici legali convenzionati dell’Anief per la firma del mandato e la proposizione del ricorso d’urgenza per l’inizio dell’anno scolastico.

Scarica il modulo di preadesione al ricorso

La nota ministeriale contenente modulistica e tempistica

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie