News Formazione

L’Anief, soggetto qualificato per la formazione del personale della scuola ai sensi della direttiva n. 90/2003, informa che il MIUR  conD.M. 249 del 10 settembre 2010 per la formazione iniziale, ha indicato che i docenti a tempo indeterminato da 5 anni possono accedere all’esercizio dei compiti tutoriali per il TFA.

A tal fine si richiedono requisiti e titoli per i docenti cui saranno affidati i compiti di tutor dei tirocinanti, di tutor coordinatori e di tutor organizzatori, come previsto dal decreto del ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 10 settembre 2010, n.249.

 

L’Anief propone, in collaborazione con Eurosofia Ente di formazione europea e di ricerca accreditato dal MIUR, due corsi di formazione, in modalità blended, di 125 ore ciascuno(10 ore in presenza, 105 on line sulla piattaforma e-learning e 10 per cerficazione ed esami), per “certificare le competenze“ dei tutor dei tirocinanti delTFA e per i compiti tutoriali:

 
Le competenze e le abilità del docente tutor del TFA”:  tale titolo è valutabile per la graduatoria d’istituto come previsto dalla tabella 1 dell’allegato del DM.. 249/2010 A. 1.1 del decreto attuativo dell’8 novembre 2011 (2 punti ogni 25 ore di formazione fino a un massimo di punti 10).
 
 
 
 
 
-  “La funzione tutoriale del docente e del docente tutor del TFA(tirocinio formativo attivo)”: tale titolo è valutabile per la graduatoria d’istituto come previsto dallaTabella 1 dell’allegato A del D.M.  249/2010 a. 1.2 del decreto attuativo dell’8 novembre 2011 (1 punti ogni 25 ore di formazione fino a un massimo di punti 5).
 
 

Solo personale qualificato potrà svolgere la funzione tutoriale in quelle scuole, ammesse ai sensi dell’art 2, comma 416, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244” e in particolare dell’articolo 12,in un elenco regionale di istituzioni scolastiche accreditate per accogliere i tirocinanti nei percorsi di laurea magistrale, di tirocinio formativo attivo.

Le sedi degli incontri in presenza saranno stabilite in base al raggiungimento di un numero minimo di 15 iscritti.

 Quote di adesione

Il costo dei corsi ammonta a 150 euro per i soci Anief e 200 euro per i non iscritti (è possibile iscriversi al sindacato all'atto della domanda di iscrizione).

Per entrambi i corsi, il costo ammonta a 250 euro per i soci Anief e 350 euro per i non iscritti (è possibile iscriversi al sindacato all'atto della domanda di iscrizione).

Per conoscere i titoli valutabili della figura docente tutor consulta il Decreto Ministeriale 8 novembre 2011.

Eurosofia ha attivato la nuova sessione di seminari di formazione sull'autismo che si terranno, a partire dal mese di dicembre, su tutto il territorio nazionale.

I seminari sono organizzati con la collaborazione didattica e scientifica di associazioni nazionali che operano da anni nell’applicazione dell’Analisi del Comportamento Applicata – Applied Behavior Analysis (ABA) nei contesti riabilitativi per il trattamento dell'autismo e dei disturbi emozionali, comportamentali e dello sviluppo.

Il corso ha una durata di 16 ore ed è rivolto a docenti curriculari e di sostegno, neuropsichiatri dell’età evolutiva, operatori sanitari e socio-assistenziali, psicologi, educatori, logopedisti, psicomotricisti, genitori, famiglie e quanti altri volessero approfondire le tematiche relative all’autismo.

Sono aperte le adesioni per partecipare ai corsi di I livello a:

  • Benevento il 14 e 15 marzo 2015;
  • Catania il 18 e 19 aprile 2015;
  • Potenza il 21 e 22 marzo 2015.

Fissate anche le date per il seminario di II livello a:

  • Palermo il 13 e 14 dicembre 2014;
  • Cosenza il 17 e 18 gennaio 2015;
  • Catania il 16 e 17 maggio 2015.

Modalità di adesione

La quota di iscrizione è di 40 euro per i soci Anief e di 80 euro per i non iscritti (è possibile iscriversi al sindacato all’atto della presentazione della domanda di adesione).

La domanda di iscrizione deve essere inviata per e-mail a    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o per fax ai numeri 091.9823150 – 091.484698, con allegata copia del bonifico intestato a EUROSOFIA, IBAN : IT88 L030 6234 2100 0000 1372 033 Banca Mediolanum - Sede di Basiglio, con causale: “iscrizione seminario ABA e VB”.

Scarica la domanda di adesione

Anief organizza corsi in convenzione con l'ente di formazione europa e di ricerca Eurosofia.

Visita il sito www.eurosofia.itper conoscere i corsi attiva e consulta la brochure informativa.

 

Scarica la brochure Eurosofia.

Pubblicato il Decreto Direttoriale n. 2130 dell’11 novembre 2013 che fissa al 12 dicembre la prima prova nazionale per l’accesso ai corsi di diploma accademici di II livello a indirizzo didattico, classe di abilitazione A077, ai sensi del D.M. 11 novembre 2011, n. 194, art. 1, co. 3, lett. a. Attesa a breve la pubblicazione dei Bandi presso i Conservatori di Musica sede dei corsi di Didattica della musica.

Il D.D.G. 2130/13

Inoltre il Decreto Ministeriale n. 914 del 7 novembre 2013 ha aumentato di 79 unità i posti a numero programmato previsti per le diverse sottoclassi strumentali, portando a 643 il totale a disposizione dagli Istituti AFAM per l’anno accademico 2013-2014.

L’Elenco posti aggiornato

Ricordiamo che la prima prova a carattere nazionale consisterà in un test preliminare di accesso costituito da 60 quesiti a risposta multipla (20 per la verifica delle competenze linguistiche e 40 riferiti alle singole classi di concorso) predisposti autonomamente da ogni singola istituzione AFAM sede dei corsi. La prova, quindi, non sarà unica su tutto il territorio nazionale. Seguiranno le successive prove pratiche e teoriche secondo il calendario stabilito da ogni singolo istituto AFAM. Ricordiamo che è possibile l’iscrizione presso un solo Conservatorio sede della didattica.

L’elenco dei Conservatori sedi dei corsi di Didattica per l’A.A. 2013-2014

Abruzzo: Pescara

Basilicata: Potenza

Calabria: Cosenza - Reggio Calabria 

Campania: Avellino - Benevento - Napoli - Salerno

Emilia Romagna: Bologna - Parma - Modena

Friuli: Trieste - Udine 

Lazio: Frosinone - Latina - Roma

Liguria: Genova - La Spezia 

Lombardia: Brescia - Como - Milano 

Molise: Campobasso 

Marche: Fermo - Pesaro 

Piemonte: Alessandria - Cuneo - Novara - Torino

Puglia: Bari - Foggia - Monopoli 

Sardegna: Cagliari - Sassari 

Sicilia: Messina - Palermo - Catania 

Toscana: Firenze

Umbria: Perugia

Veneto: Adria Castelfranco Veneto Padova - Rovigo - VeneziaVicenza

Per maggiori informazioni è possibile scrivere Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

In attesa dell’attivazione dei corsi PAS e per la specializzazione su sostegno, ANIEF mette a disposizione di tutti gli interessati il modello per chiedere l’ammissione con riserva alla fruizione delle 150 ore di permessi retribuiti per motivi di studio.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 15 novembre 2013, ma alcune Regioni (ad esempio, la Toscana) hanno anticipato la scadenza al 15 ottobre. Pertanto, raccomandiamo agli interessati di verificare la scadenza sul sito istituzionale dell’Ambito Territoriale Provinciale di proprio interesse.

Il modello di ammissione con riserva ai permessi per il diritto allo studio

 

Con i supervisori delle SSIS ed esperti del settore, utile a superare la prova di accesso a numero programmato, per i docenti abilitati che intendono frequentare i corsi universitari per il conseguimento della specializzazione su sostegno. Prevista la simulazione del test e la consultazione del materiale didattico. Costo 100 euro, per info mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Anief, ente qualificato dal Miur per la formazione del personale della scuola, organizza un corso di formazione di 20 ore su “Le competenze e le abilità del docente per il sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’autonomia”, durante il quale saranno simulate anche le prove di accesso (60 quesiti) ai corsi universitari a numero programmato per il conseguimento della specializzazione per il sostegno, secondo il programma allegato nel decreto, per la valutazione delle competenze linguistiche, delle competenze didattiche diversificate in funzione del grado di scuola, delle competenze su empatia e intelligenza emotiva, delle competenze su creatività e pensiero divergente, delle competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche. I corsi saranno a carattere residenziale (una giornata con esonero dal servizio) secondo il numero minimo (25) di partecipanti nella regione di appartenenza e in modalità tele-didattica grazie all’utilizzo dello specifico portale. Il corso è riservato agli iscritti al sindacato Anief.

Il programma del corso

La domanda di iscrizione

Il Decreto

Accedi alla piattaforma e-learning

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 02 aprile 2012 il decreto ministeriale 30 settembre 2011, recante “Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto 10 settembre 2010, n. 249”, che disciplina il conseguimento della specializzazione per il sostegno didattico agli alunni con disabilità nella fase transitoria (attivazione dei TFA), in attesa della definizioni di specifiche classi di concorso e di apposite lauree magistrali e dei criteri stabiliti dall’ANVUR. Tali corsi sostituiscono ogni altro percorso finalizzato alla specializzazione sul sostegno (corsi SSIS), ad eccezione dei corsi di laurea quadriennali in scienze della formazione primaria attualmente attivati, a condizione che siano stati previsti nei regolamenti didattici secondo l’art. 3, c. 6 del decreto 26 maggio 1998. Restano salvi i titoli di specializzazione per il sostegno acquisiti secondo la normativa vigente.

Requisiti di accesso
I corsi sono attivati dalle università in base al numero programmato con decreto ministeriale, e sono riservati ai docenti precari o di ruolo, in possesso dell’abilitazione all’insegnamento per il grado di scuola per il quale intendono conseguire la specializzazione per le attività di sostegno (es. docente abilitato soltanto per la scuola elementare per la specializzazione su sostegno nella scuola elementare) e che risultano inseriti nella graduatoria degli ammessi al corso, di cui all’art. 6, comma 9 del decreto 10settembre 2012, dopo aver superato le prove di accesso.

Le prove di accesso
Le prove di accesso sono predisposte dalle università, e sono volte a verificare, unitamente alla capacità di argomentazione e al corretto uso della lingua, il possesso, da parte del candidato, di:
a. competenze didattiche diversificate in funzione del grado di scuola;
b. competenze su empatia e intelligenza emotiva;
c. competenze su creatività e pensiero divergente;
d. competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche.

Le prove di accesso sono predisposte da ciascuna università e si articolano in:
a) un test preliminare
unico a livello nazionale, è costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne deve individuare una soltanto. Almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale 0 punti. Il test ha la durata di due ore. E’ ammesso alla prova, ovvero alle prove di cui al comma 2, lettera b), un numero di candidati, che hanno conseguito una votazione non inferiore a 21/30 nella prova di cui al comma 3, pari al doppio dei posti disponibili per gli accessi. In caso di parità di punteggio prevale il candidato con maggiore anzianità di servizio di insegnamento sul sostegno nelle scuole. In caso di ulteriore parità, ovvero nel caso di candidati che non hanno svolto il predetto servizio, prevale il candidato anagraficamente più giovane.
b) una o più prove scritte ovvero pratiche;
c) una prova orale.
la cui articolazione è stabilita dalle università. La loro valutazione e’ espressa in trentesimi. Le prove vertono su una o più delle competenze previste e non prevedono domande a risposta chiusa. Per essere ammesso alla prova orale il candidato deve conseguire, nella prova ovvero nelle prove di cui al comma 2, lettera b) una votazione non inferiore a 21/30. Nel caso di più prove, la valutazione e’ ottenuta dalla media aritmetica della valutazione nelle singole prove, ciascuna delle quali deve essere comunque superata con una votazione non inferiore a 21/30. La prova orale, anch’essa valutata in trentesimi, e’ superata se il candidato riporta una votazione non inferiore a 21/30.

Il bando di indizione delle prove di accesso, predisposto dalle università, individua, ai fini della compilazione della graduatoria finale degli ammessi al corso, le tipologie dei titoli culturali e professionali valutabili e il punteggio ad essi attribuibile, comunque non superiore a 10 punti complessivi.

La graduatoria degli ammessi al corso e’ formata, nei limiti dei posti messi a bando, dai candidati che hanno superato la prova orale, sommando ai punteggi conseguiti nelle prove di cui alle lettere a), b) e c) del comma 2, il punteggio attribuito all’esito della valutazione dei titoli di cui al comma 8 dai medesimi presentati. In caso di parità di punteggio prevale il candidato con maggiore anzianità di servizio di insegnamento sul sostegno nelle scuole. In caso di ulteriore parità ovvero nel caso di candidati che non hanno svolto il predetto servizio prevale il candidato anagraficamente più giovane.

Durata del corso
Il corso è superato con il conseguimento di 60 crediti formativi universitari, da acquisire in non meno di otto mesi, ed a seguito dell’esito positivo dell’esame finale di cui all’art. 9. E’ previsto il 10% di assenza per ogni insegnamento, da recuperare attraverso attività on-line, mentre per il tirocinio non è previsto alcun recupero. Non è previsto il riconoscimento di alcun credito formativo.

Esame finale
Il corso si conclude con un esame finale al quale è assegnato uno specifico punteggio.


 

 

 A causa dei ritardi nella correzione delle prove scritte del concorso si ci inizia a chiedere se si farà in tempo a rientrare nelle procedure per le immissioni in ruolo previste per l’anno scolastico 2013-2014. In particolare si teme per quelle classi concorsuali che prevedono la prova di laboratorio.

Sicuramente si rientrerà nei tempi  se le commissioni rimarranno stabili e ci sarà la nomina puntuale dei commissari aggregati  ed inoltre dipenderà anche dal numero dei candidati che avranno superato le prove scritte.

Con certezza  si prevede un’accelerazione delle procedure nei mesi di giugno e di luglio, sostenuta anche dal fatto che i membri delle commissioni  (se non impegnati  negli Esami di Stato) avranno l’opportunità di riunirsi in orario antimeridiano e anche nella giornata di domenica per l’estrazione dell’argomento oggetto del colloquio al fine di organizzare le prove orali anche nella giornata di lunedì.

 

Orizzonte Scuola monitora gli esiti delle prove scritte ed emergono le prime abissali differenze tra valutazioni

All’indomani della fine delle prove scritte del concorso docenti era stato  interpellato l’ex Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca Profumo sul senso della diversità delle griglie di valutazione, differenti da regione a regione, per cui è possibile che un compito ritenuto non idoneo per una regione può  esserlo invece per un'altra. Il Ministro, allora, rispose che  I vincitori sarebbero emersi sulla base di una graduatoria regionale, per cui la comparazione sarebbe avvenuta  all'interno di una comunità valutata nell'ambito di una commissione regionale. Inoltre aveva messo in evidenza le problematiche relative alla formazione di un’unica commissione nazionale: i tempi di espletamento di un concorso sarebbero stati molto lunghi e difficilmente si sarebbe arrivati  ad una convergenza di giudizio comune.

Oggi grazie alle tabelle elaborate da Orizzonte Scuola per il monitoraggio degli esiti della prova scritta  e di laboratorio emergono notevoli differenze tra stesse classi di concorso stimate però da commissioni regionali diverse. In Lombardia per l’infanzia hanno superato la prova 142 candidati su 2700 mentre in Abruzzo 211 su 536. Una differenza in percentuale del 5% in Lombardia contro il 40% in Abruzzo. I risultati fanno nascere una serie perplessità e di interrogativi: i docenti  lombardi sono meno competenti di quelli abruzzesi? La commissione valutatrice è stata più severa in Lombardia e meno in Abruzzo?

Si attende l’esito di tutte le prove scritte in tutto il territorio nazionale per avere una visione completa.

 

 

 

Nuova griglia di valutazione per la scuola primaria

L’Usr sostituisce la griglia errata.

Con un articolo del 22 aprile, Orizzonte scuola segnalava un clamoroso errore nella griglia di valutazione elaborata dalla commissione giudicatrice del concorso a cattedra in Sicilia per la scuola primaria. Il punteggio massimo raggiungibile era infatti 9 (mancava il  punteggio in un descrittore) e non 10 per ciascun quesito così come indicato nell’avviso del 15 gennaio 2013 dal Ministero.

Sembra adesso che l’USR Sicilia abbia, sommessamente, inserito una nuova griglia di valutazione per la correzione della prova scritta e che, a questo punto, sia possibile raggiungere l’auspicato punteggio di 10.

Rimane tuttavia irrisolto l’enigma sulla correzione dei compiti effettuata prima della modifica alla griglia.

 

Anche la griglia di valutazione per la scuola dell’infanzia subisce modifiche.

Orizzonte scuola segnala un nuovo errore; questa volta nella griglia di valutazione adoperata dalla commissione giudicatrice del concorso a cattedra per la scuola dell’infanzia in Sicilia.

L’errore individuato nella formulazione del primo quesito della prova: al posto di oggetto “conosciuto” del quale si chiedeva ai bambini di parlare fra loro è stato scritto in "oggetto sconosciuto".

Anche in questo caso la Commissione ha sommessamente rettificato la griglia, ma rimane, ancora una volta, irrisolto l’enigma sulla correzione dei compiti effettuata prima della modifica alla griglia.

 

 

Giorno 30 aprile 2013 L’USR per la Sicilia informa con la nota USR Prot. 9277 che sono aperte le adesioni per l’individuazione dei membri aggregati delle commissioni esaminatrici concorso docenti.

 
Nello specifico:

“I docenti componenti aggregati per l'accertamento delle conoscenze informatiche e di una delle lingue straniere previste dal decreto di indizione del concorso devono avere i seguenti requisiti:

  • essere di ruolo ed aver prestato servizio, di ruolo o non di ruolo, per almeno 5 anni nella classe di concorso A042 - informatica e in possesso di certificazione riconosciuta delle abilità informatiche;
  • essere di ruolo ed aver prestato servizio, di ruolo o non di ruolo, per almeno 5 anni in una delle classi di concorso per l'insegnamento delle lingue inglese, francese, tedesca e spagnola”.
 

 

 

 

Celebrata il 2 aprile scorso la giornata mondiale sull'autismo.  Per l'occasione, a Palermo il comitato "L'autismo Parla" ha organizzato una fiaccolata contro l'indifferenza delle istituzioni, l'assenza di servizi adeguati e di diritti pienamente riconosciuti ai soggetti autistici.

Anche l'Anief, da tempo impegnato in questo campo, ha deciso di organizzare un workshop, rivolto a tutti coloro sensibili e interessati all'argomento, e in particolare ai docenti che desiderano migliorare le proprie competenze nella gestione in classe di bambini affetti da disturbo generalizzato dello sviluppo ed autismo.  La scuola ricopre un ruolo fondamentale nell'integrazione e nella formazione degli alunni, soprattutto se si tratta di soggetti affetti da disabilità.  E' essenziale quindi, da parte del personale docente, una conoscenza approfondita e una preparazione adeguata nell'approccio specifico con soggetti autistici.

Per questo l'Anief, con l'ente di formazione Eurosofia e l'associazione Casa delle fate, invita tutti i docenti curriculari e di sostegno, neuropsichiatri dell'età evolutiva, operatori sanitari, psicologi, educatori e famiglie a partecipare al corso di formazione "Introduzione all'Analisi Comportamentale Applicata e al Comportamento Verbale in Classe", che si terrà il 25 e il 26 maggio a Palermo.

Al seguente link index.php?option=com_content&view=article&id=5734:corso-a-b-a-e-v-b-autismo-riservato-a-docenti-famiglie-e-personale-sp-a-palermo-presso-l-addaura-hotel-il-25-26-maggio-2013 è possibile consultare il programma dettagliato e le modalità di adesione.

 

 

Seminario di studio su
“La legislazione scolastica nella normativa recente”
Rivolto a
DOCENTI, ATA, DSGA, DIRIGENTI, RSU

Bisceglie (BAT) 18 marzo 2013
I.I.S.S. “Sergio Cosmai”
Presso Auditorium della sede di Via Gandhi, 1 Bisceglie (BAT)

Dalle ore 08:30 alle ore 12:30

DIRETTORE DEL CORSO:
Prof. Marcello Pacifico

NOMI DEI RELATORI:
Presidente Nazionale Anief – Prof. Marcello Pacifico

ARGOMENTI TRATTATI
Mobilità, Cassa integrazione, Licenziamento, Progressione di carriera, Riconversione professionale, Blocco degli stipendi, Indennità di reggenza, Stabilizzazione dei precari, Formazione iniziale, Reclutamento, Pensioni, Impatto della spending review,
TFR, Scatti stipendiali, Concorso a cattedra

 

Il seminario, organizzato da soggetto qualificato per la formazione del personale della Scuola, dà diritto all’esonero dal servizio a docenti, dirigenti e personale ATA ai sensi della normativa vigente. 
Ai partecipanti sarà rilasciato il certificato di partecipazione.

Per richiedere il permesso per la partecipazione ai seminari di formazione sarà possibile presentare in segreteria, presso l'istituzione scolastica di servizio, il modello di richiesta permesso allegando copia della locandina.

 

Scarica la locandina

Scarica il modello di richiesta permesso

 

 Iniziative di formazione ai sensi del DM 177/00 - Direttiva 90/03 - SOGGETTI ACCREDITATI O RICONOSCIUTI COME QUALIFICATI

Scarica l'allegato

Seminario di studio su
“La legislazione scolastica nella normativa recente”

Rivolto a
DOCENTI, ATA, DSGA, DIRIGENTI, RSU

Biella 27 febbraio 2013
Aula Magna I.I.S. “Q. Sella” (Succursale di Città Studi)
Corso Pella 4– Biella Dalle ore 15:00 alle ore 19:00

DIRETTORE DEL CORSO:
Prof. Marcello Pacifico

NOMI DEI RELATORI:
Presidente nazionale ANIEF – Prof. Marcello Pacifico

ARGOMENTI TRATTATI
Mobilità, Cassa integrazione, Licenziamento, Progressione di carriera, Riconversione professionale, Blocco degli stipendi, Indennità di reggenza, Stabilizzazione dei precari, Formazione iniziale, Reclutamento, Pensioni, Impatto della spending review,
TFR, Scatti stipendiali, Concorso a cattedra

 

Il seminario, organizzato da soggetto qualificato per la formazione del personale della Scuola, dà diritto all’esonero dal servizio a docenti, dirigenti e personale ATA ai sensi della normativa vigente. 
Ai partecipanti sarà rilasciato il certificato di partecipazione.

Per richiedere il permesso per la partecipazione ai seminari di formazione sarà possibile presentare in segreteria, presso l'istituzione scolastica di servizio, il modello di richiesta permesso allegando copia della locandina.

 

 

 

 "La competenze e le abilità della funzione tutoriale, ai sensi dell'articolo 2, comma 3, punti A.1.2 dell'allegato A al D.M. 249".

 

 

Il corso, in modalità blended Modulo A  da 75 ore e Modulo B da 50 ore per un totale 125 ore, è rivolto a Docenti della scuola primaria e secondaria di primo e di secondo grado in servizio a tempo indeterminato da almeno 5 anni che aspirano a svolgere il ruolo di Tutor dei tirocinanti  nel Tirocinio Formativo Attivo (TFA) del nuovo percorso di formazione iniziale degli insegnanti delineato dal D.M. 10/09/2010 n. 249. 

Le sedi fissate per gli incontri residenziali sono NapoliPalermo e Verona. Altre sedi potranno essere stabilite al raggiungimento di un numero minimo di 15 iscritti. 

La frequenza del corso(MODULO A + MODULO B) per  gli iscritti ANIEF è di euro 150, (è possibile iscriversi all’atto della domanda di iscrizione al corso on-line). Il costo per i non iscritti all’ANIEF è di euro 300.  

ANIEF ha deciso di abbassare ulteriolmente la quota di adesione e di garantire ai partecipanti agevolazioni per l'acquisto di un volume di testo sulla figura del TUTOR TFA. Sarà possibile richiedere uno sconto del 40% su un manuale della casa editrice SIMONE. Il costo del libro ammonta a 23 euro, per i corsisti ANIEF il prezzo si riduce a euro 13,80.

Le iscrizioni sono aperte fino al giorno prima dell'inizio del corso. 

Per informazioni, scrivi a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure telefona al numero 091-593327

 

Scarica il programma del corso

Modulo di iscrizione

Modalità di iscrizione

 

 

 

INCONTRI IN PRESENZA EFFETTUATI

CITTA'  DATA SEDE

NAPOLI

 

11 NOVEMBRE                          

 

 

Università Pegaso, Centro Direzionale, Isola 3

 

 

PALERMO

 

21 E 22 NOVEMBRE 

  I.I.S.S. "Alessandro         Volta",Passaggio dei Picciotti, 1

 

VERONA 

  

 

11 NOVEMBRE

                            

  Sala Consiliare, Circoscrizione   5, via Benedetti 26/b  

 

CERTIFICAZIONI COMPETENZE MODULO A 

CITTA'  DATA SEDE     
 
NAPOLI 

                 

   16 DICEMBRE                          
 
 Libreria
"Libri e Professioni",
     via S. Brigida,
            n. 22/24              
                         
 
 
PALERMO
 
 

20 FEBBRAIO 

  

 I.I.S.S. "Alessandro   Volta",Passaggio dei Picciotti, 1

 
VERONA 
 
 
16 DICEMBRE 
 
                             
 
Biblioteca comunale 
quartiere Santa Lucia, via Mantovana, 66
 

 

 

 

 

CITTA'  DATA SEDE     
 
PALERMO 

                 

   26 FEBBRAIO                    
 
Segreteria Anief, corso Pietro Pisani, 254       
                         
 
 
 
 
 

 

  

 

 
 
 
 


  

 

È la conferma che occorre potenziare i progetti di orientamento didattico nelle classi terminali delle scuole medie e superiori.

In Italia l’orientamento scolastico non funziona proprio. A sostenerlo stavolta è il consorzio nazionale Almadiploma, che in queste ore ha pubblicato dei preoccupanti numeri sui giovani diplomati dei nostri istituti. Questi i dati: quasi un giovane su due uscito dalla scuola superiore è infatti pentito dell'indirizzo della scuola superiore che aveva prescelto pochi anni prima; di questi, circa il 25 per cento cambierebbe sia scuola che indirizzo; il 10 per cento confermerebbe il corso, ma non l’istituto; quasi la stessa percentuale sceglierebbe un diverso corso pur sempre nella stessa scuola.

“Questi dati – commenta Marcello Pacifico, presidente dell’Anief – confermano la necessità di potenziare i progetti di orientamento didattico. Sia quelli rivolti agli alunni della scuola secondaria di primo grado, spesso spaesati per le iscrizioni alla formazione superiore, sia quelli che dalle classi terminali delle superiori si proiettano nel mondo universitario, tecnico-superiore o lavorativo. Se la metà di loro si dice oggi pentito significa che, ovviamente, più di qualcosa non funziona. E che le famiglie hanno urgente bisogno di un supporto informativo, attraverso l’azione di tutor preparati per questo genere di attività”.

Fortunatamente, in soccorso dei genitori degli alunni e dei tanti istituti scolastici che ancora non hanno sviluppato adeguate forme di orientamento, possono venire una serie di attività che nascono proprio con questa finalità. Tra queste, l’Anief segnala l’interessante proposta realizzata dall'Associazione Eurosofia.

Eurosofia offre a tutti i docenti il corso per l'ottenimento della qualifica professionale di "Orientatore Didattico", in collaborazione con l'Università Pegaso. Il corso dà diritto all'iscrizione al Registro Nazionale orientatori ed è totalmente gratuito, escluse le sole spese amministrative per chi completa con successo l’attività laboratoriale. Il corso prevede, infatti, anche un'attività di laboratorio da svolgere presso le ultime classi della scuola media superiore, attraverso la somministrazione di questionari psico-attitudinali.

Per qualsiasi informazione o approfondimenti è possibile contattare: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 0916573784.

 

Seminario di studio su
“La legislazione scolastica nella normativa recente”

Rivolto a
DOCENTI, ATA, DSGA, DIRIGENTI, RSU

Bologna 2 febbraio 2013
Scuola Secondaria I. “Rolandino- Pepoli”
Sede Largo Lercaro , 14 – Bologna

Dalle ore 09:00 alle ore 13:00
DIRETTORE DEL CORSO:
Prof. Marcello Pacifico

NOMI DEI RELATORI:

Presidente Consiglio Nazionale Anief –Prof. Ettore Michelazzi

ARGOMENTI TRATTATI
Mobilità, Cassa integrazione, Licenziamento, Progressione di carriera,
Riconversione professionale, Blocco degli stipendi, Indennità di reggenza,
Stabilizzazione dei precari, Formazione iniziale, Reclutamento, Pensioni,
Impatto della spending review,
TFR, Scatti stipendiali, Concorso a cattedra
 

Il seminario, organizzato da soggetto qualificato per la formazione del personale della Scuola, dà diritto all’esonero dal servizio a docenti, dirigenti e personale ATA ai sensi della normativa vigente.
Ai partecipanti sarà rilasciato il certificato di partecipazione.

Per richiedere il permesso per la partecipazione ai seminari di formazione sarà possibile presentare in segreteria, presso l'istituzione scolastica di servizio, il modello di richiesta permesso allegando copia della locandina.
 

 

Scarica la locandina

Scarica il modello di richiesta permesso

 

L'Università degli studi di Palermo ha  pubblicato il 10 Dicembre 2012 l'avviso di selezione per personale docente da utilizzare per lo svolgimento di compiti tutoriali per i Tirocini Formativi Attivi. Il bando si riferisce al reclutamento dei docenti che svolgeranno il ruolo di Tutor coordinatori ed organizzatori dei percorsi di tirocinio formativo attivo, di cui all'art. 11, comma 2 e 4 del D.M. 249.

Scarica avviso

Scarica domanda

 

Si attendono adesso indicazioni per il reclutamento dei contingenti del personale scolastico necessario per lo svolgimento del compito di Tutor tirocinanti, ai sensi dell'art. 11, comma 3  del D.M. 249.

Invitiamo i docenti interessati a ricoprire il ruolo di cui sopra a iscriversi tempestivamente al corso "Le competenze e le abilità della funzione tutoriale, ai sensi dell'articolo 2, comma 3, punti A.1.2 al D.M. 249", per potere acquisire le competenze necessarie.

Per conoscere i titoli valutabili della figura docente tutor consulta il Decreto Ministeriale 8 novembre 2011.

 Affrettati: hai tempo fino a sabato 15 dicembre per pre-aderire ai corsi dell'Università Telematica Pegaso e usufruire delle agevolazioni riservate da ANIEF ai suoi Soci.

Scegli tra i Master, i Corsi di Perfezionamento e di Alta Formazione, quello che risponde alla tue esigenze e acquisisci, a partire da 250 euro, un titolo valutabile nelle GAE, nelle graduatorie interne di istituto, nei concorsi pubblici e nella progressione di carriera.

Il 15 dicembre 2012 rappresenta il termine ultimo per pre-aderire ai Corsi Pegaso a  condizioni vantaggiosi.

Clicca qui index.php?option=com_content&view=article&id=5809:formazione-universitaria-nuova-convenzione-eurosofia-ecp-pegaso per scoprire tutti i dettagli della convenzione e invia la domanda di pre-adesione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

Con nota 3 dicembre 2012, prot. n. 7799, il Miur ha pubblicato il decreto n. 192/2012, con cui si determina il numero di posti disponibili per gli a.a. 2012/13 e 2013/14 per la riapertura dei corsi biennali abilitanti di strumento musicale (classe di abilitazione A077).

Complessivamente sono previsti 1.128 posti ripartiti a livello regionale.

La nota n. 7799 del 3/12/2012

Il D.M. 192 del 29/11/2012

 

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie