Tutte le notizie

In pochi giorni dall'apertura del concorso a 800 posti di assistente giudiziario sono state inoltrate già 10.000 richieste di partecipazione, evento che potrebbe portare alla previsione di una specifica prova preselettiva che ridurrà a 3.200 unità i candidati. Eurosofia, in collaborazione con Edises, offre un supporto efficace, per prepararsi a tutte le fasi del concorso. Al costo di 49,54 euro, se iscritto Eurosofia/Anief riceverai i volumi più i test necessari con due omaggi.

Invia la richiesta a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .  E’ una promozione valida fino al 31/01/17.

I requisiti:

Il titolo di studio richiesto è il diploma di scuola superiore. Oltre al diploma, occorre essere cittadini italiani, avere un'età minima di 18 anni, godere dei diritti politici e civili, non avere avuto precedentemente problemi lavorativi con le pubbliche amministrazioni.

Prova preselettiva, quando e cosa studiare:

Una volta completato l'invio della domanda di partecipazione (la scadenza era il 22 dicembre 2016) non resta che studiare ed esercitarsi a partire dal materiale fornito da Eurosofia. Il 14 febbraio 2017 si saprà il calendario delle prove.

 Le prove scritte riguardano una serie di domande a risposta multipla su elementi di diritto pubblico ed elementi di diritto amministrativo.

Eurosofia, in collaborazione con Edises, offre un supporto efficace, che delinea il percorso per una preparazione efficace ed intensiva, che può aiutare a superare brillantemente il concorso. Considerata la tempistica serrata è indispensabile un’impostazione rigida per organizzare in modo sistematico e ben organizzato il proprio studio.

KIT COMPLETO di preparazione al Concorso per 800 Assistenti Giudiziari al prezzo agevolato solo per soci anief ed iscritti eurosofia - solo 41,96 euro anziché 52.70 euro entro il 31.01.2017.

Tra gli obiettivi primari, attraverso iniziative giudiziarie con i legali Anief: la perequazione interna per recuperare la RIA agli assunti dal 2001-02 (2mila € annui), il ripristino delle risorse tagliate al FUN dal 2011-12 (4mila € annui), ulteriori 30mila € di arretrati. Partecipa al primo seminario nazionale accreditato dal Miur, 4/5 febbraio 2017, Palermo. Avrai rimborso spese. Invia la domanda entro il 17.01 a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Già più di cento adesioni da tutta Italia. Nel frattempo, il Tribunale di Roma accoglie ancora due ricorsi su RIA per assunti 2008 e 2012: risarciti 50mila €. Per aderire ai ricorsi, clicca qui.

Se rappresentativi, nel nuovo CCNL chiederemo la perequazione esterna con gli altri dirigenti dell’area Istruzione e Ricerca e la riscrittura dei CIR illegittimi.

Il nuovo sindacato dei dirigenti scolastici aderisce a Confedir (Confederazione rappresentativa al tavolo della dirigenza pubblica per il triennio 2015-18) è stato creato per centrare un obiettivo ormai da tempo abbandonato dagli altri sindacati che hanno sottoscritto nell’ex area V il CCNL 2000-2001, dimenticando di trattare tutti i dirigenti allo stesso modo assunti negli anni successivi al 2001 come si evince nel CCNL 2002-2005 e 2006-2009, quando è stata archiviata la RIA che permette di conservare l’anzianità di servizio maturata precedentemente. Gli stessi sindacati non hanno contrastato, in maniera significativa, il taglio del 33% del FUN, nell’ultimo quinquennio, da cui si paga la retribuzione di posizione e di risultato con riflessi negativi nella contrattazione regionale.

Pertanto, risulta necessaria un’immediata e vincente azione giudiziaria che aumenti gli stipendi a regime e recuperi gli arretrati.

Vi è un anno di tempo per raggiungere la rappresentatività che si ottiene attraverso il superamento della soglia del 5% (500 deleghe), al 31 dicembre 2017. Tale obiettivo permetterà a Udir di avverare anche quanto dagli altri sempre promesso e mai ottenuto: la perequazione esterna che porterebbe ad aumenti stipendiali in media di almeno 23mila €, tanto più che vi è ora un’area unica della dirigenza dell’istruzione, dell’università e della ricerca, e l’annullamento degli atti unilaterali promossi dagli UU.SS.RR. come la riscrittura dei contratti firmati durante il taglio illegittimo del Fun dal 2011-12.

ISEE 2017, novità e come richiederlo: clicca qui per scaricare il file con la documentazione necessaria 

Al fine di accedere ad agevolazioni o prestazioni a sostegno del reddito è necessario presentare il modello ISEE, l’indicatore della situazione economica equivalente. In seguito alla riforma del 2015 il modello non scadrà dopo un anno dalla sua consegna, ma scadrà sempre il 15 gennaio dell’anno successivo a quello della presentazione, quindi, quelli emessi nel 2016 dovranno essere rinnovati per poter continuare ad accedere alle agevolazioni.

 I redditi di riferimento, presi in considerazione, sono quelli relativi al secondo anno precedente la domanda, mentre, i patrimoni sono quelli relativi l’anno precedente la stessa. Ma quale documentazione deve essere presentata? Per potere richiedere il modello ISEE sono necessari i seguenti dati:

·         saldo e giacenza al 31 dicembre 2016 (conti correnti e prepagate con iban)

·         redditi percepiti dell’anno 2015

·         eventuali buoni fruttiferi postali

·         certificati che attestano eventuali assicurazioni sulla vita

·         documento di identità di chi lo richiede

·         codici fiscali di tutti i componenti del nucleo familiare

·         stato di famiglia o sua autocertificazione

·         auto o moto intestate ai componenti del nucleo familiare

·         contratto di locazione se l’abitazione principale è in affitto

·         dati catastali inerenti a fabbricati o terreni intestati alle persone presenti nel nucleo familiare

Si comunica che domani 6 gennaio la segreteria Nazionale Anief sarà chiusa, le normali attività riprenderanno lunedì 9 Gennaio.

 

La formazione di tutti i docenti di una Scuola ed il miglioramento del singolo, creano un miglioramento complessivo dell’intera scuola. Da parte del Miur negli ultimi anni sono stati dati numerosi input di crescita ed incentivi economici per agevolare la riqualifica professionale e consentire alle scuole di raggiungere più agevolmente i propri obiettivi formativi.

Il “PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI 2016-2019” rappresenta il quadro di riferimento istituzionale per la formazione in servizio, la quale diventa “ambiente di apprendimento continuo”. Nel Terzo Capitolo si specifica l’importanza di formarsi per migliorare la propria scuola, e la valorizzazione delle risorse umane è uno degli aspetti più importanti: “È indispensabile avere a scuola persone di cultura, professionalmente preparate, consapevoli della loro responsabilità pubblica (OECD, 2011). Tuttavia non è solo il singolo insegnante, ma piuttosto l’insieme dei docenti a caratterizzare una scuola o un sistema di scuole e a determinarne la qualità. Il capitale professionale dei docenti è la risorsa immateriale che rende grande una scuola ed il suo paradigma è la cultura professionale collaborativa. Questa consapevolezza è rafforzata, nella pratica, da tre strumenti: il Piano Triennale per l’Offerta Formativa, il Piano di Miglioramento della scuola e il Rapporto di Autovalutazione (RAV).”

Eurosofia in collaborazione con l’Anief, individuando anticipatamente la complessità e gli aspetti ostici legati all’elaborazione di un Piano Individuale, mette a disposizione un team qualificato per offrire un servizio informativo ed un ausilio concreto per la stesura del vostro “Piano Individuale” che sia inerente alle vostre peculiarità e che esprima le vostre esigenze e le vostre priorità.

Contatti dei Coordinatori d’area settore RSU.

Per eventuali informazioni o consulenze rivolgersi al Coordinatore di

       area di apparteneza o alla Segreteria tecnica che provvederà ad inoltratre il questito:

 

Responsabile Campagna nazionale RSU

Giovanni Portuesi – Coordinatore Campagna RSU/Coordinatore Settore RSU – 328.1673121 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Coordinatori d’Area:

Giuseppe Faraci – Coordinatore RSU Area Nord (Piemonte, Liguria, Lombardia, FVG, Veneto, E. Romagna) - 339.5377929 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gianmauro Nonnis – Coordinatore RSU Area Centro (Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio, Sardegna, Umbria) - 327.7970642 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stefano Cavallini – Coordinatore RSU Area Sud (Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia) - 327.7970638 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovanni Portuesi Coordinatore RSU Area Sicilia - 328.1673121 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segreteria nazionale Settore RSU

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - 393.8279610/393.8769033

Roberto Lo Presti – Vice Coordinatore Settore RSU

Valentina Viviani- Comunicazione

Alessandro Barreca- Gestione dati e portale

Giuseppe Davide Caruso- Gestione dati e portale

Giuseppe Gullo– Consulenze

Recapiti telefonici: cell. 393.82.79.610 (da lun. a ven.  ore: 8.30 – 18.30)

 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

Le consulenze in presenza presso la Segreteria nazionale saranno effettuate previo appuntamento telefonico (393 8279610).

  Iscriviti alla nostra pagina RSU Anief


Tutti i ricorsi riguardanti i concorsi

Tutti i ricorsi riguardanti il TFA

Tutti i ricorsi riguardanti i precari

Tutti i ricorsi riguardanti i il personale di ruolo

\ \\ 1 'v 2 ' 3 ' 4 ' 5' 6 '  7 \' '

c \ ' \' \\'

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie 

  • ATA
  • RSU
  • Seminari