Tutte le notizie

Alla luce delle recenti sentenze della Corte di Cassazione, (ex plurimis nn. 22556 e 22558) è stato accertato il diritto dei precari ad avere la stessa retribuzione del personale di ruolo (primo scatto di anzianità dopo 2 anni di supplenza pari a una mensilità in più per ciascun anno) e un risarcimento da 1 a 12 mensilità per l’abuso dei contratti a termine dopo i 36 mesi su posti al 31/08 o 30/06 sul
medesimo istituto, cosi’ come l’integrale riconoscimento del servizio pre-ruolo nella ricostruzione di carriera rispetto al congelamento attuale di una parte di esso dopo il 4° anno di servizio a tempo determinato.

Partecipa all’evento per essere informato sulle importanti
novità che ti riguardano!

Palermo
IPSSAR “P. Piazza” Corso dei Mille, 181
6 dicembre 2016 – dalle 15.00 alle 18.00

Intervengono: Avv. Fabio Ganci, Avv. Walter Miceli

Per partecipare scrivere all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
inserendo nome cognome, numero di telefono e scuola di servizio.

Scarica la locandina

 

Ancora un “sì” per l'Anief in tribunale sul diritto al riconoscimento del punteggio nelle operazioni di mobilità per il servizio svolto nelle scuole paritarie. Gli Avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli e Denis Rosa vanno nuovamente a segno contro il MIUR e ottengono ragione per una nostra iscritta anche presso il Tribunale del Lavoro di Treviso con un provvedimento esemplare che specifica nuovamente come “l'esclusione del punteggio, ai fini della mobilità, per il servizio prestato nella scuola paritaria, differentemente di quanto accade per il servizio prestato nella scuola statale, si pone come esorbitante il limite della legge” e, dunque ritiene nulla la previsione contrattuale. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): “Non avevamo dubbi sulla fondatezza delle nostre ragioni: il Ministero dell'Istruzione ha nuovamente commesso un'illegittimità che solo il nostro sindacato ha evidenziato e contestato sin da subito. Non permetteremo più queste discriminazioni sia per le operazioni di mobilità, sia per le graduatorie interne d'istituto sia, soprattutto, ai fini della ricostruzione di carriera e abbiamo attivato uno specifico ricorsoper tutelare i diritti dei lavoratori e ottenere sempre la valorizzazione del loro percorso professionale svolto nelle scuole paritarie”.

Secondo le ultime indiscrezioni dal Miur, i posti sono 1221. E’ il primo concorso da quando è stato istituito il ruolo del direttore dei servizi generali ed ammnistrativi. Un’équipe di esperti del settore con corsi on-line e in presenza ti guiderà per la preparazione all’esercizio di una professione che è divenuta sempre più complessa nella scuola dell’autonomia. 

Si tratta di una posizione assolutamente indispensabile al funzionamento amministrativo, contabile e organizzativo delle scuole. Nell’ambito delle proprie competenze, definite nel relativo profilo professionale, e nell’ambito altresì delle attribuzioni assegnate all’istituzione scolastica, il Direttore dei servizi generali e amministrativi è tenuto a svolgere funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati e agli indirizzi impartiti con le presenti direttive.

Compito del DSGA è vigilare costantemente affinché ogni attività svolta dal personale ATA sia diretta ad assicurare l’unitarietà della gestione dei servizi amministrativi e generali della scuola in coerenza e strumentalmente rispetto alle finalità ed obiettivi dell’istituzione scolastica, in particolare del Piano dell’Offerta Formativa.

Contraddistinguersi nel mondo del lavoro è ora più che mai di fondamentale importanza.

La Legge 107/2015 prevede l’attuazione di un cambiamento sostanziale e di una rimodernizzazione degli approcci didattici, l’incremento delle attività laboratoriali nonché di nuove competenze linguistiche ed informatiche.
Ogni docente avrà la possibilità di valorizzare le attitudini personali e di potenziare le sue competenze ed abilità scegliendo in base alle esigenze e obiettivi da raggiungere nei differenti ambiti previsti dal Ptof (Piano dell’offerta formativa).
La formazione è divenuta il fulcro della nuova riforma scolastica, che deve essere permanente, obbligatoria e continuativa

Il Piano della Formazione dei docenti 2016/2019 ha definito gli ambiti all’interno dei quali i docenti potranno perfezionare il loro curriculum ed accrescere il loro bagaglio culturale, esperienziale e didattico e diversificare le modalità di apprendimento per creare aggregazione e rendere più dinamica l’attività fuori e dentro la classe.
Istruire chi deve crescere implica l’esigenza di far crescere chi deve istruire”.
Eurosofia offre la possibilità di aggiornare ogni singolo profilo professionale e di acquisire competenze in aree differenti.
La nostra ampia offerta formativa risponde alle più svariate esigenze di crescita professionale ed ampliamento delle competenze.

Eurosofia propone corsi di formazione da erogare sia singolarmente in modalità elearning, attraverso la nostra piattaforma informatica, sia in forma collettiva attraverso l’attivazione di percorsi che prevedono anche incontri in presenza all’interno degli istituti scolastici, a seguito della stipula di apposito protocollo di intesa.
Ogni Dirigente Scolastico individua gli ambiti formativi e le competenze da potenziare all’interno del proprio istituto, in linea con le indicazioni previste dal Ministero attraverso il “Piano della Formazione dei docenti 2016/2019”.
Eurosofia progetta, in base alle esigenze della scuola e in raccordo con essa, un piano di formazione che risponda alle esigenze emerse all’analisi dei fabbisogni dell’istituto. E’ possibile, pertanto, creare ulteriori percorsi formativi attivando anche corsi specifici, non ancora presenti nella nostra attuale offerta formativa.

Perché scegliere Eurosofia?


v  Metteremo a vostra disposizione un team di formatori esperti dalla comprovata e pluriennale esperienza
v  I corsi in modalità e-learning vengono erogati attraverso una piattaforma costantemente in aggiornamento ed estremamente intuitiva
v  I corsi sono chiari e facilmente integrabili con l’ordinaria attività scolastica e professionale
v  In piattaforma, i nostri formatori risponderanno all’interno di un forum alle vostre richieste;
v  Consulenza gratuita per la scelta di un personale piano formativo annuale (da svolgere entro settembre 2017) o triennale (da svolgere entro settembre 2019), in base alle esigenze, peculiarità e specificità richieste dall’istituto scolastico di appartenenza

Un catalogo formativo per tutte le esigenze

I corsi sono stati progettati per soddisfare le esigenze formative previste dai 9 ambiti individuati per la formazione obbligatoria dei docenti dal piano nazionale di formazione triennale 2016/2019:
v  Autonomia didattica e organizzativa
v  Valutazione e miglioramento
v  Didattica per competenze e innovazione metodologica
v  Competenze digitali e nuovi ambienti di apprendimento
v  Lingue straniere
v  Scuola e lavoro
v  Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile
v  Inclusione e disabilità
v  Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale

PER LA NOSTRA OFFERTA FORMATIVA

Contatti dei Coordinatori d’area settore RSU.

Per eventuali informazioni o consulenze rivolgersi al Coordinatore di

       area di apparteneza o alla Segreteria tecnica che provvederà ad inoltratre il questito:

 

Responsabile Campagna nazionale RSU

Giovanni Portuesi – Coordinatore Campagna RSU/Coordinatore Settore RSU – 328.1673121 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Coordinatori d’Area:

Giuseppe Faraci – Coordinatore RSU Area Nord (Piemonte, Liguria, Lombardia, FVG, Veneto, E. Romagna) - 339.5377929 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gianmauro Nonnis – Coordinatore RSU Area Centro (Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio, Sardegna, Umbria) - 327.7970642 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stefano Cavallini – Coordinatore RSU Area Sud (Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia) - 327.7970638 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovanni Portuesi Coordinatore RSU Area Sicilia - 328.1673121 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segreteria nazionale Settore RSU

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - 393.8279610/393.8769033

Roberto Lo Presti – Vice Coordinatore Settore RSU

Valentina Viviani- Comunicazione

Alessandro Barreca- Gestione dati e portale

Giuseppe Davide Caruso- Gestione dati e portale

Giuseppe Gullo– Consulenze

Recapiti telefonici: cell. 393.82.79.610 (da lun. a ven.  ore: 8.30 – 18.30)

 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

Le consulenze in presenza presso la Segreteria nazionale saranno effettuate previo appuntamento telefonico (393 8279610).

  Iscriviti alla nostra pagina RSU Anief


Tutti i ricorsi riguardanti i concorsi

Tutti i ricorsi riguardanti il TFA

Tutti i ricorsi riguardanti i precari

Tutti i ricorsi riguardanti i il personale di ruolo

\ \\ 1 'v 2 ' 3 ' 4 ' 5' 6 '  7 \' '

c \ ' \' \\'

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie 

  • ATA
  • RSU
  • Seminari