1180-ricorso-ds-3b 1

Inserimento in GaE

A seguito dei decreti di commissariamento del MIUR ottenuti presso il Consiglio di Stato dai legali Anief, il MIUR ha fornito agli Ambiti Territoriali specifiche istruzioni con la nota n. 5237 del 24 febbraio 2016 in cui stabilisce l'attribuzione ai ricorrenti aventi diritto dei posti residuati dalle operazioni di immissioni in ruolo decretate in base alla legge n. 107/2015.

L'Ambito Territoriale di Torino, tra i primi a mettere in moto la macchina che esegue senza indugio le disposizioni dei Giudici e che interpreta in modo impeccabile le disposizioni ministeriali ottenute dall'Anief, ha pubblicato oggi specifica nota di convocazione in cui riconosce a tutti i docenti collocati in posizione utile all'immissione in ruolo e correttamente inseriti nelle Graduatorie a Esaurimento provinciali, il giusto contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Tre sentenze trasmesse oggi dal Tribunale del Lavoro di Vicenza danno piena ragione all'Anief e confermano il diritto dei docenti in possesso di diploma magistrale conseguito entro l'a.s. 2001/2002 a essere inseriti nelle Graduatorie a Esaurimento valide per la scuola dell'Infanzia e della scuola Primaria. Gli Avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli, Tiziana Sponga e Maria Maniscalco proseguono la loro battaglia in tribunale e ottengono piena ragione contro il Ministero dell'Istruzione che da sempre ha discriminato questa categoria di docenti abilitati escludendoli illegittimamente dalle GaE e dalle procedure di immissione in ruolo.

L'intervento del commissario ad acta, a seguito dei decreti‎ monocratici emanati dal Consiglio di Stato e delle note del giovane sindacato, produce i primi importanti effetti sulle nomine a tempo indeterminato: anche i docenti ricorrenti del gruppo cosiddetto “12 maggio” ottengono giustizia. Perché ai precari beneficiari delle ordinanze n. 5497/3951, 5495/3952, 5490/3901 e 5493/3900, i direttori degli Uffici Scolastici Regionali dovranno ora garantire la puntuale esecuzione dei provvedimenti e assegnare anche la loro immissione in ruolo.

Marcello Pacifico (presidente nazionale Anief): disponendo l’assegnazione dei ruoli sulla base del punteggio posseduto da tutti i ricorrenti beneficiari di provvedimento - definitivo o cautelare - favorevole all’inserimento in GaE a pieno titolo, il Ministero ha dato indicazione ai direttori degli Usr di provvedere ad una puntuale verifica delle posizioni e dei punteggi di tutti gli aspiranti ai fini della loro convocazione. Così, grazie all'Anief, centinaia di insegnanti saranno ancor una volta assunti nonostante il Parlamento, col Milleproroghe, abbia deciso di bloccare l'aggiornamento delle GaE.

Il Tribunale del Lavoro di Vicenza ha accolto il reclamo avverso l'ordinanza sfavorevole emanata dallo stesso organo giudicante qualche mese fa e che negava il diritto dei docenti in possesso di diploma magistrale abilitante all'inserimento nelle Graduatorie a Esaurimento. Gli Avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli, Tiziana Sponga e Nicola Zampieri ottengono un risultato determinante per i nostri iscritti a Vicenza facendo cambiare l'indirizzo precedentemente espresso dai giudici vicentini e ottenendo un'ordinanza di pieno accoglimento che dà torto al MIUR e concede ai ricorrenti la possibilità di produrre domanda di inserimento nelle Graduatorie d'interesse.

Un importante passo avanti quello ottenuto dai legali Anief riguardo l’annosa vicenda del diritto all’inserimento in GaE dei docenti in possesso di abilitazione all’insegnamento conseguita tramite il corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria: a seguito dell’udienza pubblica tenutasi lo scorso 17 dicembre su ricorso 7884/2014 patrocinato per l’Anief dall’Avv. Irene Lo Bue, il TAR del Lazio, infatti, ha trasmesso ieri la relativa Ordinanza in cui comunica la sua decisione di richiedere formalmente al Ministero dell’Istruzione ulteriori chiarimenti sul motivo per cui il Decreto Ministeriale di aggiornamento delle Graduatorie a Esaurimento non consente l’inserimento dei ricorrenti nella loro qualità di docenti abilitati dopo l’anno accademico 2010/2011 a seguito della iscrizione e frequenza dei corsi di laurea in Scienza della Formazione Primaria negli anni accademici 2008/2009 – 2009/2010 – 2010/2011. Marcello Pacifico: “Ora il MIUR dovrà arrampicarsi sugli specchi”.

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie