News Formazione 2018

È fondamentare ascoltare e monitorare con cura i giovani per vincere sfide educative di oggi.

La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, in occasione delle due giornate di ascolto e dibattito che si sono svolte a Roma il 19 ed il 20 Novembre, per esporre le attività le iniziative del Gruppo sull’adolescenza istituito dalla Ministra e guidato da Anna Serafini.

Da maggio ad oggi il Gruppo ha svolto otre 70 audizioni raccogliendo sollecitazioni e proposte.

Fra queste proprio la costituzione dell’Osservatorio che, come ha spiegato la Ministra, “potrà svolgere azioni di studio, di rilevazione e creare rapporti annuali che possano orientare gli interventi legislativi e di sistema, con la collaborazione di tutte le componenti del quadrilatero educativo: famiglia, scuola, istituzioni, associazioni-società. La corresponsabilità educativa è imprescindibile, anche per questo, martedì 21 novembre, sarà rinnovato il Patto di corresponsabilità educativa tra scuole e famiglie per sancire in modo più formale e concreto la necessità di una alleanza forte fra scuola e famiglia”.

Il fine di queste attività è quello di creare una sinergia d’intenti ed una collaborazione che metta gli adolescenti nelle condizioni di affrontare questa complessa fase di vita con il giusto sostegno.

La Ministra ha sottolineato: “Perché tutto questo porti frutto, inutile dirlo, è necessario che i percorsi messi in campo siano condivisi con le famiglie. Non a caso proprio domani verrà rilanciato il Patto di corresponsabilità educativa tra scuole e famiglie: è un passo fondamentale per sancire in modo più formale e concreto la necessità e l’importanza di un’alleanza educativa forte, che metta al centro i diritti, le esigenze e i sogni delle nuove generazioni”.

Tra le numerose problematiche quelle più frequenti sono sicuramente i disturbi dell’alimentazione, diffusissime nel periodo adolescenziale, nel quale i corpi subisco un cambiamento repentino e spesso viene a mancare un bagaglio emozionale ed esperienziale adeguato ad una sana gestione delle pulsioni e dei bisogni fisiologici. Nella gestione della classe, la condivisione degli spazi e dei tempi, palesa i disturbi alimentari e le tendenze di estremizzare privazioni ed eccessi tipici di tale fase di crescita.

Tali nevrosi sono frequenti, Eurosofia, ha ritenuto, pertanto, indispensabile creare un corso di aggiornamento specifico per tali disturbi con lo scopo di fornire ai docenti gli strumenti più efficaci per sostenere gli alunni che soffrono di tali patologie.

Scegli di implementare le tue competenze con il corso di aggiornamento professionale riconosciuto dal Miur:

“I disturbi dell’alimentazione: relazione educativa e gestione della classe”.

Il bando di concorso a dirigente scolastico sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale a brevissimo. Saranno quindi, definite le tempistiche e le modalità del concorso.

La prova preselettiva, che sarà attivata solo quando si avrà contezza del numero di candidati, e si svolgerà sulla base di una batteria di domande che saranno pubblicate per tempo. Si tratterebbe di una batteria di 4mila quesiti, pubblicati 20 giorni prima della prova.

Di questi 4mila quesiti ne saranno scelti 100 a cui rispondere in 100 minuti.

Concediti maggiori chances di successo, affidando la tua preparazione a formatori qualificati, selezionati con cura da Eurosofia per la loro pluriennale esperienza e per le loro abilità metodologiche.

Saranno attivati a partire dal mese di dicembre, incontri in presenza nella seguenti città: Bari, Catania, Milano, Palermo, Roma Torino, 5 incontri da 4 ore ciascuno.

Gli incontri in presenza, tenuti da dirigenti scolastici altamente qualificati, consentiranno di acquisire nozioni, competenze ed abilità gestionali, di problem-solving, strutturali e di leadership per orientare nel modo più adeguato i candidati e agevolarli nel superamento della prova preselettiva in linea con lo schema di regolamento emanato dal MIUR.

 

Per info sulle sedi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Articolazione e durata del corso

Il corso, è articolato in moduli, si svolge in modalità e-learning, attraverso video-registrazioni (disponibili 24 ore su 24), la consultazione e lo studio di dispensecon approfondimenti semplici e schematici sugli argomenti oggetto del concorso ed esercitazioni con circa 400 items a risposta multipla.

Ha una durata complessiva di 250 ore di cui: 200 ore online + 10 ore di videoregistrazioni + 40 ore di studio in autoapprendimento attraverso il manuale cartaceo e l'e-book con le modifiche introdotte dalla Legge 107/2015. E’ prevista l’organizzazione di corsi in presenza per approfondimenti tematici rivolti a gruppi formati da almeno 15 persone. 

Costi

 

 

Scegli il Corso di Eurosofia “BES/DSA per una scuola di qualità per tutti.   

Scegli un corso che ti consenta di acquisire nuove abilità e nuove capacità di problem-solving per rendere la tua classe un ambiente accogliente per tutti, non ostile,  dove siano tutti a loro agio ed imparare possa essere un momento d’aggregazione piacevole ed efficace che non sia percepito da nessuno come difficoltoso.

Il numero di studenti con diagnosi di disturbi specifici dell’apprendimento e in generale con bisogni educativi speciali (B.E.S.) è significativamente aumentato negli ultimi anni. Tali disturbi dell’apprendimento compromettono in modo significativo il rendimento scolastico, se non si attivano strategie metodologiche e didattiche più efficaci a ridurre il disagio e le conseguenze psicologiche negative negli studenti portatori di questi bisogni speciali. Grazie alla normativa che si sta sforzando sempre più di trovare soluzioni per queste tipologie di alunni, le singole scuole hanno posto in essere al proprio interno una serie di azioni mirate a progettare protocolli per l’accoglienza e per la realizzazione dell’inclusione. Il corso si propone di fornire conoscenze/competenze sulla normativa di riferimento, le metodologie di intervento, le misure compensative e dispensative, strategie per favorire il riconoscimento e la valorizzazione delle abilità e competenze di questi alunni.

Il corso si propone di:

• Sviluppare la capacità di strutturare una risposta efficace alle esigenze formative degli studenti con BES/DSA in termini metodologici e didattici

• PrendereincaricoleproblematichedeiBES/DSAnell’otticadell’inclusività

• Sensibilizzare formatori ed educatori nell’applicazione degli strumenti compensativi e dispensativi per gli alunni con BES/DSA

Durante il confronto oltre ad una ricognizione delle risorse, si è parlato delle tematiche che le attività formative dovranno affrontare, nel corso della seconda annualità del Piano di Formazione.

L’Amministrazione, al riguardo, ha sottolineato che si dovranno programmare attività formative relative ai seguenti temi:

 

Scegli il corso di aggiornamento professionale di Eurosofia “Bullismo e Cyberbullismo: pericoli in rete e social network” riconosciuto dal Miur e partecipa alla “I Giornata Nazionale sulle Dipendenze Tecnologiche e Cyberbullismo”.

Eurosofia si prodiga, da anni, per sensibilizzare e formare, i docenti ed il personale scolastico, per contrastare e prevenire gli episodi di cyberbullismo e bullismo all’interno delle scuole.

Un docente che crea un rapporto di fiducia con i suoi allievi, è in grado di intercettare e prevenire tali fenomeni, coinvolgendo nei casi in cui fosse necessario anche le famiglie o con l’ausilio di figure specializzate.  Spesso intervenire tempestivamente, può davvero fare la differenza e può salvare un alunno da traumi che possono lasciare il segno o in casi estremi anche dal suicidio.

Chi si occupa di educazione e di società, non può non aver ormai compreso come il terzo “comunicatore” sia la rete  e tutti gli strumenti che la tengono in vita. “Navigare” in Internet può essere pericoloso per chi non è abituato, per chi lo vuole scoprire e per chi, come i bambini ed i ragazzi, si avvicinano per le prime volte al computer ed al web. La Rete sembra aver avviato una sorta di "democratizzazione" sia del crimine sia delle motivazioni per cui viene commesso. E, spesso, come nel caso di situazioni gravi in cui sono coinvolti minori, essa da una parte favorisce, dall’altra nasconde, annullando la percezione della realtà nella creazione di un mondo virtuale dove tutto è possibile, fino alla dipendenza, fino alla tragedia. Il corso intende favorire la messa in pratica di attività di supporto e sostegno nella gestione in ambito affettivo, scolastico e familiare delle forme di “abuso” di Internet Il corso si propone di:

• Sensibilizzare formatori ed educatori relativamente al fenomeno del bullismo e Cyberbullismo: variabili personali e contestuali

• Fornire spunti di riflessione per la progettazione e realizzazione di interventi di prevenzione e contrasto del bullismo e cyberbullismo

• Sviluppare la capacità di riconoscere gli indicatori che segnalano che gli studenti sono “caduti nella trappola della rete”

Approfondisci l’argomento ed amplia le tue competenze con il Corso di Eurosofia.

Diventa il referente della tua scuola per contrastare tali fenomeni.

Tutti gli istituti scolastici dotati di un animatore digitalehanno diritto all’erogazione di un contributo annuale di 1.000 euro.  Le scuole che non ne abbiano ancora individuato uno, dovranno provvedere entro il prossimo 31 dicembre, pena la restituzione del contributo concesso.

Con la nota n. 36983 del 6 novembre 2017, il Miur ha reso noto che sono in corso le procedure per la ripartizione del contributo annuale di 1.000,00 euro a favore delle istituzioni scolastiche che si siano dotate di un proprio animatore digitale, come previsto dall’azione #28 del Piano nazionale per la scuola digitale.

La cifra stanziata servirà per supportare e sviluppare progettualità nei seguenti 3 ambiti. formazione interna, coinvolgimento della comunità scolastica, creazioni di soluzioni innovative e sarà utilizzabile nel corso dell’anno scolastico 2017-2018, rendicontazione dovrà essere conclusa entro il 15 settembre 2018.

Per sollecitare l’individuazione di una figura specifica alle scuole sarà re-inviata l’e-mail con le indicazioni per l’accesso all’applicativo per l’aggiornamento o l’inserimento dell’animatore digitale o dei componenti del Team per l’innovazione.

L’utilizzo dell’importo è oggetto di uno scrupoloso monitoraggio. Saranno analizzate tutte le attività svolte che dovranno essere rendicontate al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

Ad oggi, circa 8.000 scuole si sono dotate di un proprio animatore digitale e potranno, quindi, beneficiare del contributo previsto dalla citata azione #28.

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie