contatti

Da questa sezione, in continuo aggiornamento, è possibile accedere e scaricare la normativa scolastica, anche la più recente, e la contrattazione nazionale che regola i rapporti di lavoro nella scuola. Possibile scaricare, anche, la piattaforma sindacale e contrattuale Anief per conoscere le novità, le proposte, i successi e le nuove azioni di tutela di cui il nostro giovane sindacato vuole farsi portavoce sia ai tavoli della trattativa, sia nel dialogo continuo instaurato con il parlamento e il governo italiano.

VAI ALLA SEZIONE CONTRATTI COLLETTIVI

VAI ALLA SEZIONE CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA

VAI ALLA SEZIONE NORMATIVA SCOLASTICA

VAI ALLA SEZIONE ANIEF IN PARLAMENTO

L'Anief offre ai propri iscritti le istruzioni e le informazioni per una corretta e più agevole navigazione sul nostro sito e per accedere ai più comuni servizi offerti direttamente online agli interessati.

Da questa sezione è possibile scaricare le guide sull'uso del portale Anief e, inoltre, si potrà accedere facilmente al servizio di consulenza online dedicata per poter fornire assistenza a quanti dovessero necessitare di informazioni e chiarimenti sui servizi Anief e sulle problematiche del mondo scuola.

VAI ALLA GUIDA SULL'USO DEL PORTALE PER I SOCI ANIEF

VAI ALLA GUIDA SU COME ISCRIVERSI AL SINDACATO ANIEF

VAI ALLA GUIDA SU COME ADERIRE AI RICORSI ANIEF

VAI ALLE FAQ

VAI AL SERVIZIO DI CONSULENZA ON-LINE ANIEF

L'Anief, nel corso degli anni, ha dimostrato una particolare capacità di analisi delle varie problematiche della scuola e si è presto trasformata in opinion leader della stampa tutta, qualità che il sindacato tradizionale aveva perso. L'informazione a beneficio di tutti i lavoratori della scuola e di quanti abbiano a cuore la scuola pubblica italiana è un servizio che il nostro sindacato offre quotidianamente con notizie, aggiornamenti, approfondimenti sull'intero panorama che riguarda il “mondo scuola”.

“Abbiamo sempre portato avanti e diffuso le nostre idee con coerenza – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief - spesso sacrificando scelte a medio termine più fruttuose, ma abbiamo sempre agito con la convinzione che il rispetto dei diritti dei lavoratori e dei principi costituzionali ed eurounitari dovessero costituire allo stesso tempo principio e fine delle nostre azioni. La corretta informazione e un approccio critico e consapevole alle problematiche della scuola sono una base imprescindibile per chi, come noi, lavora nel mondo della formazione, della ricerca e dell'istruzione”.

VAI ALLE NEWS ANIEF

VAI ALLA SEZIONE LA STAMPA SCRIVE

VAI ALLA RASSEGNA STAMPA ANIEF

Con la raggiunta rappresentatività, l'Anief si è ormai imposta come “nuova voce” nel panorama sindacale italiano e grazie ai candidati RSU sparsi su tutto il territorio nazionale e ai TAS che stanno offrendo la loro collaborazione, il nostro giovane sindacato è certo di poter accrescere sempre più la propria incisività anche con azioni mirate nelle singole scuole. 

“L'Anief offre alle proprie RSU e ai TAS un servizio di assistenza e consulenza dedicata - spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – e nel ringraziare gli iscritti, gli elettori e i collaboratori Anief per lo storico traguardo raggiunto della rappresentatività, assicuro a chi ci ha dimostrato fiducia che la nostra azione sindacale sarà portata avanti sempre con maggiore determinazione e impegno per raggiungere, insieme, l'obiettivo di una scuola più giusta”.

VAI AI CONTATTI DEL SETTORE RSU ANIEF

VAI AL MODELLO PER DIVENTARE TERMINALE ASSOCIATIVO ANIEF

VAI ALLA SEZIONE DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE RSU/TAS

L'Anief, Associazione professionale e sindacale, promuove azioni legali mirate alla tutela dei diritti dei lavoratori della scuola precari e di ruolo e da anni, ormai, è riuscita a inserirsi con determinazione, con competenza e con successo nel dibattito culturale e giurisprudenziale del nostro sistema di Istruzione. La nostra associazione sindacale ritiene indispensabile, infatti, quando il Ministero si dimostra “sordo” alle richieste di rispetto della normativa e dei diritti dei lavoratori, promuovere azioni forti per rivendicare i propri diritti anche, se necessario, intentando cause specifiche presso i competenti tribunali.

L'Anief, dunque, offre ai propri iscritti azioni legali mirate garantendo la competenza e la professionalità del proprio ufficio legale e offrendo un servizio in convenzione anche con studi legali presenti su tutto il territorio nazionale per la risoluzione di problematiche differenti sia per quanto riguarda il contenzioso seriale, sia per quello individuale promosso presso Tar, Consiglio di Stato, Corte dei Conti, Giudice del Lavoro, Corte di Cassazione e  Corte costituzionale.

Marcello Pacifico (Anief): “Non è un caso che tante azioni legali Anief di successo siano, ora, punto di riferimento per la nuova interpretazione della normativa interna – troppo spesso dimentica dei dettami eurounitari - e abbiano ottenuto risultati concreti che nel corso degli anni hanno modificato lo stesso modo di “fare sindacato”; l'Anief non ha mai temuto, infatti, di rivendicare anche nelle aule dei tribunali i diritti negati quando il legislatore o l'amministrazione si mostravano irremovibili e i giudici, molto spesso, ci hanno dato piena ragione”. 

Vail alla guida per aderire ai ricorsi

Vai alla sezione ricorsiVai alla sezione ricorsi

Nella scuola ci sono circa 250 mila lavoratori che non insegnano, ma che svolgono ogni giorno un preziosissimo lavoro indispensabile alla didattica e all’organizzazione scolastica: sono gli assistenti amministrativi, i tecnici di laboratorio, i collaboratori scolastici e i Dsga, i Direttore dei servizi generali e amministrativi. Lo Stato continua però a negare loro gli elementi più naturali nel rapporto di lavoro: il turn over, i passaggi periodici di profilo professionale, la formazione e l’aggiornamento adeguato, l’accesso riservato ai pubblici concorsi. Per superare questa situazione di stallo, l'Anief si impegna costantemente con azioni sindacali e legali finalizzate a valorizzare finalmente la categoria che, in assoluto, anche secondo l’Aran, percepisce gli stipendi più bassi del pubblico impiego, addirittura in calo rispetto agli ultimi anni.

Per il personale ATA precario che ha superato i trentasei mesi di servizio, comprensivi di proroghe e rinnovi, indipendentemente dai periodi di interruzione, secondo l'Anief è necessario dar luogo all’assunzione a tempo indeterminato in ottemperanza a quanto previsto dalla Direttiva 1999/70/CE del Consiglio del 28 giugno 1999. Ciò avverrebbe, in particolare, come risposta definitiva al problema del precariato scolastico e al contenzioso oggetto della procedura d’infrazione n. 2014/4231 pendente presso la Commissione europea sulla violazione da parte dello Stato italiano della normativa comunitaria dei contratti a termine, prevedendo ovviamente l’allargamento della norma al personale ATA oltre che per il personale delle Accademie e dei Conservatori.

A livello stipendiale, l'Anief sostiene da sempre la necessità di ripristinare sin da subito le fasce di posizioni stipendiali del personale scolastico precedenti a quelle indicate dalla Tabella A allegata al CCNL Scuola del 4/8/2011. Per il personale supplente temporaneo, va riconosciuto il compenso individuale accessorio come determinati nel CCNL 2016/2018 in ossequio a quanto recentemente stabilito dalla Corte di Cassazione e al fine di non porre in essere discriminazioni tra lavoratori, soprattutto tra quelli a tempo determinato e indeterminato. Per gli stessi motivi, Anief ritiene necessario prevedere, anche a beneficio del personale ATA di ruolo e precario,  il bonus formazione riconosciuto con la “carta docente” al solo personale docente di ruolo, utile per la formazione obbligatoria cui anche il personale ATA è sottoposto.

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, ritiene fondamentale, inoltre, introdurre “i profili di coordinatore tecnico e amministrativo delle segreterie, peraltro previsti dal legislatore ma mai attivati. Non sono mai stati organizzati, neanche, i corsi di formazione dei dipendenti di ruolo graduati che hanno partecipato ai passaggi verticali nel 2010 e che pertanto non sono mai stati assunti nella qualifica superiore, mentre si rende necessario attivare una nuova procedura di reclutamento su tutti i profili considerati i molti posti vacanti e disponibili da anni”.

VAI ALLA PIATTAFORMA ANIEF PER IL PERSONALE ATA

 

VAI ALLE NEWS PER IL PERSONALE ATA

 

VAI AI RICORSI ANIEF PER IL PERSONALE ATA

L'Anief, sin dalla sua nascita, ha deciso di tutelare i diritti di tutti i lavoratori della scuola e del personale docente  precario e di ruolo per valorizzare, promuovere i professionisti dell'Istruzione e della Ricerca e per salvaguardare e migliorare la Scuola e l'Università pubblica.

Per troppo tempo le figure dell’insegnante, dell'educatore e del ricercatore sono state definite nei termini contrattuali e percepite dall’opinione pubblica per il loro solo carattere impiegatizio,  senza tener conto della funzione strategica dell’Istruzione e della Ricerca per la crescita del Paese. Secondo l'Anief non è possibile pensare di abbandonare a se stesse le nuove generazioni senza una formazione sempre più specialistica e completa soltanto perché il docente è considerato “un numero in più” nella catena dei dipendenti dell’Amministrazione. Non è in gioco l’interesse di una categoria, ma l’esistenza stessa della cultura senza cui viene meno il concetto di civiltà, di Stato.

Fine dell'associazione Anief, dunque, è restituire dignità alla professione dell’insegnante aumentandone le risorse finanziarie dietro debita valutazione al di là della specificità disciplinare o delle funzioni ricoperte (introduzione di una carriera e di un’area di contrattazione separata tra docenti e ATA), investire nella formazione iniziale universitaria (valorizzazione della specializzazione a tutti i livelli, dal reclutamento alla ricostruzione di carriera) e continua, incrementando vocazioni e attitudini, combattendo la precarietà come stile culturale perché a parità di prestazioni il valore si misura nel merito e non nella natura contrattuale del rapporto di lavoro (parità di diritti nel C.C.N.L. tra docenti a tempo determinato e indeterminato a tutti i livelli, dagli scatti di stipendio, alle assenze, alla mobilità), ridare un ruolo, una motivazione, una prospettiva professionale ai docenti e agli educatori che giornalmente da silenti servitori dello Stato contribuiscono alla sua crescita culturale, valorizzare le eccellenze ed eliminare quei clientelismi e corporativismi che hanno squalificato il mestiere dell’insegnamento, offrire a tutti i cittadini il diritto ad una migliore istruzione pubblica e una reale opportunità di promozione sociale senza alcuna discriminazione.

Portando avanti tali propositi, l’Anief, Associazione professionale e sindacale è riuscita a inserirsi con determinazione, con competenza e con successo nel dibattito culturale, parlamentare e giurisprudenziale del nostro sistema di Istruzione degli ultimi 10 anni.

“Chiediamo ai docenti e agli educatori – conclude Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief - di non seguirci soltanto nelle iniziative culturali o sindacali promosse, nella lettura dei documenti pubblicati, con semplici iscrizioni o impegnative deleghe, ma soprattutto di partecipare attivamente alla promozione di strategie che mettano i professionisti della Scuola e dell’Università al centro di un adeguato dibattito e di una positiva decisione politica. Chiediamo, ed è questa la nostra vera aspirazione, che tutti i professionisti dell'istruzione riscoprano attraverso la nostra azione sindacale e di tutela, la vocazione ad essere magistri vitae”.

VAI ALLA PIATTAFORMA ANIEF PER IL PERSONALE DOCENTE

 

VAI ALLE NEWS PER IL PERSONALE DOCENTE

 

VAI AI RICORSI ANIEF

L'Anief, sindacato da sempre attento alla formazione e all'informazione di tutto il personale scolastico, offre e organizza per i propri iscritti seminari gratuiti informativi sulla legislazione scolastica, sulle novità normative del mondo scuola e sui diritti dei lavoratori della scuola spesso negati dall'Amministrazione.

“La vocazione del nostro sindacato – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief - è quella di diffondere tra i lavoratori della scuola la “coscienza di sé” intesa come coscienza dei propri diritti e della normativa che regola il rapporto di lavoro alle dipendenze del Ministero dell'Istruzione. Solo un lavoratore informato può essere veramente un lavoratore consapevole e la nostra azione di diffusione delle informazioni, ormai da anni, ha riscosso successo proprio per la professionalità e la competenza con cui viene svolta. Dietro c'è sempre, da parte dei nostri formatori, uno studio attento e critico della normativa, sia essa recente o risalente, che non dimentica mai il confronto con l'Europa e con le nuove frontiere del diritto scolastico”.

VAI AI SEMINARI ANIEF SUI CONCORSI

 

VAI AI SEMINARI ANIEF SULLA LEGISLAZIONE SCOLASTICA

 

VAI AI SEMINARI ANIEF SULLA MOBILITA'

 

VAI AI SEMINARI ANIEF PER I NEOASSUNTI

Anief, ormai da anni, si avvale della convenzione con l'Ente di formazione Eurosofia, accreditato Miur, per fornire ai propri iscritti corsi utili alla formazione in servizio e all'aggiornamento della propria professionalità con un'offerta formativa sempre aggiornata e attenta ai bisogni del personale della scuola sia esso precario o di ruolo, docente o ATA.

VAI AI CORSI EUROSOFIA

DOVE SIAMO

La nostra struttura copre tutte le regioni italiane.
Siamo presenti in tutte le province.

SCOPRI ADESSO!

500x500 TFA V ciclo

 

500X500 ASSEMBLEE SINDACALI3

500x500 computer based

500x500 master pegaso

500x500 programmazione in python1

500x500 docenti privi di sostegno ok

500x500 concorso infanzia primaria new

62023995 2247286978712445 7424570502712131584 n

380x380 circolare supplenze