News Formazione 2018

Si attende solo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale: 2004 posti vacanti su ottomila, per una posizione fondamentale nella gestione amministrativa, contabile e organizzativa delle istituzioni scolastiche. Atteso da molti anni, rappresenta una grande opportunità per chi desidera intraprendere una nuova avventura professionale. Per il reclutamento dei nuovi DSGA scegli il corso strutturato da Anief in collaborazione con Eurosofia e acquisisci competenze tecnico-pratiche, amministrative e di problem-solving. 

 

Clicca qui per iscriverti o per pre-aderire: https://www.eurosofia.it/mod/page/view.php?id=5257

Il Miur ha comunicato ai sindacati di aver già inviato la richiesta di autorizzazione al Mef per bandire il concorso. I titoli d’accesso sono quelli indicati nella tabella B allegata al CCNL: diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, sociali o amministrative, economia e commercio; diplomi di laurea specialistica (LS) 22, 64, 71, 84, 90 e 91; lauree magistrali (LM) corrispondenti a quelle specialistiche ai sensi della tabella allegata al D.I. 9 luglio 2009.

Oltre al personale in possesso dei suddetti titoli, possono partecipare, in deroga agli stessi, gli assistenti amministrativi che, alla data del 1° gennaio 2018, abbiano maturato almeno tre anni interi di servizio negli ultimi otto nelle mansioni di direttore dei servizi generali ed amministrativi.

Tale concorso costituisce un’ottima opportunità sia per coloro che hanno comunque svolto negli ultimi anni le medesime mansioni, sia per chi desidera intraprendere una differente attività lavorativa. La qualità di un’istituzione scolastica è assolutamente correlata ad una buona gestione e alla capacità di leadership dei Dsga.

È stata pubblicata una prima ipotesi in merito allo svolgimento delle prove. Si presume vi siano questionari relativi a: contabilità, inglese e informatica, coerentemente con le mansioni da svolgere e gli aspiranti Dsga dovranno molto probabilmente svolgere un periodo di tirocinio.

Con il Regolamento si stabiliranno natura delle prove concorsuali e modalità di svolgimento delle stesse. Ceripnews ipotizza come potrebbe svolgersi il concorso: una prova preselettiva articolata con domande a risposta multipla il cui numero (100 o 200) sarà in ragione delle domande di partecipazione; una prova scritta relativa al diritto amministrativo e a quello pubblico, alla contabilità di Stato e alla contabilità degli istituti scolastici; una prova orale tesa a verificare il grado di conoscenza da parte dell’aspirante Dsga del Regolamento di contabilità, del decentramento amministrativo, del rapporto di lavoro del personale del comparto scuola, delle norme di sicurezza, del nuovo codice della privacy, ma anche la conoscenza di una lingua stranieri (inglese) e il grado di competenza nell’uso delle apparecchiature delle applicazioni informatiche di ultima generazione; possibile anche il tirocinio sul campo.

Anief ed Eurosofia, da anni impegnate nella tutela dei diritti e nella formazione di tutto il personale della scuola, intendono fornire un percorso formativo all’avanguardia per il superamento delle prove. Il corso di formazione che prepara al superamento del concorso per DSGA prevede un programma intensivo suddiviso in quattro moduli per un totale di 20 ore in presenza al raggiungimento di 15 partecipanti e l’apertura di una specifica piattaforma online per la preparazione e l’approfondimento a distanza.

Il costo del corso è di 200 euro per gli iscritti Anief e 300 per i non iscritti. Il programma del corso è in via di definizione.

Per avere maggiori informazioni, per completare la registrazioni o per pre-aderire al corso è sufficiente contattarci allo 091-7098311/357 oppure inviare un’email all’ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Clicca qui per iscriverti o per pre-aderire: https://www.eurosofia.it/mod/page/view.php?id=5257

Fino al 31 agosto 2018 non si avevano riferimenti certi in merito agli importi rimasti inutilizzate hanno saputo con certezza quale fosse il destino delle cifre residue.

Come regolamentato dalla normativa vigente, (DPCM 28 novembre 2016) il bonus 500 euro, erogato annualmente ai docenti di ruolo delle scuole statali, ha una durata biennale. Le somme devono, pertanto essere utilizzate entro il 31 agosto dell’anno scolastico successivo a quello in cui sono state erogate.

Tuttavia, già nel mese di giugno c’era stata la rassicurazione da parte del Ministero di poter spendere le somme anche in seguito.

Individua anticipatamente gli ambiti formativi nei quali acquisire nuove competenze e scegli i corsi di qualità di Eurosofia: https://www.eurosofia.it/mod/page/view.php?id=8850

Dal 1° settembre le funzionalità della carta docente sono state sospese.  Messaggio Miur

Sul sito http://cartadeldocente.istruzione.it è stato pubblicato, a conferma di quanto detto precedentemente il seguente messaggio:

Si segnala che i portafogli dei docenti già registrati verranno momentaneamente disattivati e gli importi dei buoni prenotati e non spesi verranno annullati d’ufficio ed attribuiti al residuo dell’anno scolastico 2016/2017 e 2017/2018

La Carta del docente è uno degli argomenti all’ordine del giorno dell’incontro Miur sindacati di oggi.

il Governo interverrà sulla questione del bonus con un emendamento al Milleproroghe che sarà in Aula dall’11 settembre. Si suppone che la possibilità di utilizzare le risorse inutilizzate relative al primo bonus erogato, sia prorogata al 31 dicembre 2018.

Prosegue l’azione informativa e formativa per contrastare la dipendenza tecnologica ed i fenomeni di bullismo e cyberbullismo. Vuoi acquisire nuove abilità e competenze specifiche nel campo delle dipendenze tecnologiche e cyberbullismo ed utilizzare un innovativo modello terapeutico ed efficaci strumenti di prevenzione? “Corso di alta formazione sulle dipendenze tecnologiche” di Eurosofia e l’associazione “Di te” si terrà a Spinea (Ve) 21-22 settembre/ 12-13 ottobre. Iscriviti subito:https://www.eurosofia.it/mod/page/view.php?id=8294

 

Eurosofia, ente accreditato dal MIUR per l’erogazione della formazione del personale scolastico ai sensi della direttiva 170/2016,  in collaborazione con l’Associazione nazionale Dipendenze tecnologiche, Gap e Cyberbullismo  “Di-te”, organizzano, a Spinea (Ve) un corso di formazione intensivo di 4 giorni (suddivisi in due weekend),  rivolto ai docenti, psicologi e pedagogisti. Il corso si svolgerà a SPINEA (VE) a LA VILLA INCANTATA, via Crea 50.  È necessario perfezionare l’iscrizione entro il 18 settembre 2018; il corso è a numero chiuso.

Tre giornate intensive con professionisti di altissimo livello per affrontare i differenti aspetti e le implicazioni psicologiche e sociali legate all’utilizzo dei nuovi strumenti di comunicazione. Durante gli incontri saranno affrontate tematiche e i diversi aspetti afferenti alle nuove addiction che si insinuano lentamente sotto forma di abitudini reiterate e saranno fornite indicazioni per la prevenzione, il contrasto, e protocolli strutturati da psicologi esperti. I prestigiosi docenti del corso sono: Dott.ssa Roberta Bruzzone, il Dott. Giuseppe Lavenia, il Prof. Emanuele Frontoni ed il Dott. Alberto Pellai.

Il corso costituisce un’Importante occasione di confronto e di scambio per chi ha scelto di formarsi su questo argomento sul quale si sta ponendo particolare attenzione, dopo spiacevoli episodi di cronaca che si sono susseguiti negli ultimi anni. È appurato che l’utilizzo scriteriato e non mediato degli strumenti tecnologici provoca dipendenze e forme di emarginazione molto pericolose.

La Rete sembra aver avviato una sorta di "democratizzazione" sia del crimine sia delle motivazioni per cui viene commesso. E, spesso, come nel caso di situazioni gravi in cui sono coinvolti minori, essa da una parte sembra essere un meraviglioso antidoto alla solitudine, dall’altra nasconde, annullando la percezione della realtà nella creazione di un mondo virtuale dove tutto è possibile, fino alla dipendenza, fino alla tragedia. Per ovviare a ciò, è necessaria un’educazione emotiva ed una fruizione moderata; tra gli argomenti in programma sarà affrontato con particolare attenzione il bullismo giovanile. La scuola non deve occuparsi soltanto dell’istruzione ma anche della tutela psicologica e morale dei giovani. Intervenire tempestivamente, con l’ausilio di figure professionali esperte, può risolvere i conflitti ed il disagio in modo indelebile, senza troppe implicazioni psicologiche ed emotive.

Un docente che crea un rapporto di fiducia con i suoi allievi è in grado di intercettare e prevenire tali fenomeni, coinvolgendo nei casi in cui fosse necessario anche le famiglie, con l’ausilio di figure specializzate. Intervenire tempestivamente può davvero fare la differenza e salvare un alunno da traumi che possono lasciare il segno o in casi estremi anche portare al suicidio. Èfondamentale contrastare la violenza ed il #bullismo negli istituti scolastici: la prevenzione passa attraverso un’adeguata educazione emotiva e l’insegnamento di valori fin dalla prima infanzia.

Il Decreto Dignità prevede l’istituzione di un concorso specificatamente rivolto alle classi di concorso di infanzia e primaria. Tale concorso non sarà selettivo; il punteggio è composto da 70 punti per i titoli e 30 per la prova orale di natura didattico-metodologica. Tra i titoli valutabili ci sono il superamento di concorsi precedenti e altre abilitazioni di livello universitario. Non sarà assegnato nessun punteggio aggiuntivo ai docenti già assunti in ruolo.

Invia la tua preadesione al seguente link: https://www.eurosofia.it/mod/page/view.php?id=8885

Si stima siano circa 12 mila i posti messi a bando. Per quanto riguarda l’indizione del reclutamento, la procedura riguarderà tutte le regioni. Qualora il decreto fosse approvato senza modifiche, il concorso straordinario sarà articolato in una prova orale di natura didattico-metodologica e nella valutazione dei titoli. Il concorso straordinario è rivolto ai docenti della scuola dell’infanzia e primaria ed è riservato ai diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 e ai laureati in Scienze della Formazione Primaria. Per partecipare sono necessari i seguenti requisiti: abilitazione all’insegnamento conseguita tramite corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia, e diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia; aver svolto, nel corso degli ultimi otto anni almeno due annualità di servizio specifico, anche non continuative, su posto comune o di sostegno, presso le istituzioni scolastiche statali.

La partecipazione al concorso straordinario relativamente ai posti di sostegno è consentita a coloro i quali siano in possesso dei succitati requisiti più il titolo di specializzazione.

Eurosofia ti offre l’opportunità di affrontare le prove orali del concorso straordinario con gli strumenti e le competenze più efficaci. Ti supporta nella tua preparazione attraverso un corso mirato ed intensivo che fornisce ai candidati gli strumenti adeguati per affrontare l’esame con sicurezza. Il percorso prevede approfondimenti di carattere pedagogico-didattico-metodologico, nonché aspetti giuridici rilevanti per la formazione professionale del docente.

La metodologia scelta da Eurosofia prevede l’affiancamento della modalità e-learning che il corsista gestirà in totale autonomia, senza vincoli di orari e sulla nostra piattaforma online intuitiva e costantemente aggiornata e dei webinar di supporto, durante i quali si potrà interagire con un formatore attraverso una chat condivisa. Nei webinar si affronteranno i temi teorico-metodologici generali relativi alla didattica e verranno fornite le linee guida per sostenere in maniera corretta e strutturata il colloquio.

Per informazioni chiama i numeri 091 7098311/357 - 3928825358, oppure invia un’email a   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Impiega il tuo tempo libero per implementare le competenze, acquisire titoli spendibili per la tua formazione professionale: la diversità culturale è una risorsa straordinaria per i complessi processi di crescita della comunità e degli individui. Eurosofia, sempre attenta ai mutamenti sociali e alla formulazione di corsi conformi alle esigenze formative dei docenti, rimodula e reinventa le metodologie e gli approcci didattici: ha strutturato un percorso formativo specifico dal titolo “Intercultura a scuola”. Iscriviti ora: https://www.eurosofia.it/mod/page/view.php?id=8183

 

In una società che si trasforma rapidamente, nella quale le contaminazioni linguistiche e culturali sono incessanti, è fondamentale rinnovare gli obiettivi e le scelte per la propria carriera, preparare i professionisti alla versatilità, valorizzando il “melting pot” e agevolando i docenti per l’acquisizione di un curriculum rispondente alle richieste del mercato del lavoro.

La funzione fondamentale dell'educazione interculturale è quello di una convivenza costruttiva: comporta non solo l'accettazione ed il rispetto di tradizioni e mondi differenti dal proprio paradigma individuale, ma anche il riconoscimento della sua identità culturale nella quotidiana ricerca di dialogo, di comprensione, di collaborazione, in una prospettiva di reciproco arricchimento.

Dunque, l'educazione interculturale è ormai una condizione strutturale. La funzione di un processo educativo è soprattutto quella di mediare fra le culture differenti di cui sono portatori gli alunni: diviene una fondamentale occasione di scambio e di confronto fra differenti modelli.

Approfitta dell’estate e del tempo libero per la tua formazione!

Iscriviti ai nostri corsi webinar:

  1. 1.     Interculturalità a scuola e competenze trasversali: nuovi orizzonti di apprendimento  
  2. 2.     Bullismo e cyberbullismo: pericoli in rete e social network 

Entrambi si svolgeranno a settembre. 

Utilizza la Carta Docente per l’acquisto di corsi di qualità!

Modalità di svolgimento 

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie