News Formazione 2018

Diventa una beffa l’esito della selezione nazionale bandita nel 2016. Ammesso che non venga applicata la decadenza delle graduatorie di merito, è stato infatti calcolato che per entrare di ruolo negli insegnamenti di determinate discipline, come l’Inglese, e di alcune regioni del Sud e del Centro, dove è più sensibile il calo demografico, ci vorranno rispettivamente 26 e 49 anni. Con 16 vincitori che saranno “archiviati”. Andrà solo leggermente meglio a chi si è imposto per insegnare Storia e Filosofia: dovrà attendere qualcosa come 19 anni, con altri 29 “archiviati”. La lentezza delle assunzioni, tra l’altro, diventa una vera beffa, dopo che la scorsa estate, grazie all’azione dell’Anief, il Consiglio di Stato ha sentenziato a favore dei docenti della secondaria reputati idonei ma esclusi dalle graduatorie di merito, chiedendo agli Uffici Scolastici Regionali di riformulare delle nuove graduatorie dei concorsi, comprendenti gli “idonei oltre la soglia del 10%”.

Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Purtroppo nella scuola non è una novità vincere un concorso e rimanere al palo per anni e anni, ma stavolta si è stabilito un record. Tra l’altro, il personale sa bene che può incorrere in questo rischio ed ora si spiega anche perché, di recente, uno su quattro dei docenti abilitati non ha presentato domanda di partecipazione. Ma questo spiega anche perché diversi coordinamenti dei precari Tfa-Pas, Estero hanno aderito allo sciopero della fame e allo sciopero nazionale voluto da Anief per oggi e domani. Anziché puntare tutto su formule concorsuali deficitarie, bisogna assolutamente riaprire le GaE approvando un decreto d’urgenza: questa è l’unica urgente ancorché parziale soluzione.

 

 

Per la formazione dei docenti è stata istituita la piattaforma S.O.F.I.A. Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di aggiornamento dei docenti. Attraverso la piattaforma telematica tutti gli insegnanti di ruolo hanno la possibilità di scegliere tra una serie d’iniziative formative proposte nel catalogo online dalle Scuole e dagli enti formatori accreditati dal Miur ai sensi della direttiva 170/2016 tra i quali troverete anche Eurosofia e potrete scegliere tra i tantissimi nostri corsi quelli idonei alle vostre esigenze e che ottemperino alle richieste del vostro istituto scolastico.

 

 

Come confermato ufficialmente sulla gazzetta ufficiale di martedì 24 aprile, la prova preselettiva per il concorso DS si svolgerà il 23 luglio prossimo alle 10.00 nelle sedi che il Miur renderà note entro il 6 luglio con relativa assegnazione dei candidati in ordine alfabetico. La nuova data della prova annulla la precedente già fissata per il 29 maggio e rinvia di conseguenza al 27 giugno la pubblicazione della batteria di 4mila quiz tra i quali saranno estrapolati i 100 della prova concorsuale.

 

 

Dall'Università Pegaso del capoluogo campano, in collegamento streaming, l'organizzazione sindacale affronterà i temi vicini ad un milione di lavoratori chiamati al rinnovo delle RSU il 17-18-19 aprile: presentati 8mila candidati all'interno di 5.000 liste.

Marcello Pacifico (presidente Anief): di fronte alla volontà di procedere rapidi su stato giuridico e merito, c’è bisogno di un nuovo sindacato, forte, che sia anche rappresentativo e portavoce delle istanze del personale della scuola, da valorizzare e non più da mortificare: per questo abbiamo lanciato l’hastag #perunascuolagiusta.

Il 16 aprile 2018 alle ore 15.00 clicca al seguente link per seguire la diretta:https://youtu.be/WCCfznsFjgE

È conto alla rovescia per il rinnovo delle Rsu per un milione di lavoratori che operano nella scuola italiana: tra meno di un mese sono in programma le elezioni dei rappresentanti dei lavoratori e l'Anief, il primo dei sindacati non rappresentativi, il 16 aprile 2018 presenta il suo programma elettorale a Napoli, all'Università Pegaso, in collegamento streaming dalle ore 15.00 alle ore 16.30.

Attraverso l'Anief Day, il giovane sindacato, che arriva a questo appuntamento dopo aver presentato 8mila candidati all'interno di 5.000 liste nelle varie scuole, intende portare all'attenzione dell'opinione pubblica le elezioni RSU 2018, le quali mai come quest'anno saranno decisive per la categoria.

Dall'Università Pegaso del capoluogo campano, in collegamento streaming, l'organizzazione sindacale affronterà i temi vicini ad un milione di lavoratori chiamati al rinnovo delle RSU il 17-18-19 aprile: presentati 8mila candidati all'interno di 5.000 liste.

Marcello Pacifico (presidente Anief): di fronte alla volontà di procedere rapidi su stato giuridico e merito, c’è bisogno di un nuovo sindacato, forte, che sia anche rappresentativo e portavoce delle istanze del personale della scuola, da valorizzare e non più da mortificare: per questo abbiamo lanciato l’hastag #perunascuolagiusta.

Il 16 aprile 2018 alle ore 15.00 clicca al seguente link per seguire la diretta: https://youtu.be/WCCfznsFjgE

È conto alla rovescia per il rinnovo delle Rsu per un milione di lavoratori che operano nella scuola italiana: tra meno di un mese sono in programma le elezioni dei rappresentanti dei lavoratori e l'Anief, il primo dei sindacati non rappresentativi, il 16 aprile 2018 presenta il suo programma elettorale a Napoli, all'Università Pegaso, in collegamento streaming dalle ore 15.00 alle ore 16.30.

Attraverso l'Anief Day, il giovane sindacato, che arriva a questo appuntamento dopo aver presentato 8mila candidati all'interno di 5.000 liste nelle varie scuole, intende portare all'attenzione dell'opinione pubblica le elezioni RSU 2018, le quali mai come quest'anno saranno decisive per la categoria.

Come da programma elettorale, l’Anief è pronta a rivedere il contratto collettivo nazionale 2016/18, al fine di riconoscere la parità di trattamento economica e giuridica tra personale precario e di ruolo, tutto il servizio pre-ruolo nella ricostruzione di carriera o nei passaggi di ruolo senza temporizzazione, i nuovi profili di collaboratori scolastici, assistenti tecnici e amministrativi, il primo gradino stipendiale ai neo-assunti (CCNI 4 agosto 2011), la mobilità senza blocchi o vincoli e il servizio prestato nella paritaria (CCNI 2018). Grazie alla presenza ai tavoli confederali, il sindacato ha anche intenzione di cambiare gli attuali accordi che non recuperano l’indennità di vacanza contrattuale (INTESA 30 novembre 2016) e non interrompono la trattenuta del 2,5% in regime di TFR (ACCORDO 30 luglio 1999). Con le RSU e le RSA Anief presenti in ogni scuola, ci si opporrà anche alla sottoscrizione dei contratti d’istituto laddove interessi particolari saranno anteposti al diritto nazionale e comunitario e alle fondamentali regole di trasparenza, merito, efficienza ed efficacia della Pubblica Amministrazione.

Per questi motivi, di fronte alla volontà di procedere rapidi, c’è bisogno di un nuovo sindacato, forte, che sia anche rappresentativo e portavoce delle istanze del personale della scuola, da valorizzare e non più da mortificare: a tal fine l’Anief  ha anche #perunascuolagiusta che non è soltanto un hashtag ma un impegno preso da tutta la dirigenza Anief", spiega il presidente della nazionale Anief Marcello Pacifico.

L'Anief Day sarà fruibile da tutti via internet collegandosi con il sito internet dell'Anief oppure con quello della rivista on line Orizzonte Scuola o attraverso il canale youtube: https://youtu.be/WCCfznsFjgE

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie