contatti

Riforma "Buona Scuola"

Carta del docente 500 Euro per la formazione ai DOCENTI PRECARI

RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO AVVERSO LA MANCATA ASSEGNAZIONE DELLA CARTA DI 500 EURO PER LA FORMAZIONE AL PERSONALE DOCENTE PRECARIO.

Continua ad essere negato il diritto per il personale docente precario all'accesso al bonus di 500 Euro in violazione della Direttiva Comunitaria 1999/70/CE. 

Il ricorso si prefigge lo scopo di far ottenere a tutti i docenti precari della scuola statale l'accesso alla Carta di 500 Euro per la formazione concessa solo ai docenti a tempo indeterminato. 

Requisiti:

Può aderire al presente ricorso il personale docente precario con uno o più contratti al 30 giugno o al 31 agosto a partire dall'anno scolastico 2015/2016.

Può aderire anche:

- il personale assunto con incarico TD da GPS utile per l'immissione in ruolo ai sensi del DL 73/2021;

- il personale immesso in ruolo da concorso straordinario dal 1/9/2021 con retrodatazione della decorrenza giuridica al 1/9/2020 ai fini del recupero della carta spettante per l'a.s. 2020/2021. 

Modalità di preadesione:

Per poter preaderire al ricorso è necessario espletare la procedura di iscrizione all'ANIEF e seguire le specifiche istruzioni di invio dei documenti necessari per l'effettiva adesione al ricorso riportati nella Scheda Dati con QR Code che potrà essere scaricata al termine della procedura di preadesione online.

E' necessario, inoltre, che il ricorrente invii al più presto tramite raccomandata A/R al Ministero dell'istruzione, la DIFFIDA predisposta da ANIEF (CLICCA QUI PER SCARICARLA). Si raccomanda di conservare una copia della diffida e la ricevuta di spedizione della raccomandata.

Costi di preadesione:

La preadesione al ricorso ha un costo di: 0,00€

Costi e Servizi:

NB:  La preadesione a questo ricorso è gratuita. I ricorsi sono riservati ai soli iscritti ANIEF. Il mancato rinnovo/perfezionamento dell’iscrizione comporta la decadenza della convenzione con il legale e la conseguente cessazione delle tariffe agevolate destinate ai soci ANIEF; in questo caso, il ricorrente potrà continuare l’iter del ricorso, ma il legale assegnato potrà richiedere il pagamento di parcella per la propria prestazione professionale in base alle normali tariffe professionali vigenti. 

I costi per l'effettiva proposizione del ricorso presso il Giudice del Lavoro saranno regolati dalla specifica convenzione che sarà stipulata dopo la valutazione di procedibilità della singola situazione e all’atto della firma del mandato al legale. La convenzione sarà improntata al riconoscimento di condizioni particolarmente vantaggiose per il nostro iscritto. 

Il Contributo Unificato, se dovuto, sarà a carico del ricorrente.

Casi particolari:

Nota bene:

ATTENZIONE: prima di procedere con l'invio della preadesione online al ricorso, verificare i propri dati anagrafici inseriti nel Profilo Utente.

Per verificare i tuoi dati puoi cliccare anche qui 

 

Pre adesioni aperte.

Effettua il login per aderire, se non sei iscritto puoi farlo al seguente link.