contatti

Diploma magistrale

Ricorso per ottenere retrodatazione ruolo 2020/2021 docenti già immessi in ruolo in anni precedenti

RICORSO PER OTTENERE LA RETRODATAZIONE GIURIDICA DEL RUOLO PER I DOCENTI GIA' DI RUOLO CHE HANNO OPTATO PER NUOVO RUOLO 2020/2021 E VOGLIONO RIVENDICARE IL DIRITTO AL RICONOSCIMENTO GIURIDICO DEGLI ANNI DI SERVIZIO SVOLTI CON IL PRIMO CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO IN MODO DA SUPERARE IL VINCOLO QUINQUENNALE SULLA SEDE DI TITOLARITA' IMPOSTO DALLA NORMATIVA AI NEOIMMESSI 2020/2021

Il ricorso si propone di rivendicare il diritto al riconoscimento giuridico di tutto il precedente servizio a tempo indeterminato (anche se "con riserva" per ricorso pendente) per i docenti che erano già di ruolo e che hanno optato per nuova immissione in ruolo 2020/2021 nella medesima classe di concorso e tipo posto. Ottenendo la retrodatazione giuridica della nuova immissione in ruolo il docente sarà sottoposto alla precedente normativa che NON prevedeva il blocco di 5 anni nella sede di titolarità e potrà presentare domanda di trasferimento/assegnazione provvisoria/utilizzazione.

Requisiti:

Docenti già di ruolo negli anni scorsi che hanno optato per nuovo ruolo 2020/2021 e vogliono rivendicare il diritto alla retrodatazione giuridica della loro immissione in ruolo 2020/2021 e il loro diritto a essere sottoposti alla precedente normativa che NON prevedeva il blocco di 5 anni nella sede di titolarità 2020/2021.

Per ricorrere, è necessario presentare su Istanze OnLine, ENTRO IL TERMINE INDICATO DAL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, regolare domanda di trasferimento. Il ricorso sarà proposto al momento del diniego della lavorazione della domanda di mobilità essendo docente neoimmesso in ruolo 2020/2021.

Il servizio di ruolo prestato per precedente immissione da GaE va dichiarato nella sezione degli anni di ruolo dell'Allegato D, specificando tutte le informazioni necessarie e inserendo, anche, la dicitura “servizio svolto per PRECEDENTE ruolo conseguito da GaE”.

Nella parte iniziale dell’Allegato D, inoltre, oltre a indicare di aver assunto effettivo servizio nel ruolo di attuale appartenenza dal 1° settembre 2020, e dopo aver indicato la procedura concorsuale del NUOVO ruolo conseguito nel 2020, è necessario aggiungere la specifica “e di essere stato precedentemente immesso in ruolo da Graduatorie a Esaurimento sul medesimo grado di istruzione e tipo posto dal ______” (inserire la data della presa di servizio nel PRIMO ruolo conseguito da GaE).

Ricordiamo che la domanda deve essere presentata su Istanze on line entro il termine di scadenza indicato dal ministero. ESLUSIVAMENTE nel caso in cui il sistema dovesse impedire l’accesso alla domanda di mobilità (ad esempio, se il sistema restituisce un messaggio di mancanza autorizzazione ad accedere alla procedura), si deve provvedere alla compilazione e all’invio della domanda cartacea - sempre entro i termini di scadenza - scaricando i modelli cartacei relativi alla propria posizione. La domanda e i relativi allegati dovranno essere inviali a mezzo PEC o raccomandata a/r alla scuola, all'Ambito territoriale provinciale e all'Ufficio Scolastico Regionale di titolarità. I modelli ministeriali sono reperibili a questo link: https://www.miur.gov.it/web/guest/modulistica1

Modalità di preadesione:

Possono preaderire al ricorso i docenti in regola con l'iscrizione Anief o che si iscriveranno all'atto dell'adesione al ricorso. 

Costi di preadesione:

La preadesione al ricorso ha un costo di: 0,00€

Costi e Servizi:

NB:  La preadesione al ricorso è gratuita. I ricorsi sono riservati ai soli iscritti ANIEF. Il mancato rinnovo/perfezionamento dell’iscrizione comporta la decadenza della convenzione con il legale e la conseguente cessazione delle tariffe agevolate destinate ai soci ANIEF; in questo caso, il ricorrente potrà continuare l’iter del ricorso, ma il legale assegnato potrà richiedere il pagamento di parcella per la propria prestazione professionale in base alle normali tariffe professionali vigenti.

All'atto dell'avvio dell'effettivo ricorso, e dopo la disamina GRATUITA di procedibilità dello stesso, al ricorrente sarà sottoposta una specifica convenzione con i legali che sarà stipulata all’atto della firma del mandato e che sarà improntata al riconoscimento di condizioni particolarmente vantaggiose per il nostro iscritto.
 
Il Contributo Unificato, se dovuto, sarà a carico del ricorrente e potrà essere restituito in caso di vittoria su disposizione del giudice.

Casi particolari:

Nota bene:

ATTENZIONE: prima di procedere con l'invio della preadesione online, verificare i propri dati anagrafici inseriti nel Profilo Utente.

Per verificare i tuoi dati puoi cliccare anche qui 

 

Pre adesioni aperte.

Effettua il login per aderire, se non sei iscritto puoi farlo al seguente link.