contatti

Tutte le notizie

 

L'ANIEF è soggetto qualificato per la formazione del personale della Scuola ai sensi della direttiva n. 90/2003.

·           Corso di formazione online rivolto al personale docente in servizio e agli aspiranti candidati alla professione di insegnante
·           - 
·           Definizione dei posti disponibili a livello nazionale per le immatricolazioni ai corsi di TFA per l'a.a. 2011/12  - Tabelle A e B
·           Requisiti per accedere al TFA 
         Requisiti per accedere in sovrannumero al TFA 
·           Dal 06 al 31 luglio 2012
 FAQ
·           Il vademecum 
·           Offerta formativa Anief
Altri corso ANIEF di formazione riguardanti il TFA
·         
·         Corso ANIEF di formazione TFA Blended (iscrizioni chiuse)
·         Corso di formazione “Le competenze e le abilità del docente Tutor del TFA (Tirocinio Formativo Attivo)”  -
Il corso è rivolto Docenti che aspirano a svolgere il ruolo di Tutor dei tirocinanti nel Tirocinio Formativo Attivo (T F A) del nuovo percorso di formazione iniziale degli insegnanti

 

 

(come da Decreto Direttoriale del 23 aprile 2012, n. 74)
06/07/2012
·         10:00 A038
·         15:30 A058
09/07/2012
·         10:00 A036
·         15:30 A112
·         15:30 A047
10/07/2012
·         10:00 A546 [accorpata]
·         10:00 A545 [accorpata]
·         15:30 A033
11/07/2012
·         10:00 A446 [accorpata]
·         10:00 A445 [accorpata]
·         15:30 A020
13/07/2012
·         10:00 A245 [accorpata]
·         10:00 A246 [accorpata]
·         15:30 A042
17/07/2012
·         10:00 A029 [accorpata]
·         10:00 A030 [accorpata]
·         15:30 A072
18/07/2012
·         10:00 A051
·         15:30 A057
19/07/2012
·         10:00 A039
·         15:30 A071
·         15:30 A111
20/07/2012
·         10:00 A017
·         15:30 A016
23/07/2012
·         10:00 A019
·         15:30 A034
·         15:30 A846
24/07/2012
·         10:00 A048
25/07/2012
·         10:00 A043 [accorpata]
·         10:00 A050 [accorpata]
·         15:30 A013
26/07/2012
·         10:00 A052
·         15:30 A113
·         15:30 A059
27/07/2012
·         10:00 A037
·         15:30 A060
·         15:30 A646
30/07/2012
·         10:00 A061
·         15:30 A049
·         15:30 A114
31/07/2012
·         10:00 A346 [accorpata]
·         10:00 A345 [accorpata]
·         15:30 A035
 

 

In cosa consiste la prova

§ a) un test preliminare predisposto dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
§ b) una prova scritta predisposta da ciascuna università;
§ c) una prova orale
Il test: mira a verificare le conoscenze disciplinari relative alle materie oggetto di insegnamento di ciascuna classe di concorso e le competenze linguistiche di lingua italiana. E’ predisposto dal Ministero e avrà contenuto identico, per ogni classe di concorso.
E’ costituito da 60 quesiti, ciascuno formulato con quattro opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne deve individuare l’unica esatta. Un numero pari a 10 quesiti sono volti a verificare le competenze in lingua italiana, anche attraverso quesiti inerenti la comprensione di uno o più testi scritti. Gli altri quesiti sono inerenti alle discipline oggetto di insegnamento della classe di concorso.
La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la risposta non data o errata vale 0 punti. Il test ha la durata di tre ore.
Per essere ammesso alla prova scritta il candidato deve conseguire una votazione nel test preliminare non inferiore a 21/30 (occorre cioè rispondere esattamente ad almeno 42 quesiti).
La procedura di iscrizione al test (https://tfa.cineca.it/)
La prova scritta: E’ valutata in trentesimi (supera la prova chi consegue un risultato non inferiore a 21/30), è predisposta dalle Università secondo i seguenti criteri:
§ a) l’oggetto è costituito da una o più discipline ricomprese nella classe di concorso cui il percorso di tirocinio formativo attivo si riferisce;
§ b) la prova verifica le conoscenze disciplinari, le capacità di analisi, interpretazione e argomentazione, il corretto uso della lingua italiana e non può pertanto prevedere domande a risposta chiusa;
§ c) nel caso di classi di concorso relative alla lingua straniera, la prova è svolta nella lingua straniera per cui si richiede l’accesso al percorso di tirocinio formativo attivo;
§ d) nel caso di classi di concorso che contemplano l’insegnamento della lingua italiana, è prevista comunque una prova di analisi del testo;
§ e) nel caso di classi di concorso che contemplano l’insegnamento delle lingue classiche è prevista comunque una prova di traduzione;
§ f) nel caso di classi di concorso relative a discipline scientifiche o tecniche, la prova scritta può essere integrata da una prova pratica in laboratorio. In questo caso il voto è unico ed è ottenuto dalla media aritmetica dei voti attribuiti nella prova scritta e nella prova di laboratorio, ciascuno dei quali deve essere comunque  non inferiore a 21/30.
La prova orale, predisposta dalle Università, è superata da chi consegue un risultato non inferiore a 15/20. La prova è svolta tenendo conto delle specificità delle diverse classi di concorso. Nel caso di classi di concorso relative alla lingua straniera, la prova è svolta nella lingua straniera per cui si richiede l’accesso al percorso di tirocinio formativo attivo, nel caso di classi di abilitazione affidate al settore dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica la prova orale può essere sostituita da una prova pratica.
Come si forma la graduatoria
La graduatoria, espressa in centesimi, sommerà i punteggi conseguiti dai candidati che hanno superato il test preliminare con votazione non inferiore a 21/30 la prova scritta con votazione non inferiore a 21/30 e la prova orale con votazione non inferiore a 15/20 per la prova orale. A questi si aggiunge il punteggio attribuito all’esito della valutazione dei titoli.
I titoli valutabili per l’accesso. Sono indicati nell’allegato A del decreto e comprendono la valutazione del titolo di accesso (esami di profitto della laurea, e voto finlae), servizio svolto, titoli culturali e professionali)
In caso di parità di punteggio, prevale il candidato che abbia una maggiore anzianità di servizio nelle istituzioni scolastiche; nel caso di ulteriore parità o nel caso si tratti di candidati che non abbiano svolto servizio, prevale il candidato più giovane.
Si suppone che il termine ultimo per acquisire i titoli valutabili sia la data ultima di presentazione delle domande, per evitare disparità di trattamento, dal momento che le graduatorie finali saranno a cura delle singole Università e quindi potrebbero essere gestite con tempi diversi.
Sono valutabili il servizio prestato e i titoli culturali. I titoli valutabili
Il servizio – E’ valutato il servizio prestato nelle istituzioni del sistema nazionale dell’istruzione (vale qundi anche il servizio svolto nella scuola paritaria)  nella specifica classe di concorso o in altra classe di concorso che comprenda gli insegnmenti previsti nella classe di concorso per cui si concorre, secondo la seguente scansione:
a) 360 giorni: 4 punti
b) da 361 a 540 giorni: 6punti
c) da 541 a 720 giorni: 8 punti
d) da 721 giorni: 2 punti per ogni ulteriori 180 giorni.
N.B. La graduatoria degli ammessi ai percorsi non può essere in nessun caso integrata con altri candidati.
E’ ammesso al tirocinio formativo attivo, secondo l’ordine della graduatoria di cui al comma 16, un numero di candidati non superiore al numero dei posti disponibili per l’accesso, indicato nel bando.
Nel caso in cui la graduatoria dei candidati ammessi risulti composta da un numero di candidati inferiore al numero dei posti disponibili indicati nel bando non si procede ad alcuna integrazione e il corso è attivato per un numero di studenti pari al numero degli ammessi.
Le prove sono organizzate dagli Atenei tenendo conto delle specifiche esigenze degli studenti con disabilità, a norma della legge 5 febbraio 1992, n. 104 e successive modificazioni, e degli studenti con disturbi specifici di apprendimento, a norma della legge 8 ottobre 2010, n. 170.
I titoli – dottorato di riceca in ambito inerente agli specifici contenuti disciplinari della relativa classe di abilitazione punti 6
attivita’ di ricerca scientifica svolta per almeno due anni, anche non consecutivi, in ambito inerente agli specifici contenuti disciplinari della relativa classe di abilitazione: 4 punti.
valutazione del percorso di studi e della media degli esami di profitto della laurea magistrale, specialistica o di vecchio ordinamento, ovvero del diploma accademico di II livello, per un massimo di 4 punti
votazione della tesi di laurea magistrale, specialistica o di vecchio ordinamento, ovvero del diploma accademico di II livello, per un massimo di 4 punti;
pubblicazioni o altri titoli di studio strettamente inerenti ai contenuti disciplinari della classe di abilitazione, questi ultimi di durata non inferiore a 60 crediti formativi universitari, per un massimo di 4 punti.
COSA STUDIARE PER LA PREPARAZIONE ALLA PROVA
La prova di accesso sarà disciplinare. I contenuti disciplinari sono quelli proposti dai programmi del  decreto del Ministro della pubblica istruzione 11 agosto 1998, n. 357.
Questi ultimi vanno integrati con i contenuti disciplinari, oggetto di insegnamento delle relative classi di concorso, previsti
§ b) dal decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 7 ottobre 2010, n. 211 concernente lo schema di regolamento recante “Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento concernenti le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi liceali di cui all’articolo 10, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 89, in relazione all’articolo 2, commi 1 e 3, del medesimo regolamento”;
§ c) dalla direttiva del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 15 luglio 2010, n. 57, “Linee Guida per il passaggio al nuovo ordinamento degli istituti tecnici a norma dell’articolo 8, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 88″;
§ d) dalla direttiva del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 28 luglio 2010, n. 65 “Linee Guida per il passaggio al nuovo ordinamento degli istituti professionali a norma dell’articolo 8, comma 6, del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 87″.
Non sono pertanto previste domande di pedagogia. Non è richiesto di studiare per intero i decreti indicati, bensì di estrapolare da questi (cioè i programmi dell’ultimo concorso ordinario, integrati dalle nuove indicazioni della Riforma) i contenuti relativi alla propria disciplina.
 
COSA SI STUDIA NEL TFA
a) insegnamenti di scienze dell’educazione;
b) un tirocinio indiretto e diretto di 475 ore, pari a 19 crediti formativi, svolto presso le istituzioni scolastiche sotto la guida di un tutor. Il percorso di tirocinio contempla una fase osservativa e una fase di insegnamento attivo, di concerto col consiglio di corso di tirocinio al fine di integrare fra loro le attivita’ formative; almeno 75 ore del predetto tirocinio sono dedicate alla maturazione delle necessarie competenze didattiche per l’integrazione degli alunni con disabilita’.
c) insegnamenti di didattiche disciplinari che, anche in un contesto di laboratorio, sono svolti stabilendo una stretta relazione tra l’approccio disciplinare e l’approccio didattico;
d) laboratori pedagogico-didattici indirizzati alla rielaborazione e al confronto delle pratiche educative e delle esperienze di tirocinio.
Nella tabella 11, allegata al DM n. 249/2010, sono riportati le attività di tirocinio e i relativi CFU.
La valutazione del servizio svolto -
Il servizio prestato per almeno 360 giorni vale a coprire 10 dei crediti formativi relativi al tirocinio indiretto e diretto di 475 ore, pari a 19 crediti formativi, svolto presso le istituzioni scolastiche e 9 dei crediti formativi relativi agli insegnamenti di didattiche disciplinari e laboratori pedagogico-didattici indirizzati alla rielaborazione e al confronto delle pratiche educative e delle esperienze di tirocinio.
 

Anief avvia gli incontri residenziali del corso di formazione rivolto al personale docente in servizio e agli aspiranti candidati alla professione di insegnante, utile anche per la preparazione alla prova di pre-selezione per l’accesso al TFA (Tirocinio Formativo Attivo) dal titolo “Le competenze e le abilità del docente: dal TFA (Tirocinio Formativo Attivo) alla formazione in servizio”.

Saranno accettate tutte le schede di iscrizione pervenute fino al giorno prima dell’incontro programmato in uno dei luoghi previsti.

 
 
CITTA’
 
 
DURATA INCONTRO
 
 
SEDE
 
 
ROMA 29 APRILE 2012
 
DALLE ORE 09:00
 ALLE ORE 19:00
 
HOTEL PRINCESS, VIA ANDREA FERRARA N. 33
 
 
NAPOLI 13 MAGGIO 2012
 
DALLE ORE 09:00
 ALLE ORE 19:00
 
I.T.N. "DUCA DEGLI ABRUZZI" VIA DI POZZUOLI  5
 
 
PALERMO 20 MAGGIO 2012
 
DALLE ORE 09:00
 ALLE ORE 19:00
 
ASTORIA PALACE HOTEL - VIA MONTE PELLEGRINO 62
 
 
MILANO 27 MAGGIO 2012
 
DALLE ORE 09:00
 ALLE ORE 19:00
 
 SMS "CAIROLI" - VIA PASCAL 35

 

L’accesso al percorso universitario è a numero programmato con test d’ingresso, riservato al personale in possesso dell’abilitazione.

L’Anief, dopo il successo dei corsi di preparazione per l’accesso al TFA, organizza per i propri iscritti anche i corsi per affrontare le prove di accesso, che si terranno in presenza secondo il numero dei partecipanti e in modalità telematica. Il costo di soli 100 euro, permette l’accesso anche al portale e-Learnig Anief e dà diritto a un volume di preparazione alle prove da ritirare con modalità da concordare.

Per iscriversi, è necessario inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., al fine di ricevere il modello di domanda e il programma. La modulistica necessaria all’iscrizione è disponibile anche al link sottostante.

Il comunicato sul corso Anief di preparazione alle prove di accesso ai percorsi TFA per il sostegno

Pubblicato il Decreto Direttoriale per l’avvio del TFA: i test dal 6 al 31 luglio

Il MIUR, con Decreto Direttoriale n. 74 del 23 aprile 2012, ha comunicato le disposizioni relative alle prove di selezione al TFA.
SCADENZE:
·         Entro il 3 maggio 2012: Pubblicazione dei bandi da parte delle università.
·         Dal 4 maggio al 4 giugno 2012: Iscrizioni online.
·         Dal 6 al 31 luglio 2012: Test nazionale, per classi di concorso secondo il calendario (Allegato 3)
 
 Dopo il successo dei corsi per la preparazione al concorso TFA organizzati in tutta Italia per migliaia di colleghi, Anief che è  soggetto qualificato per la formazione del personale della scuola, organizza nuovi corsi online, utili per superare i test a numero programmato.
Online troverete moltissimi quiz con risposte motivate per la prova comune e le singole classi di concorso; inoltre, sempre online, avrete a disposizione formatori esperti nonché supervisori delle SSIS

Pagina 2 di 3