contatti

Parlamento

Decreto scuola: presentati tutti gli emendamenti Anief su Precariato, Dimensionamento, AFAM, GaE, Concorso, TFA, PAS, SFP, neo-assunti

Il sindacato chiede al Governo e ai Deputati della VII Commissione di votare gli emendamenti 12.3/12.9, 15.87/15.88, 15.32, 15.55, 15.14, 15,16, 15.83, 15.33, 16.14, 19.1 e in subordine 19.15/19.19/19.23/19.50/19.32. Un’eventuale inammissibilità sarebbe inconcepibile ed equivalente a un voto contrario. È giunto il momento che la politica si assuma le sue responsabilità e ristabilisca le regole del diritto senza più demandare tale compito ai tribunali. La sensibilità mostrata da quasi tutti gli schieramenti al dibattito animato dall’Anief in audizione dimostra che c’è una maggioranza in Parlamento sensibile al mondo della scuola.

Sull’articolo 12 relativo al dimensionamento scolastico
- 12.3 (Di Lello-Misto) e 12.9 (Brescia, L. Gallo, Marzana, Vacca-M5S)
Tutela la deroga esistente per l’assegnazione del dirigente scolastico e del dsga con 300 alunni per le scuole situate in piccole isole, comunità montane, specificità linguistiche prevista dal DPR 233/98
- 12.10 (Brescia, L. Gallo, Marzana-M5S)
Ripristina l’autonomia scolastica delle 1.700 scuole elementari, materne e medie sottodimensionate a causa della legge 111/11 dichiarata incostituzionale dalla sentenza n. 147/12.

Sull’articolo 15 relativo al personale scolastico
- 15.87, 15.88 (Giancarlo Giordano, Fratoianni, Costantino-SEL) e 12.47 (Brescia, L. Gallo, Marzana, Vacca-M5S)
Elimina l’invarianza finanziaria e quindi il congelamento della progressione di carriera per i neo-assunti, nel primo caso prevedendo una nuova copertura finanziaria.
- 15.32 (Folino, Antezza-PD) e 15.13 (Di Lello-Misto), 15.43 (Ascani-PD)
Prevede inserimento degli abilitati del TFA/SFP e degli Idonei del Concorso nella terza fascia delle GaE e l’inserimento nella fascia aggiuntiva dei futuri abilitati con il PAS (solo nel 15.32), la validità delle graduatorie di merito fino a concorso successivo. Nell’ultimo emendamento (15.43) si parla soltanto dell’inserimento nella terza fascia degli abilitati del TFA e con riserva del PAS.
- 15.55 (Chimienti, L. Gallo, Marzana, Vacca-M5S), 15.58 (Di Benedetto, Battelli, Simone Valente-M5S),
Unifica le graduatorie aggiuntive alla terza fascia delle Gae e permette l’inserimento dei laureati SFP anche dopo il 2008. Nel secondo emendamento (15.58) si parla soltanto degli abilitati in A77.
- 15.14 (Di Lello-Misto)
Elimina il divieto del trasferimento del punteggio di servizio già dichiarato nelle Gae, unico intervento del legislatore dopo la delegificazione della tabella, e la cancellazione dei docenti di ruolo attualmente al vaglio della Consulta.
- 15.16 (Di Lello-Misto)
Ripristina la giurisdizione del giudice amministrativo nelle controversie relative alle graduatorie ad esaurimento
- 15.83 (Santerini, Capua, Molea, Vezzali-Scelta civica)
Garantisce la distribuzione degli organici di sostegno entro il 2015/2016 nel rispetto degli organici attivati a livello regionale nell’a.s. 2005/2006.
- 15.33 (Malpezzi, Rocchi, Carocci-PD) e 15.44 (Battelli, Brescia, Chimienti, Di Benedetto, D’Uva, L. Gallo, Marzana, Vacca-M5S)
Riduce a tre anni il termine per poter chiedere trasferimenti o assegnazioni provvisorie per i neo-assunti in altra provincia.

Sull’articolo 16 relativo alla formazione del personale scolastico
- 16.14 (Brescia, Chimienti, D’Uva, L. Gallo, Marzana, Vacca-M5S)
Abroga la formazione obbligatoria

Sull’articolo 19 relativo all’AFAM
- 19.1 (Di Lello-Misto)
Inserisce nelle graduatorie ad esaurimento i precari con 360 giorni di servizio a decorrere dal 2004/2005 già inseriti nelle graduatorie d’istituto
- 19.15 (Ghizzoni, Marco Meloni, Coscia, Carocci, Rocchi, Ascani, Blazina, Bonafé, Bossa, Coccia, D’Ottavio, La Marca, Malisani, Malpezzi, Narduolo, Manzi, Orfini, Pes, Piccoli Nardelli, Raciti, Rampi, Zampa, Valiante, Antezza-PD), 19.10 (Folino-PD), 19.23 (Brescia, D’Uva, L. Gallo, Marzana, Vacca-M5S), 19.50 (Costantino, Fratoianni, Giancarlo Giordano, Pellegrino-SEL), 19.32 (Vezzali-Scelta Civica)
Inserisce una fascia aggiuntiva alle graduatorie ad esaurimento istituite dal decreto legge dove collocare i precari con tre anni di servizio già inseriti nelle graduatorie d’istituto.

Il resoconto della VII Commissone