contatti

Eventi

Il Consiglio Nazionale si svolgerà a Milano, sala conferenze Hotel Galles, p.zza Lima 2, sabato 19 e domenica 20, con orari indicativi 16.00-20.00 per sabato e 9.00-15.00 per domenica, in un luogo che sarà definito a breve.

Ordine del giorno:

- Approvazione verbale della seduta precedente

- Presentazione Organigramma nazionale e periferico

- Relazione del Presidente nazionale

- Creazione ente di formazione ‘Eurosofia’

- Protocollo d’intesa Anief e sindacati-associazioni aderenti alla Federazione Scuola di Base

- Colloqui con altre realtà sindacali

- Elezioni RSU

- Rapporti con la Confedir Mit Pa

- Proclamazione stato di agitazione personale docente per il 18 marzo 2011

- Quota associativa 2011 e consistenza associativa

- Piano delle attività nazionale e periferica per il primo semestre 2011

- Relazione dei membri del direttivo, della segreteria e dei referenti nazionali

- Iniziative per i 150 anni dell’Unità d’Italia

- Convenzione Assocral

- Offerte pubblicitarie

Lettera di Matteo de Angelis

(Coord. strum. music. II ciclo)

Gli studenti si riappropriano delle piazze in tutta Italia, dalle grandi metropoli alle cittadine di provincia, per dire che l'opposizione alla riforma della scuola voluta dal ministro Mariastella Gelmini continua. E nelle manifestazioni che hanno caratterizzato l'8 ottobre non mancano elementi di novità. Si registra, ad esempio, una sempre più organica saldatura con il movimento universitario, compresi docenti e ricercatori, con il mondo del lavoro, soprattutto l'universo del precariato, le associazioni dei genitori dei disabili, a creare "un fronte comune con tutti coloro che sono colpiti dalle politiche disastrose di questo governo", come afferma il Link-Coordinamento universitario. E tra i simboli della protesta si fa largo anche una sagoma di Mariastella Gelmini in tuta mimetica per dire "no" all'inserimento di programmi paramilitari nelle scuole. (fonte: LaRepubblica.it)

 

Quella dell'8 ottobre è solo la prima di una serie di manifestazioni di protesta contro la riforma Gelmini. Il 13 ottobre si fermerà il personale non docente con contratti co. co. co. aderente a Felsa-Cisl, Nidil-Cgil e Uil Cpo. Il 15 ottobre toccherà ai docenti e Ata vicini ai Cobas. Il 16 le associazioni studentesche si uniranno alla protesta di Fiom-Cgil. Il 30 ottobre torneranno in piazza i precari: a Napoli è in programma una manifestazione del Cps.

 

Il 3 novembre protesteranno tutti gli iscritti all'Anief, che nel giorno dell'ennesimo sciopero generale si ritroveranno a Roma.

 

Invitiamo chi volesse aderire allo sciopero Anief ad astenersi dalla propria attività di insegnamento nella giornata di mercoledì 3 novembre 2010. La manifestazione del 3 novembre a Roma, dalle ore 9:00 alle ore 13:00, vedrà principalmente la partecipazione fisica presso la capitale di tutti gli iscritti all'Anief di Roma e di tutti i collaboratori del sindacato provenienti da ognuna delle 20 regioni italiane.

 

Ma sarà decisiva soprattutto l'adesione di tutti i docenti italiani interessati, che POTRANNO SCIOPERARE PRESSO LE LORO CITTA', ASTENENDOSI DAL LAVORO A SCUOLA DURANTE LA GIORNATA DEL 3 NOVEMBRE 2010.

 

L'adesione allo sciopero del 3 novembre nelle scuole italiane sarà uno degli elementi decisivi per misurare la rappresentatività del sindacato Anief, che quando raggiungerà la soglia minima della rappresentatività potrà finalmente essere convocato per far parte del tavolo delle trattative con il Governo.

 

Invito chi lo volesse ad informare dello sciopero i propri colleghi docenti e ad affiggere all'albo sindacale della propria scuola la piattaforma dello sciopero (http://www.anief.org/userfiles/file/piattaforma_manifestazione_ANIEF_2010.pdf).

 

Inutile dire che io sarò presente a Roma e che porterò personalmente di fronte ai politici la richiesta di tutti voi: un immediato inserimento nelle GaE di tutti i docenti abilitati o iscritti ai corsi abilitanti attivati prima che il nuovo sistema di reclutamento docenti entrasse in vigore.

 

Si terrà dal 18 al 21 luglio 2010, presso l’Hotel della Valle di Agrigento, la prima scuola di formazione di Quadri sindacali dell’ANIEF dopo gli incontri nazionali di Roma, Monreale e Napoli.  

Per quattro giorni, si alterneranno dirigenti e docenti nel trattare i temi del contenzioso sindacale, delle conciliazioni, delle convocazioni di fronte a una platea di oltre 100 colleghi tra docenti e personale amministrativo che intendono collaborare nella costruzione del nuovo sindacato.

Agli incontri nelle sessioni meridiane (ore 9-13) e pomeridiane (ore 15-17) possono partecipare come auditori tutti i soci, così come al Consiglio Nazionale che si terrà domenica 18 luglio 2010 dalle ore 15 alle 17. Per l’occasione si definiranno anche gli appuntamenti e le azioni nel territorio del prossimo autunno alla presenza dei membri del direttivo, della segreteria e delle sedi territoriali provinciali e regionali durante la conferenza organizzativa.

 

Dirigenti scolastici, personale docente e direttori SGA saranno presenti alla Summer school della “Tecnodid/Formazione”

Nelle 5 sessioni e 9 seminari saranno affrontate tematiche strategiche e di forte impatto per la scuola La équipe di “Tecnodid/Formazione” comprende studiosi di prestigio (Cerini, Spinosi, Granello, Tiriticco) e collaboratori occasionalmente invitati (Armone, Summa, Previtali, Guglietti). Sono previste relazioni di Franco Frabboni, Maurizio Tiriticco, Valentina Aprea (Presidente Commissione Cultura), Giuseppe Fioroni (Responsabile Welfare PD), Sergio Auriemma. Argomenti principali del Convegno: a) lo scenario culturale; b) lo scenario istituzionale; c) lo scenario dell'autonomia; d) lo scenario della valutazione; e) lo scenario dei nuovi ordinamenti.

 

Pagina 7 di 7