In ansia oltre 35 mila partecipanti al concorso per dirigenti scolastici che si contenderanno i 2.416 posti da assegnare dopo lo svolgimento del corso di formazione nazionale a cui prenderanno parte 2.900 candidati selezionati. Anief ricorda che l’illegittimità del bando di concorso e la violazione della Direttiva 1999/70/CE è palese: il testo, emanato ai sensi del D.M. 138/2017 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 90 del 24 novembre 2017, risulta infatti non corretto nella parte in cui esclude a priori dalla selezione nazionale tutti i docenti neo-immessi in ruolo o che in precedenza non hanno superato l'anno di prova per vari motivi. Inoltre, risulta illegittima l’estromissione dalle prove preselettive dei docenti precari. Diversi ricorrenti, comunque, hanno già avuto il via libera: per gli altri si attende la decisione dei giudici a breve, ma considerando i tanti precedenti favorevoli, l’Anief, che patrocina la loro impugnazione, rimane ottimista.

Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Le ultime pronunce che giungono dai tribunali, seppure non definitive, sono comunque confortanti. Anche perché si sommano al decreto di ammissione di altri precari, ammessi con urgenza alle prove preselettive del nuovo concorso 2018. Il primo parere dei giudice, tra l’altro, è coerente con la sentenza 5011/14 dello stesso Tribunale amministrativo relativa al precedente concorso che ha consentito la partecipazione a centinaia di docenti con cinque anni di servizio svolti esclusivamente a tempo determinato, con alcuni di quei ricorrenti diventati poi anche dirigenti dopo essere risultati idonei al termine delle prove svolte. Senza dimenticare la sentenza del Consiglio di Stato, ottenuta sempre dall’Anief, che ha cassato altre centinaia di esclusioni illegittime operate dal Ministero di Viale Trastevere nel 2011.

Il giovane sindacato rammenta che è ancora possibile prepararsi al meglio al concorso a preside, usufruendo di un team di formatori, dirigenti, Dsga e docenti messo in campo da Eurosofia, attraverso la partecipazione a corsi on-line e in presenza, webinar. Nello specifico, coloro che aderiscono ai ricorsi per la partecipazione al concorso a preside, potranno anche avvalersi della speciale convenzione Anief con Eurosofia e partecipare al "Corso di aggiornamento professionale e preparazione al Concorso per Dirigente Scolastico" usufruendo dello sconto Eurosofia dedicato ai ricorrenti Anief.

 

Mancano ormai solo poche ore alla comunicazione ufficiale delle date di svolgimento della prova preselettiva e della pubblicazione della banca dati dei 4mila quesiti su cui si dovranno preparare gli oltre 35 mila partecipanti al concorso per dirigenti scolastici che si contenderanno i 2.416 posti da assegnare dopo lo svolgimento del corso di formazione nazionale, a cui prenderanno parte 2.900 candidati selezionati: la pubblicazione delle date, scrive oggi Tuttoscuola, è infatti confermata per martedì 27 febbraio.

Anief ricorda che l’illegittimità del bando di concorso e la violazione della Direttiva 1999/70/CE è palese: il testo, emanato ai sensi del D.M. 138/2017 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 90 del 24 novembre 2017, risulta infatti non corretto nella parte in cui esclude a priori dalla selezione nazionale tutti i docenti neo-immessi in ruolo o che precedentemente non hanno superato l'anno di prova per vari motivi. Inoltre, risulta illegittima l’estromissione dalle prove preselettive dei docenti precari.

Nei giorni scorsi, l’Anief aveva infatti ricevuto un primo via libera per far svolgere il concorso nazionale anche ai docenti precari con cinque anni di servizio svolto: a dirlo è stato Tar del Lazio, attraverso un doppio decreto monocratico – il 769 e il 770 del 2018 – che ha accolto la partecipazione degli assunti nell'anno scolastico 2017/2018, i quali stanno concludendo l'anno di prova del precedente concorso. Tra le disposizioni del Tribunale amministrativo regionale risulta pure il via libera ai docenti di ruolo che hanno dichiarato nel servizio quinquennale svolto gli anni di frequenza del dottorato di ricerca: tale periodo, come sosteneva il sindacato Anief, va quindi equiparato a quello d’insegnamento.

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, “le ultime pronunce che giungono dai tribunali, seppure non definitive, sono comunque confortanti. Anche perché si sommano al decreto di ammissione di altri precari, ammessi con urgenza alle prove preselettive del nuovo concorso 2018. Il primo parere dei giudice, tra l’altro, è coerente con la sentenza 5011/14 dello stesso Tribunale amministrativo relativa al precedente concorso che ha consentito la partecipazione a centinaia di docenti con cinque anni di servizio svolto esclusivamente a tempo determinato, con alcuni di quei ricorrenti diventati poi anche dirigenti dopo essere risultati idonei al termine delle prove svolte. Senza dimenticare la sentenza del Consiglio di Stato, ottenuta sempre dall’Anief, che ha cassato altre centinaia di esclusioni illegittime operate dal Ministero di Viale Trastevere nel 2011”.

L’Anief ricorda che per superare il concorso a dirigente scolastico 2018 sono previste in totale cinque prove, un corso formativo organizzato per la prima volta dal Miur e un tirocinio. La prima verifica consiste nella prova preselettiva, con 100 domande a risposta multipla, prescelte da una banca dati di 4mila quesiti, alle quali rispondere in 100 minuti. E domani si saprà quando le domande verranno rese pubbliche, assieme alle date di svolgimento delle prove all’interno di una serie di scuole-polo sparse per tutto il territorio nazionale.

Il giovane sindacato rammenta, infine, che è ancora possibile prepararsi al meglio al concorso a preside, usufruendo di un team di formatori, dirigenti, Dsga e docenti messo in campo da Eurosofia, attraverso la partecipazione a corsi on-line e in presenza, webinar. Nello specifico, coloro che aderiscono ai ricorsi per la partecipazione al concorso a preside potranno anche avvalersi della speciale convenzione Anief con Eurosofia e partecipare al "Corso di aggiornamento professionale e preparazione al Concorso per Dirigente Scolastico" usufruendo dello sconto Eurosofia dedicato ai ricorrenti Anief: le lezioni, tenute da dirigenti scolastici altamente qualificati, consentiranno di acquisire nozioni, competenze ed abilità gestionali, di problem-solving, strutturali e di leadership per orientare nel modo più adeguato i candidati e agevolarli nel superamento della prova preselettiva in linea con lo schema di regolamento emanato dal Miur. Per maggiori informazioni sulle sedi scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

PER APPROFONDIMENTI:

 

LEGGE DI STABILITÀ - Anief chiede al Senato di chiudere la querelle in atto con gli aspiranti presidi del concorso 2011: al via un corso intensivo di formazione da 80 ore

LEGGE DI STABILITÀ – Concorso dirigente scolastico, in Commissione Bilancio del Senato il doppio emendamento per salvare i ricorrenti 2011 e 2015

Concorso presidi Trento, pubblicato il bando con 7 anni di servizio minimo e stop ai precari: confermati i ricorsi Anief

Concorso dirigenti scolastici, il Miur non vuole adeguarsi ai tempi: già 6 anni fa le Ordinanze del Consiglio di stato confermavano l’ammissione dei precari alle prove

Concorso presidi, ora spunta l’ipotesi di nominare i vincitori in corso d’anno ma è tutto inutile

Concorso dirigenti scolastici, attese almeno 40mila domande

Concorso dirigenti scolastici, stesse prove preselettive stessi ricorsi del 2011

Concorso dirigenti scolastici, boom di domande: 4mila in una sola settimana

Concorso a preside, sempre più partecipanti sempre più dubbi: il Miur risponde con le FAQ ma sulle esclusioni di precari e neo-assunti dovrà farlo in tribunale

Concorso a preside, ultimi cinque giorni per presentare domanda e ricorso: presto i test preselettivi

Concorso dirigenti scolastici, i precari hanno pieno diritto a partecipare: lo dice il Tar del Lazio

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie