contatti

 

Orizzonte Scuola monitora gli esiti delle prove scritte ed emergono le prime abissali differenze tra valutazioni

All’indomani della fine delle prove scritte del concorso docenti era stato  interpellato l’ex Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca Profumo sul senso della diversità delle griglie di valutazione, differenti da regione a regione, per cui è possibile che un compito ritenuto non idoneo per una regione può  esserlo invece per un'altra. Il Ministro, allora, rispose che  I vincitori sarebbero emersi sulla base di una graduatoria regionale, per cui la comparazione sarebbe avvenuta  all'interno di una comunità valutata nell'ambito di una commissione regionale. Inoltre aveva messo in evidenza le problematiche relative alla formazione di un’unica commissione nazionale: i tempi di espletamento di un concorso sarebbero stati molto lunghi e difficilmente si sarebbe arrivati  ad una convergenza di giudizio comune.

Oggi grazie alle tabelle elaborate da Orizzonte Scuola per il monitoraggio degli esiti della prova scritta  e di laboratorio emergono notevoli differenze tra stesse classi di concorso stimate però da commissioni regionali diverse. In Lombardia per l’infanzia hanno superato la prova 142 candidati su 2700 mentre in Abruzzo 211 su 536. Una differenza in percentuale del 5% in Lombardia contro il 40% in Abruzzo. I risultati fanno nascere una serie perplessità e di interrogativi: i docenti  lombardi sono meno competenti di quelli abruzzesi? La commissione valutatrice è stata più severa in Lombardia e meno in Abruzzo?

Si attende l’esito di tutte le prove scritte in tutto il territorio nazionale per avere una visione completa.

 

 

 

Nuova griglia di valutazione per la scuola primaria

L’Usr sostituisce la griglia errata.

Con un articolo del 22 aprile, Orizzonte scuola segnalava un clamoroso errore nella griglia di valutazione elaborata dalla commissione giudicatrice del concorso a cattedra in Sicilia per la scuola primaria. Il punteggio massimo raggiungibile era infatti 9 (mancava il  punteggio in un descrittore) e non 10 per ciascun quesito così come indicato nell’avviso del 15 gennaio 2013 dal Ministero.

Sembra adesso che l’USR Sicilia abbia, sommessamente, inserito una nuova griglia di valutazione per la correzione della prova scritta e che, a questo punto, sia possibile raggiungere l’auspicato punteggio di 10.

Rimane tuttavia irrisolto l’enigma sulla correzione dei compiti effettuata prima della modifica alla griglia.

 

Anche la griglia di valutazione per la scuola dell’infanzia subisce modifiche.

Orizzonte scuola segnala un nuovo errore; questa volta nella griglia di valutazione adoperata dalla commissione giudicatrice del concorso a cattedra per la scuola dell’infanzia in Sicilia.

L’errore individuato nella formulazione del primo quesito della prova: al posto di oggetto “conosciuto” del quale si chiedeva ai bambini di parlare fra loro è stato scritto in "oggetto sconosciuto".

Anche in questo caso la Commissione ha sommessamente rettificato la griglia, ma rimane, ancora una volta, irrisolto l’enigma sulla correzione dei compiti effettuata prima della modifica alla griglia.

 

 

Giorno 30 aprile 2013 L’USR per la Sicilia informa con la nota USR Prot. 9277 che sono aperte le adesioni per l’individuazione dei membri aggregati delle commissioni esaminatrici concorso docenti.

 
Nello specifico:

“I docenti componenti aggregati per l'accertamento delle conoscenze informatiche e di una delle lingue straniere previste dal decreto di indizione del concorso devono avere i seguenti requisiti:

  • essere di ruolo ed aver prestato servizio, di ruolo o non di ruolo, per almeno 5 anni nella classe di concorso A042 - informatica e in possesso di certificazione riconosciuta delle abilità informatiche;
  • essere di ruolo ed aver prestato servizio, di ruolo o non di ruolo, per almeno 5 anni in una delle classi di concorso per l'insegnamento delle lingue inglese, francese, tedesca e spagnola”.
 

 

 

 

Celebrata il 2 aprile scorso la giornata mondiale sull'autismo.  Per l'occasione, a Palermo il comitato "L'autismo Parla" ha organizzato una fiaccolata contro l'indifferenza delle istituzioni, l'assenza di servizi adeguati e di diritti pienamente riconosciuti ai soggetti autistici.

Anche l'Anief, da tempo impegnato in questo campo, ha deciso di organizzare un workshop, rivolto a tutti coloro sensibili e interessati all'argomento, e in particolare ai docenti che desiderano migliorare le proprie competenze nella gestione in classe di bambini affetti da disturbo generalizzato dello sviluppo ed autismo.  La scuola ricopre un ruolo fondamentale nell'integrazione e nella formazione degli alunni, soprattutto se si tratta di soggetti affetti da disabilità.  E' essenziale quindi, da parte del personale docente, una conoscenza approfondita e una preparazione adeguata nell'approccio specifico con soggetti autistici.

Per questo l'Anief, con l'ente di formazione Eurosofia e l'associazione Casa delle fate, invita tutti i docenti curriculari e di sostegno, neuropsichiatri dell'età evolutiva, operatori sanitari, psicologi, educatori e famiglie a partecipare al corso di formazione "Introduzione all'Analisi Comportamentale Applicata e al Comportamento Verbale in Classe", che si terrà il 25 e il 26 maggio a Palermo.

Al seguente link index.php?option=com_content&view=article&id=5734:corso-a-b-a-e-v-b-autismo-riservato-a-docenti-famiglie-e-personale-sp-a-palermo-presso-l-addaura-hotel-il-25-26-maggio-2013 è possibile consultare il programma dettagliato e le modalità di adesione.

 

 

Seminario di studio su
“La legislazione scolastica nella normativa recente”
Rivolto a
DOCENTI, ATA, DSGA, DIRIGENTI, RSU

Bisceglie (BAT) 18 marzo 2013
I.I.S.S. “Sergio Cosmai”
Presso Auditorium della sede di Via Gandhi, 1 Bisceglie (BAT)

Dalle ore 08:30 alle ore 12:30

DIRETTORE DEL CORSO:
Prof. Marcello Pacifico

NOMI DEI RELATORI:
Presidente Nazionale Anief – Prof. Marcello Pacifico

ARGOMENTI TRATTATI
Mobilità, Cassa integrazione, Licenziamento, Progressione di carriera, Riconversione professionale, Blocco degli stipendi, Indennità di reggenza, Stabilizzazione dei precari, Formazione iniziale, Reclutamento, Pensioni, Impatto della spending review,
TFR, Scatti stipendiali, Concorso a cattedra

 

Il seminario, organizzato da soggetto qualificato per la formazione del personale della Scuola, dà diritto all’esonero dal servizio a docenti, dirigenti e personale ATA ai sensi della normativa vigente. 
Ai partecipanti sarà rilasciato il certificato di partecipazione.

Per richiedere il permesso per la partecipazione ai seminari di formazione sarà possibile presentare in segreteria, presso l'istituzione scolastica di servizio, il modello di richiesta permesso allegando copia della locandina.

 

Scarica la locandina

Scarica il modello di richiesta permesso