contatti

Trentino-Alto Adige

STRUTTURA TERRITORIALE NEWS

Presidente regionale

RITA FUSINATO

 

[Segreteria regionale Anief Veneto] 0458204304 lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15:30 alle 18:00

Bolzano

Presidente provinciale

RITA FUSINATO

 

[Segreteria regionale Anief Veneto] 0458204304 lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15:30 alle 18:00

Trento

Presidente provinciale

RITA FUSINATO

 

[Segreteria regionale Anief Veneto] 0458204304 lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15:30 alle 18:00

Comunicato stampa PAT n. 2032 Giovedì, 30 Giugno 2022

Bisesti: "Risposta importante per il sostegno degli studenti che necessitano di maggiore attenzione e alle loro famiglie"

Soddisfazione dell’assessore provinciale all'istruzione Bisesti per l’approvazione odierna, in Consiglio provinciale, degli emendamenti da lui presentati al DDL 111, che estende agli insegnanti inseriti in terza fascia delle graduatorie di istituto della provincia di Trento, non abilitati ma in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno, la possibilità di assunzione in ruolo sui posti vacanti residui negli anni scolastici 2022/2023 e 2023/2024, dopo il superamento di un anno di prova e formazione.
"Agire per tempo in vista dell'inizio del prossimo anno scolastico, per stabilizzare chi nelle nostre scuole si occupa principalmente degli studenti che necessitano di più attenzione è fondamentale, per garantire ai ragazzi e alle loro famiglie la massima attenzione possibile: per questo sono davvero soddisfatto. Il DDL 111 ha inoltre abrogato gli ambiti territoriali e la chiamata diretta, aprendo la strada ad altre misure, già approvate o in corso di studio, atte ad implementare la continuità didattica”, ha commentato l'assessore.
La norma, coerente con il Decreto "sostegni bis" nazionale, permetterà, assieme al precedente provvedimento (approvato con l’art. 21 delle L.P. 22 del 2021), di coprire con stabilizzazioni tutti i posti di sostegno rimasti liberi dopo i concorsi indetti.

Le domande devono essere presentate esclusivamente in modalità online, si tratta di lavoro a tempo determinato
Comunicato stampa PAT n. 799 Venerdì, 25 Marzo 2022

Il Bando approvato oggi dalla Giunta provinciale disciplina le modalità di inserimento nelle graduatorie per titoli per le assunzioni a tempo determinato del personale insegnante degli Istituti di Formazione professionale della Provincia Autonoma di Trento, con sedi a Trento, Levico Terme e Rovereto, valide per il biennio formativo 2022/2023 – 2023/2024. Tali graduatorie saranno utilizzate dal Servizio per il reclutamento e la gestione del personale della scuola per la copertura dei posti vacanti e disponibili, con decorrenza dal 1° settembre o dall’inizio delle lezioni, e dai rispettivi Dirigenti formativi per i posti che residuano dopo le operazioni di convocazione annuale, per le supplenze brevi. La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere compilata e presentata con modalità online, collegandosi al portale tematico della scuola trentina www.vivoscuola.it , nell’apposita area dedicata al concorso, entro il termine di trenta giorni dalla data di pubblicazione del bando sul Bollettino ufficiale della Regione TrentinoAlto Adige/Südtirol.
Leggi il comunicato integrale.

I termini di adesione dei seguenti ricorsi, promossi da Anief, Radamante ed UDIR, sono prorogati di alcuni giorni.
E' possibile ancora aderire previa registrazione a portale ed iscrizione.

ANIEF
TAR - RICORSO CONTRO OBBLIGO VACCINALE PERSONALE SCOLASTICO - scadenza 10/01/2022
https://anief.org/ricorsi/obbligo-vaccinale/ricorso?id=1256:ricvaccino&cid=142:obbligo-vaccinale


GDL - RICORSO CONTRO LE SOSPENSIONI DA OBBLIGO VACCINALE - scadenza 30/01/2022
https://anief.org/ricorsi/obbligo-vaccinale/ricorso?id=1257:sospensioni-obbligo-vaccinale&cid=142:obbligo-vaccinale


RADAMANTE
TAR - RICORSO CONTRO OBBLIGO VACCINALE PER TUTTE LE CATEGORIE - scadenza 10/01/2022
https://radamante.org/index.php?option=com_anief&view=ricorso&id=49:ricorso-contro-obbligo-vaccinale-per-tutte-le-categorie-di-lavoratori&cid=69:obbligo-vaccinale&Itemid=983


UDIR
TAR - RICORSO CONTRO OBBLIGO VACCINALE DIRIGENTI SCOLASTICI - scadenza 10/01/2022
https://www.udir.it/iscrizione-ricorsi/ricorso-contro-obbligo-vaccinale-dirigenti-scolastici.html?view=ricorso&id=44:ricorso-obbligovac-ds&cid=78:obbligo_vaccinale

Copia ed incolla o clicca sul link dedicato

Si comunica che la segreteria regionale di Anief Veneto e Anief Trentino Alto Adige si trasferirà nella nuova sede di viale del Lavoro n. 39, a San Martino Buon Albergo (Vr) (centro commerciale Verona EST), e sarà nuovamente operativa dal giorno 2 novembre 2021.
Dal 19 al 29 ottobre l'attuale sede sarà chiusa al pubblico. Rimarranno attivi i servizi di consulenza telefonica e mail, senza variazioni di orario, ad esclusione dei giorni 20 e 21 ottobre che vedranno l'interruzione anche della consulenza telefonica.
I collaboratori tutti cercheranno di ridurre al minimo gli eventuali disservizi.
Arrivederci a presto nella nuova sede.

Fissato al 31 ottobre 2021 il termine per la presentazione delle domande di cessazione dal 01.09.2022 da parte del personale del comparto scuola

Il MIUR ha fissato il termine finale al

31ottobre 2021

per la presentazione da parte di tutto il personale del comparto scuola delle domande di cessazione dal servizio. Si tratta delle richieste di cessazione dal servizio con o senza diritto a pensione, di trattenimento in servizio per il raggiungimento del minimo contributivo, ovvero ai sensi dell'art.1, comma 257, della legge 28.12.2015, n. 208 e di trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale con contestuale attribuzione del trattamento pensionistico.

Tutte le domande valgono, per gli effetti, dal 01.09.2022.

Lo stesso termine del 31.10.2021 vale anche per le eventuali revoche.

La circolare del Direttore provinciale scuole, la normativa ministeriale e la relativa modulistica sono disponibili alla pagina cessazioni dal servizio
Visita il sito.

Bando quadro
Delibera n. 1600 del 24/09/2021

Concorso straordinario per titoli ed esami, a carattere abilitante, per l'accesso a posti di lavoro con contratto a tempo indeterminato del personale docente della scuola a carattere statale della provincia di Trento - articolo 15 della legge provinciale 28 dicembre 2020, n. 16. Bando quadro.
Leggi il testo del provvedimento.

Si avvisa che, a partire dal 20/09/2021, la segreteria regionale del Veneto, che risponde per il Trentino Alto Adige, rispetterà i seguenti giorni ed orari di consulenza telefonica e sportello on line (esclusivamente su appuntamento).

Consulenza telefonica:
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15:30 alle ore 18:00.

Sportello on line (esclusivamente su appuntamento, da richiedere via mail o telefonicamente):
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15:30 alle ore 18:00.

Indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Telefono: 0459235056

Si avvisa che, a partire dal 20/09/2021, la segreteria regionale del Veneto, che risponde per il Trentino Alto Adige, rispetterà i seguenti giorni ed orari di consulenza telefonica e sportello on line (esclusivamente su appuntamento).

Consulenza telefonica:
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15:30 alle ore 18:00.

Sportello on line (esclusivamente su appuntamento, da richiedere via mail o telefonicamente):
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15:30 alle ore 18:00.

Indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Telefono: 0459235056

Si comunica che nel pomeriggio di oggi, 13 settembre 2021, la sede regionale di Verona rimarrà chiusa, per la partecipazione al presidio di
???????/?????? - ?????? ???????? ????? ??.?? ???? ??.??.

?? ????????? ???? ????? ?????? ?? ???????? ???
☑️?? ????? ????
☑️?? ??????? ?????? ?? ?????? ??? ??????
☑️?? ? ?????? ??????????? ?? ?????????? ? ???????? ??? ??????

La protesta per chiedere al Governo soluzioni concrete per riaprire in sicurezza. Pacifico: "Mancano gli spazi minimi nelle aule per realizzare il distanziamento. Avremo il record di supplenti. L'obbligo del green pass è inutile e discriminatorio e non eviterà la DAD".

Dopo un anno e mezzo di Dad, sembrerebbe sacrilego invitare il personale ad astenersi dal lavoro ma per il giovane sindacato, tra i rappresentativi del comparto, non ci sono le condizioni per riaprire in sicurezza. Per questo Anief non ha sottoscritto il nuovo protocollo sulla sicurezza.
Leggi il comunicato integrale e scarica la locandina.

Indicazioni operative per le modalità di interpello e assegnazione dei posti
Circ. prot. n. 625291 del 27/08/2021

Tutti i docenti inseriti nelle graduatorie di istituto della scuola primaria e secondaria (inclusi posti di sostegno e CLIL) e interessati ad un contratto a tempo determinato possono accedere al sistema online presente sul portale della scuola trentina www.vivoscuola.it dalle ore 10.00 del giorno lunedì 6 settembre alle ore 10.00 del giorno giovedì 9 settembre 2021.
Vai al comunicato sul portale VivoScuola

“Il presidente della III sezione del Tar Lazio ha emesso un decreto monocratico: non è una sentenza. Abbiamo rispetto per i decreti monocratici, però è bene sapere che il problema si porterà in discussione il 5 ottobre. E dopo uno o due giorni si emetterà l’ordinanza cautelare. Se questa dovesse essere negativa, Anief si rivolgerà al Consiglio di Stato”. A dirlo, nel corso di una diretta Facebook, è stato oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, a commento della decisione Tar del Lazio di respingere le istanze dei ricorrenti che chiedevano di sospendere tutti i provvedimenti adottati dal ministero dell’Istruzione con cui è stata stabilita la disciplina in materia di possesso del Green Pass per il personale scolastico.

Nel corso di un’intervista ad Orizzonte Scuola, lo stesso presidente Anief ha definito la linea che i legali del sindacato intendono intraprendere: “Qualora ai primi di ottobre – ha detto il sindacalista - la terza sezione bis del Tar Lazio non dovesse pronunciarsi ancora sulla palese illegittimità del provvedimento relativamente al contrasto con il Regolamento comunitario 953/2021 come richiesto dall’ufficio legale, si procederà immediatamente ad adire il Consiglio di Stato. Nelle more della discussione del ricorso amministrativo, che avverrà fra un mese, la palla passa al tribunale del lavoro dove Anief si sta costituendo per le cause urgenti discriminatorie ex art. 28 del dlgs 150/2011”.
Leggi il comunicato integrale.

E' il primo giorno del nuovo scolastico, ma non si realizzerà come avevamo tutti sperato: mentre imperversa l’inutile polemica sul Green Pass, la grande maggioranza di alunni si ritroverà ammassata e nelle aule di sempre, quindi non rispettando il distanziamento minimo previsto per legge e che in piena pandemia diventa un’inosservanza ancora più grave. Come diventa inspiegabile, in piena pandemia e con l’incognita della variante Delta, la decisione di ridurre di circa 33mila unità l’organico Covid di docenti e Ata e di limitarne la durata a pochi mesi. Non si comprende nemmeno, con il distanziamento fortemente raccomandato dal Cts, per quale motivo non siano venuti meno i criteri sul dimensionamento introdotti dal DPR 81/2009 e dalla legge 133/2008, che rendono plausibili anche classi di oltre 28-30 alunni. Con 250mila posti destinati a supplenza ci siamo poi permessi il lusso di assumere da Gps solo una minima parte dei docenti precari, condannando gli altri alla supplentite ancora chissà per quanto tempo. Non hanno trovato spazio i passaggi verticali per il personale Ata e di tutti i profili professionali e neanche i passaggi di ruolo per i docenti immobilizzati e l'assegnazione provvisoria annuale senza alcun vincolo. Anief non ci sta, per questo ha deciso di fermare l’attività scolastica nel primo giorno di scuola, con date diversificate a seconda del calendario scolastico regionale, chiedendo nel contempo la fine dell’obbligo del Green Pass e delle relative ingiuste sanzioni che si traducono in sospensione e multa fino a mille euro. Il sindacato ha inviato la comunicazione dello sciopero a tutte le scuole: qualora non venissero avvertiti dalla scuola stessa, i lavoratori possono segnarlo al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “sulla scuola, vero tempio della vera democrazia e della crescita umana, bisogna discutere insieme. Bisogna finirla una volta per tutte con le scelte unilaterali, tra l’altro spesso irragionevoli e illegittime. Per questo abbiamo deciso di far sentire la voce della scuola nel silenzio della prima campanella”.

Leggi il comunicato integrale.
In allegato IL VOLANTINO SULLO SCIOPERO NEL PRIMO GIORNO DELLE LEZIONI.

E' il primo giorno del nuovo scolastico, ma non si realizzerà come avevamo tutti sperato: mentre imperversa l’inutile polemica sul Green Pass, la grande maggioranza di alunni si ritroverà ammassata e nelle aule di sempre, quindi non rispettando il distanziamento minimo previsto per legge e che in piena pandemia diventa un’inosservanza ancora più grave. Come diventa inspiegabile, in piena pandemia e con l’incognita della variante Delta, la decisione di ridurre di circa 33mila unità l’organico Covid di docenti e Ata e di limitarne la durata a pochi mesi. Non si comprende nemmeno, con il distanziamento fortemente raccomandato dal Cts, per quale motivo non siano venuti meno i criteri sul dimensionamento introdotti dal DPR 81/2009 e dalla legge 133/2008, che rendono plausibili anche classi di oltre 28-30 alunni. Con 250mila posti destinati a supplenza ci siamo poi permessi il lusso di assumere da Gps solo una minima parte dei docenti precari, condannando gli altri alla supplentite ancora chissà per quanto tempo. Non hanno trovato spazio i passaggi verticali per il personale Ata e di tutti i profili professionali e neanche i passaggi di ruolo per i docenti immobilizzati e l'assegnazione provvisoria annuale senza alcun vincolo. Anief non ci sta, per questo ha deciso di fermare l’attività scolastica nel primo giorno di scuola, con date diversificate a seconda del calendario scolastico regionale, chiedendo nel contempo la fine dell’obbligo del Green Pass e delle relative ingiuste sanzioni che si traducono in sospensione e multa fino a mille euro. Il sindacato ha inviato la comunicazione dello sciopero a tutte le scuole: qualora non venissero avvertiti dalla scuola stessa, i lavoratori possono segnarlo al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “sulla scuola, vero tempio della vera democrazia e della crescita umana, bisogna discutere insieme. Bisogna finirla una volta per tutte con le scelte unilaterali, tra l’altro spesso irragionevoli e illegittime. Per questo abbiamo deciso di far sentire la voce della scuola nel silenzio della prima campanella”.

Leggi il comunicato integrale.
In allegato IL VOLANTINO SULLO SCIOPERO NEL PRIMO GIORNO DELLE LEZIONI.

Pagina 1 di 8

SEDE REGIONALE

Sportello di Trento

Tel. 0458204304

C/o Patronato Encal - Via della Malvasia, 2238122 Trento TN

[Segreteria regionale Anief Veneto] 0458204304 lunedì mercoledì e venerdì dalle 15:30 alle 18:00 Mail: trentinoaltoadige@anief.net

LE NOSTRE SEDI NELLA REGIONE

SEDI PROVINCIALI

Sportello di Bolzano

Tel.

BOLZANO

[Segreteria regionale Anief Veneto] 0459235056 lunedì mercoledì e venerdì dalle 15:30 alle 18:00 Mail: trentinoaltoadige@anief.net

Sportello di Trento

Tel. 0458204304

C/o Patronato Encal - Via della Malvasia, 2238122 Trento TN

[Segreteria regionale Anief Veneto] 0458204304 lunedì mercoledì e venerdì dalle 15:30 alle 18:00 Mail: trentinoaltoadige@anief.net