contatti

Tutte le notizie

Chiuso l'accerchiamento dell'Anief nei confronti del Miur. Dopo la sentenza della Consulta che aveva dichiarato nullo il dimensionamento nelle scuole di primo grado al punto da costringere il Governo, sotto la minaccia dei ricorsi, a cambiare le regole nell'attuale disegno di legge di stabilità con il recupero di 1.000 scuole autonome, l'ulteriore diffida dell'Anief e la minaccia di ricorsi per attività antisindacale ha avuto il merito svegliare gli altri sindacati e a costringerli a un accordo che riconosce l'elezione delle RSU nelle scuole dimensionate.

Per il presidente Anief, Marcello Pacifico, “si è finalmente fatta giustizia rispetto a una situazione paradossale in cui le RSU erano dalla parte del diritto e i dirigenti assegnati alle scuole dimensionate no”.

“L'attuale ipotesi di accordo – conclude Pacifico – sana parzialmente la situazione e dimostra che l'Anief, al di là delle elezioni è l'unico sindacato che tutela le stesse RSU elette e la correttezza delle relazioni sindacali attivate. Laddove si rifaranno le elezioni, saremo fieri di aiutare i lavoratori a trovare una degna rappresentanza”.

 

Per la chiarezza delle relazioni sindacali sulle scuole dimensionate, a seguito dell’intervento dell’Anief. L’amministrazione non può intervenire in assenza di un’interpretazione pattizia. La sentenza della Consulta potrebbe ridisegnare la rete scolastica. Ricorsi Anief in corso di deposito per DSGA in esubero e Dirigenti spostati. L’intervento del sindacato tutela coloro che sono stati eletti dai lavoratori nelle scorse elezioni.

Come aveva chiarito l’Anief, la RSU eletta la scorsa primavera nelle scuole autonome dimensionate non può essere dichiarata decaduta dal dirigente scolastico né dalle stesse OO. SS. rappresentative, fin quando non interverrà la Funzione Pubblica e l’ARAN con una nota interpretativa al CCNQ vigente del 7 agosto 1998 che disciplini il caso specifico nelle more delle adozioni dei provvedimenti resi necessari dalla sentenza della Consulta n. 147/2012, che – ricordiamo – ha dichiarato incostituzionale il c. 4, art. 19 della legge 111/2011 (verticalizzazione in istituti comprensivi delle scuole materne, elementari, medie con meno di 1.000 alunni).

L’Anief era intervenuta a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico ricordando come la contrattazione d’istituto doveva avvenire in presenza delle RSU elette e non dei soli rappresentanti territoriali delle OO. SS. rappresentative, la validità della funzione ricoperta dalle RSU elette nelle scuole dimensionate fino a una nota interpretativa dell’ARAN, e la permanenza della stessa funzione per quelle elette in scuole erroneamente dimensionate in base a una legge dichiarata incostituzionale.

Il sindacato aveva invitato il Miur e le OO. SS. rappresentative a tenere presenti queste riflessioni prima di siglare un nuovo accordo per non ingenerare nuovo contenzioso, dopo le iniziative legali tese a recuperare i posti persi da DSGA e Dirigenti a seguito del dimensionamento illegittimo. L’Anief, infatti, sta chiudendo proprio in questi giorni la campagna di adesione ai suddetti ricorsi per ripristinare l’autonomia scolastica in più di mille edifici.

Per richiedere le istruzioni operative, basta inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Attraverso la Confedir, l’Anief - nella persona del suo presidente, prof. Marcello Pacifico, membro del Comitato paritetico dell’Aran e delegato per il comparto scuola - vigilerà sulla corretta applicazione della norma vigente a tutela anche delle relazioni sindacali e delle prerogative delle RSU.

La nota del Miur del 2 ottobre 2012

Finalmente anche le organizzazioni sindacali rappresentative – Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda – si accorgono dell’anomalia delle RSU nelle scuole dimensionate scrivendo ai segretari regionali e territoriali. Non si comprende però per quale motivo non indichino loro di attendere l’emanazione della nota interpretativa di un accordo pattizio che può essere sottoscritto soltanto in Aran. Ogni indicazione diversa, da parte dei dirigenti scolastici, è foriera di contenzioso nelle aule dei tribunali per attività anti-sindacale.

Il sindacato – sostiene Marcello Pacifico, presidente dell’Anief - non è l’oracolo, ma solamente uno degli interpreti di norme pattizie siglate dalle parti sociali rappresentative della regolarità delle relazioni sindacali nei luoghi di lavoro, come disposto dal C.C.N.Q.: ecco perché, mentre l’Anief invita i dirigenti scolastici ad attendere una nota interpretativa riguardante la validità della nomina delle RSU elette nelle istituzioni scolastiche dimensionate, non si comprende la ragione per cui le organizzazioni sindacali nazionali rappresentative anticipino il giudizio di merito sulle controversie sorte. Sentenziando, di fatto, già quali Rsu debbano decadere o rimanere in carica”.

Nel rispetto delle prerogative sindacali, l’Anief ribadisce la volontà di rispettare la certezza del diritto e la correttezza delle relazioni sindacali, soprattutto in questo delicato passaggio di attivazione della norma sul dimensionamento che in parte è stata decretata incostituzionale.

Bisogna assolutamente tutelare – conclude il presidente dell’Anief – le prerogative sindacali di tutte le RSU risultate elette dai lavoratori della scuola nell’ultima tornata elettorale”.

A tal fine, il sindacato ricorda che qualsiasi comunicazione pervenuta dal dirigente scolastico in cui si asserisca la decadenza delle RSU premiate dal voto dei lavoratori in occasione delle ultime elezioni nelle scuole dimensionate è da considerare illegittima e può essere tempestivamente comunicata all’Anief al fine della trasmissione al dirigente preposto presso la direzione del personale del Miur.

Analogamente, le eventuali convocazioni sulla contrattazione, in questo momento estese alle sole OO. SS. rappresentative, devono riguardare necessariamente le stesse RSU elette, pena l’annullamento degli atti assunti. Tutto ciò, sempre in attesa che, come sollecitato dall’Anief, non sia emanata una nota interpretativa dell’ARAN al CCNQ che regoli le relazioni sindacali in materia. E che indichi gli eventuali casi in cui indire le elezioni suppletive.

Fino all’emanazione di una nota interpretativa dell’ARAN al CCNQ che determini anche i casi di indizione delle elezioni suppletive. I dirigenti scolastici che non le convocano commettono attività anti-sindacale. Si attende la comunicazione del Miur in materia dopo la diffida dell’Anief. Il sindacato invita le RSU a segnalare ogni atteggiamento lesivo delle loro prerogative a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per ricevere assistenza.

Qualsiasi comunicazione pervenuta da parte del dirigente scolastico in cui si asserisca la decadenza delle RSU elette durante l’ultima tornata elettorale nelle scuole dimensionate è da considerare illegittima e può essere tempestivamente comunicata all’Anief al fine della trasmissione al dirigente preposto presso la direzione del personale del Miur.

Analogamente, le eventuali convocazioni sulla contrattazione, in questo momento estese alle sole OO. SS. Rappresentative, devono riguardare necessariamente le stesse RSU elette, pena l’annullamento degli atti assunti. Tutto ciò finché, come sollecitato dall’Anief, non sia emanata una nota interpretativa dell’ARAN al CCNQ che regola le relazioni sindacali in materia.

Nell’attesa, il dirigente scolastico non ha alcun potere di nomina, individuazione o rimozione delle stesse RSU elette dai lavoratori; pertanto, non può prendere alcuna iniziativa a riguardo che non sia condannabile per attività anti-sindacale, tanto più se consideriamo che la Consulta ha già annullato la norma sul dimensionamento.

Si ricorda, infine, che nelle scuole assegnate in reggenza, le RSU continueranno ad ogni modo a rimanere in carica fino a nuove determinazioni. Trascorse 48 ore dalla richiesta di chiarimenti inoltrata nei giorni scorsi, preso atto degli incontri avvenuti al Miur tra le OO. SS. rappresentative, Anief attende di conoscere i tempi certi entro cui sarà assicurata la correttezza delle relazioni sindacali, visto l’inizio dell’anno scolastico e l’indispensabile individuazione delle sedi di elezioni suppletive.

A rischio le relazioni sindacali e i contratti firmati. Già alcuni dirigenti considerano decadute le RSU elette nelle scuole accorpate. Denunciata l’illegittimità della norma, dopo la sentenza della Consulta. Problemi per le scuole con nuovi codici meccanografici o con più di 200 dipendenti. Già da una settimana dovevano essere indette dai sindacati rappresentativi territoriali le nuove elezioni suppletive.

Da una parte, infatti, una situazione di fatto, il dimensionamento delle scuole contro cui l’Anief sta già ricorrendo al Tar Lazio per annullare il decreto sulla mobilità dei dirigenti e sugli organici del personale DSGA. Alcune delle 2.000 scuole primarie o medie, infatti, in questo momento dovrebbero avere un preside e una RSU perché il c. 4, art. 19, L. 111/11 è stato espunto dal nostro ordinamento.

Ma c’è di più, perché vi sono scuole che hanno assunto una nuova identità e nuovo personale, ragion per cui dovrebbero avere nuove RSU le cui elezioni suppletive - secondo gli accordi vigenti - non sono state ancora proclamate dai sindacati entro cinque giorni dalla decadenza delle precedenti, avvenuta il 1 settembre.

Il solito caos dovuto all’assenza di buon senso. Per questa ragione l’Anief, prima di adire le vie giudiziarie, a tutela della correttezza delle relazioni sindacali da tenere in tali scuole, i cui effetti si ripercuotono sulla stessa programmazione dell’offerta formativa, ha chiesto al Miur e alle stesse OO. SS. di esprimersi entro 48 ore sulla materia, mettendone in conoscenza l’ARAN. Per informazioni, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

La richiesta inviata dall’ANIEF

SETTORE RSU ANIEF

I CONTATTI RIPORTATI IN QUESTA PAGINA SONO DESTINATI ESCLUSIVAMENTE ALLE RSU ANIEF

PER INFORMAZIONI E CONSULENZA I SOCI DOVRANNO UTILIZZARE I CONTATTI DELLA SEGRETERIA NAZIONALE E DELLE SEDI TERRITORIALI

Consulenza e-mail

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consulenza telefonica settore RSU

 
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato 
Prof. Giovanni
Portuesi 
Cell. 3281673121                    
 
9-13   
 
9-13          
 
9-13   
 
 
9-13                
 
9-13    
                         
Prof. Stefano
Cavallini            
Cell. 3277970638                
 
14-18              
 
14-18             
 
14-18          
14-18
 
14-18              
9-11
 

In alternativa: supporto giornaliero alla consulenza e al pronto intervento curato dalla Segreteria nazionale - settore RSU, coordinato dalla prof.ssa Maria Cettina Conte (fax 091 6455845 - e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 091 6452827) dal lunedì al venerdì ore 8:30-18:30.

ALTRI SERVIZI RSU

Forum dedicato vai al Forum RSU

 di formazione RSU (Palermo 13 dicembre 2013) vai al Seminario

Seminario di formazione RSU (Cefalù -PA- 20-21 aprile 2012) vai al Seminario

Seminario di formazione RSU (Arborea -OR- 19-22 luglio 2012) vai al Seminario

Le istruzioni per accedere al forum dedicato e al seminario di formazione Rsu sonoriservate alle Rsu accreditate. Per qualsiasi problema tecnico scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Cosenza

24 febbraio dalle 16.30 alle 18.30 presso studio Mendicino Longo in Via Serra, 125 - Cosenza

Napoli

23 febbraio ore 16:00- 17:00 presso I.T.N. Duca degli Abruzzi – via di Pozzuoli, 5 - Napoli

Caserta

23 febbraio ore 18.00 - 19.00 presso lo sportello Anief, Studio Legale Abbate - via Mazzocchi 143 S.Maria C.V. (CE) 

Avellino e Salerno

27 febbraio ore 15:00 - 16:30 presso ITAS "S. Caterina da Siena" Via Smaldone, snc - Salerno

 

 

0 0 1 12 72 ANIEF - Palermo 1 1 83 14.0 Normal 0 14 false false false IT JA X-NONE

 

Roma
24 febbraio ore 16:00 presso la sede CONFEDIR
Largo dell'Amba Aradam, 1

Frosinone
21 febbraio ore 15:00 presso il Patronato Fenalca
Via Isonzo n.5 - Frosinone

Latina
I coordinatori incontreranno i candidati presso le rispettive scuole

Viterbo
I coordinatori incontreranno i candidati presso le rispettive scuole

Rieti
I coordinatori incontreranno i candidati presso le rispettive scuole

Messina

 

 

 

22 febbraio ore 16:00 - 18:00 IIS Minutoli presso sede associata Istituto Quasimodo -  Fondo Fucile Contrada Gazzi Messina

24 febbraio  ore 16:00 - 18:00 IIS Minutoli presso sede associata Istituto Quasimodo -  Fondo Fucile Contrada Gazzi Messina

 

 

 

Palermo

22 febbraio ore 16:00 – 18:00 presso Istituto "Mario Rutelli", Piazza Gian Giacomo Ciaccio Montalto, n. 3 - Palermo

Catania

22 febbraio ore 16:00 – 18:00 presso I.T.I. "S. Cannizzaro", via C. Pisacane, 1 - Catania  annullato causa maltempo

Trapani

23 febbraio ore 16:00 – 18:00 presso IPSSAR "V. e I. Florio", via Barresi, 26 - Erice (Casa Santa) (TP)

Agrigento


24 febbraio ore 16:00 - 18:00  presso I. C."Garibaldi" Via Diodoro Siculo, Agrigento

 

 

 

Contatti dei Coordinatori d’area settore RSU.

Per eventuali informazioni o consulenze rivolgersi al Coordinatore di

       area di appartenenza o alla Segreteria tecnica che provvederà ad inoltrare il quesito:

 

Responsabile Campagna nazionale RSU

Alessandra Cannizzaro – Coordinatore Campagna RSU - tel. 3270231029 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Coordinatori d’Area:

Marco Giordano – Coordinatore RSU Area Nord (Piemonte, Liguria, Lombardia, FVG, Veneto, E. Romagna) - 3277970636 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Gianmauro Nonnis – Coordinatore RSU Area Centro (Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio, Sardegna, Umbria) - 327.7970642 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stefano Cavallini – Coordinatore RSU Area Sud (Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia) - 327.7970638 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovanni Portuesi Coordinatore RSU Area Sicilia - 328.1673121 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Segreteria nazionale Settore RSU (da lun. a ven.  ore: 8.30 – 18.30)

Alessandra Cannizzaro – Coordinatore Settore RSU - tel. 3270231029 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 393.8279610/ 091/7098360

 

Le consulenze in presenza presso la Segreteria nazionale saranno effettuate previo appuntamento telefonico (393 8279610).

  Iscriviti alla nostra pagina RSU Anief

Pagina 2 di 18