contatti

Parlamento

Passa l’emendamento proposto dall’Anief sull’inserimento nelle graduatorie dei 23.000 abilitati iscritti ai corsi universitari negli aa. 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, un odg che raccomanda al Governo di inserire tutti gli altri abilitati, un altro odg che lo impegna ad aprire una finestra sulle pensioni al 31.8.2012 per il personale della scuola.

Le proposte emendative inviate dall’Anief alla I Commissione e alla V Commissione della Camera dei Deputati subito dopo l’epifania sono state quasi tutte recepite o accolte dal Parlamento nelle modifiche agli articoli di legge o nell’approvazione di ordini del giorno che impegnano il Governo a emanare provvedimenti correttivi o a valutare l’opportunità di risolvere le questioni in via amministrativa.

Ancora una volta, l’Anief si è fatta interprete di fronte al legislatore delle richieste che provengono dal mondo della scuola, sebbene sia impegnata per la presentazione delle liste per le elezioni delle RSU nelle scuole. Sono state accolte le richieste di inserimento nelle graduatorie ad esaurimento degli iscritti negli anni accademici 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011 ai corsi abilitanti presso le Facoltà di Scienze della Formazione Primaria, le Accademie e i Conservatori, analogamente a quanto concesso nell’ottobre 2008, sempre su richiesta dell’Anief, per gli iscritti ai corsi universitari abilitanti nell’a. a. 2007-2008. È stato accolto come raccomandazione l’ordine del giorno n. 58 (on. Russo) che impegna il Governo a valutare l’opportunità di consentire l’inserimento nelle stesse graduatorie all’atto dell’emanazione del decreto di aggiornamento anche dei docenti che in passato erano stati iscritti nelle graduatorie o che hanno comunque conseguito un’abilitazione, sciogliendo la riserva ai docenti in possesso della relativa abilitazione. E dopo la richiesta di una finestra sulle pensioni per il personale della scuola, è stato approvato l’ordine del giorno n. 79 (on. Ghizzoni, prima firmataria) che impegna il Governo a introdurre nel prossimo provvedimento utile una norma che consenta al personale della scuola, in possesso dei requisiti vigenti per andare in pensione al 31 agosto 2012, di andare in pensione con la vecchia disciplina previdenziale.

L’Anief ha dimostrato ancora una volta di saper tutelare gli interessi dei lavoratori della scuola. Ora tocca a te: candidati come Rsu o trova un candidato per presentare la lista Anief nella tua scuola. Consenti al nuovo sindacato di essere rappresentativo nei tavoli contrattuali. Scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Le liste si presentano entro l’8 febbraio 2012.

 

Il testo dei due ordini del giorno approvati

 

Ordine del giorno n. 9/4865-AR/58 Russo

premesso che:

il comma 2bis all’articolo 14, prevede l’emanazione di un decreto del ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca per consentire l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento, entro l’anno 2012-2013, dei docenti iscritti per il conseguimento dell’abilitazione, negli anni accademici 2008/2009, 2009/2010 e 2010/2011, presso le Facoltà di Scienze della Formazione, le Università, le Accademie e i Conservatori,

impegna il Governo a valutare l’opportunità di

consentire, in occasione dell’aggiornamento straordinario, nel rispetto di quanto disposto dall’articolo 1, comma 1bis e dall’articolo 2 della legge n. 143 del 4 giugno 2004, il reinserimento nelle graduatorie dei docenti che hanno ripresentato domanda durante l’ultimo aggiornamento disposto ai sensi del D. M. 44 del 12 maggio 2011, l’inserimento dei docenti che risultavano iscritti ai corsi attivati dalle Università ai sensi del D. M. n. 21 del 9 febbraio 2005 e del D. M. n. 85 del novembre 2005, o comunque, provvisti di un’abilitazione conseguita in Italia all’atto della conversione in legge del decreto legge n. 216 del 30 dicembre 2011; a sciogliere la riserva per il personale docente inserito nelle suddette graduatorie in possesso della relativa abilitazione, e a valutare l’opportunità di consentire, altresì, l’inserimento dei docenti che hanno conseguito l’abilitazione all’estero, accertata la conformità ai principi della direttiva comunitaria 2005/36, da parte del ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

 

 

Ordine del giorno n. 9/4865-AR/79 Ghizzoni, Gnecchi, Bachelet, Coscia, De Biasi, De Pasquale, De Torre, Levi, Lolli, Mazzarella, Melandri, Nicolais, Pes, Rossa, Russo, Siragusa

La Camera,
premesso che:

il decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 introduce una nuova disciplina previdenziale e l'articolo 24, comma 14 stabilisce che le disposizioni in materia di requisiti di accesso e di regime delle decorrenze vigenti prima della data di entrata in vigore della legge continuano ad applicarsi ai soggetti che hanno maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2011, senza tener conto della particolare specifica normativa che permette, invece, agli insegnanti di accedere al pensionamento esclusivamente in coerenza con il calendario scolastico; come dimostrano gli ultimi dati ufficiali forniti dal Miur, che collocano i docenti italiani tra i più anziani dei Paesi Europei, gli interventi volti a ridurre le cessazioni del rapporto di lavoro per pensionamento incidono sull'invecchiamento del corpo insegnante,

impegna il Governo

in sede di discussione del primo provvedimento utile a prevedere un intervento normativo volto a introdurre il termine del 31 agosto 2012 per il personale del comparto scuola che ha maturato i requisiti di accesso e di regime delle decorrenze vigenti prima della data di entrata in vigore del decreto-legge 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214.

Per la ricerca della copertura finanziaria sugli emendamenti relativi all’articolo 6. Anief si appella a tutte le forze parlamentari per trovare le risorse per concedere una finestra al personale della scuola che matura i requisiti entro il 31 agosto 2012, come previsto dall’emendamento 6.19 (Ghizzoni).

Essendo dichiarato inammissibile l’emendamento 6.43 (Fallica) che estendeva ai dipendenti pubblici la stessa finestra concessa ai lavoratori privati della classe 1952, Anief ritiene doveroso che il Parlamento approvi l’emendamento 6.19 per non negare, in corso d’opera, almeno, i diritti acquisiti da chi maturava i diritti per andare in pensione con il vecchio sistema entro il corrente anno scolastico che si conclude il 31 agosto 2012, e non il 31 dicembre 2011. Tale scelta di buon senso eviterebbe un contenzioso dagli esiti scontati vista la diversa vigente disciplina applicata al personale della scuola rispetto al resto del pubblico impiego. Attendiamo fiduciosi, una saggia risposta.

Gli emendamenti presentati a seguito della memoria presentata nelle Commissioni parlamentari dall’Anief 

Dopo diversi ordini del giorno, finalmente il Parlamento autorizza l’inserimento nelle graduatorie del personale abilitato, laureato presso i corsi di laurea delle Facoltà di Scienze della Formazione primaria e specializzato presso i Conservatori e le Accademie, su richiesta dell’Anief.

Siamo riusciti - dichiara il presidente dell’Anief, Marcello Pacifico - a porre fine a una disparità di trattamento che discriminava quel personale che è stato abilitato tra il 2008 e il 2011, dopo la chiusura delle SSIS, dalle Università, a seguito del superamento di corsi a numero chiuso, su bandi firmati dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. A questi docenti non era stato illegittimamente consentito, fino ad oggi, l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento, sebbene fossero in possesso dell’abilitazione come tutti gli altri.

Già nell’ottobre 2008 – continua Pacifico - con un emendamento analogo eravamo riusciti a riaprire le graduatorie per gli abilitati iscritti nell’a. s. 2007-2008 presso le SSIS, le Facoltà di Scienze della Formazione Primaria, le Accademie e i Conservatori. In questi tre anni, di contro, le scuole hanno reclutato dei docenti per strumento musicale, anche non provvisti della specifica abilitazione. Oggi, finalmente, si cambia strada e si garantisce di nuovo quella qualità di cui la scuola ha bisogno. Il nostro ringraziamento va a tutti quei deputati e forze politiche che in questi anni hanno più volte sostenuto questi 23.000 docenti, come risulta ancora dagli emendamenti presentati lunedì scorso presso la I e la V Commissione della Camera dei Deputati”.

Il giovane sindacato, proprio mentre sta svolgendo in tutta Italia seminari sulla legislazione scolastica e alla vigilia della campagna di elezioni delle RSU che si apre il 20 gennaio, dimostra di essere l’unico a riuscire a portare la voce della Scuola in Parlamento, sempre nel rispetto del diritto.

Ora l’Anief chiede al Parlamento di approvare un ordine del giorno che impegni il Miur, all’atto dell’aggiornamento straordinario delle graduatorie, ad inserire tutti i docenti abilitati con i corsi DM 21 e DM 85, e ad reinserire tutti i docenti precedentemente inseriti nelle stesse graduatorie ad esaurimento, come la legge 143/2004 impone. Per rispetto a quanto concesso già nel 2009, per l’occasione, dovrebbe essere consentito anche l’inserimento dei docenti abilitati all’estero nel biennio 2009-2011. 

Il comunicato sugli emendamenti presentati

Il comunicato sugli emendamento proposti

Il programma elettorale per la campagna elezione RSU del 2012

Gli emendamenti proposti dall’Anief al decreto Milleproroghe superano la prima fase: ancora una volta il giovane sindacato si dimostra l’unico a proporre in sede parlamentare modifiche utili al personale precario e di ruolo della scuola.

Sono stati tutti presentati e reputati ammissibili gli emendamenti proposti nei giorni scorsi dall’Anief ai presidenti delle Commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera, al fine di migliorare il decreto Milleproroghe licenziato a fine anno dal Governo. Queste le novità che potrebbero essere approvate e venire incontro alle necessità del personale della scuola: si va dall’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento dei docenti abilitati a partire dal 2008/2009, alla proroga per l’impugnazione a fine 2012 dei contratti scaduti dei precari per rivendicarne la stabilizzazione; dalla “finestra” al 31 agosto 2012 per mandare in pensione il personale della scuola con i vecchi requisiti, allo sblocco dei concorsi a ricercatore, fino al reinserimento dei docenti di ruolo nelle GaE per evitare che vengano coinvolti nelle procedure di mobilità a licenziamento introdotte con l’ultima Legge di stabilità.

Per conoscere un primo esito degli emendamenti bisognerà attendere domani, quando le Commissioni parlamentari competenti esprimeranno il loro parere finale e passeranno le modifiche al Milleproroghe all’Aula della Camera, dove la prossima settimana è previsto il voto finale. Molti emendamenti, in particolare la modifica sulle pensioni, sono legati a problemi relativi alla copertura finanziaria, “nodo” sul quale il Governo non ha ancora sciolto le riserve. Sin d’ora però è bene sottolineare il forte impegno dell’Anief nel tentare la strada della proficua collaborazione con i legislatori: l’impegno di un sindacato che, tra l’altro, proprio in questi giorni si è fatto promotore in tutto il Paese di diversi seminari sulla legislazione scolastica, propedeutici al rinnovo delle Rsu in programma a marzo.

Ancora una volta – ha commentato il Presidente Marcello Pacifico - le richieste dell’Anief, unica associazione sindacale ad avere presentato una memoria scritta con specifici emendamenti alla I e alla V Commissione della Camera dei Deputati, sono state trasformate in proposte emendative da diversi gruppi parlamentari che meritano il ringraziamento di tutto il personale della scuola. In tal modo abbiamo risposto con efficacia all’invito dei presidenti delle commissioni parlamentari di competenza di fare dei rilievi al decreto utili ad eliminare limiti e storture. Ma indirettamente – ha concluso Pacifico – abbiamo anche risposto a coloro che accusano l’Anief di essere un sindacato che opera esclusivamente attraverso ricorsi in tribunale”.

Si vota nelle Commissioni l’inserimento dei docenti abilitati nelle graduatorie, la proroga per impugnare i contratti scaduti, una finestra al 31 agosto 2012 per andare in pensione con i vecchi requisiti, lo sblocco dei concorsi a ricercatore, il reinserimento dei docenti di ruolo nelle GaE per evitare i licenziamenti.

Ancora una volta, le richieste dell’Anief, unica associazione sindacale ad avere presentato una memoria scritta con specifici emendamenti alla I e alla V Commissione della Camera dei Deputati, sono state trasformate in proposte emendative da diversi gruppi parlamentari – che meritano il ringraziamento di tutto il personale della scuola, proprio mentre sono in corso in tutto il Paese i seminari sulla legislazione scolastica.

Gli emendamenti 14.12 (Antonino Russo, Ghizzoni, Bachelet, Coscia, De Biasi, De Pasquale, De Torre, Levi, Lolli, Mazzarella, Melandri, Nicolais, Pes, Rossa, Siragusa, Calvisi), 14.09  (Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Soglia, Pugliese, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè), 14.010 (Zazzera, Di Giuseppe) prevedono, finalmente, dopo diversi ordini del giorno già approvati, la proroga dell’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento del personale docente che si è iscritto negli anni accademici 2008/2009, 2009/2010, 2010/2011 ai corsi di laurea a numero programmato in scienze della formazione primaria e ai corsi di specializzazione per l’insegnamento di strumento musicale. L’emendamento analogo 1.014 (Goisis, Rivolta, Grimoldi, Cavallotto, Vanalli, Bitonci) aggiunge la conferma della competenza del Tar Lazio sui ricorsi riguardanti le graduatorie.

L’emendamento 14.25 (Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Soglia, Pugliese, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè) per evitare la cassa-integrazione e il licenziamento del personale di ruolo soprannumerario prevedere il reinserimento nelle graduatorie del personale docente laddove è stato cancellato, consentendo a tutti i docenti in possesso di abilitazione, esclusi dalle graduatorie, l’inserimento nelle stesse, e la stessa ammissione con riserva dei docenti che si iscriveranno al TFA.

L’emendamento 6.44 (Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Soglia, Pugliese, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè) proroga al 31 dicembre 2012 i termini per impugnare i licenziamenti, al fine di consentire al personale precario la possibilità di continuare a ricorrere al giudice del lavoro per il riconoscimento del proprio diritto alla stabilizzazione.

L’emendamento 6.43 (Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Soglia, Pugliese, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè) che chiedeva di aprire al personale della scuola la stessa finestra riservati ai lavoratori privati della classe 1952 è stato dichiarato inammissibile, in compenso potrà essere votato l’emendamento 6.19 (Ghizzoni, Damiano, Lenzi, Bachelet, Gnecchi, Baretta, Coscia, Bellanova, De Biasi, Berretta, De Pasquale, Bobba, De Torre, Boccuzzi, Levi, Codurelli, Lolli, Gatti, Mazzarella, Madia, Melandri, Mattesini, Nicolais, Miglioli, Pes, Mosca, Rossa, Rampi, Russo, Santagata, Siragusa, Schirru, Froner, Motta, Pizzetti) che consente di andare in pensione con i vecchi requisiti per i lavoratori che avrebbero conseguito tale diritto entro il agosto 2012.

Anche l’emendamento 1.43 (Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Soglia, Pugliese, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè) che autorizzava le università a continuare a bandire i concorsi per ricercatore universitario è stato dichiarato inammissibile, mentre saranno votati gli emendamenti 14.13 e 14.14 (Ghizzoni, Bachelet, Coscia, De Biasi, De Pasquale, De Torre, Levi, Lolli, Mazzarella, Melandri, Nicolais, Pes, Rossa, Russo, Siragusa) che autorizzano gli atenei a completare le procedure concorsuali bloccate dalla nuova riforma e l’espletamento dei concorsi per ricercatore entro il 2015.

Anief auspica che, in sede di voto, tutte queste proposte emendative - che sono state prontamente condivise dal Parlamento - siano approvate e convertite in legge per rispondere con urgenza ad alcune proroghe necessarie.

Dopo esser intervenuta più volte nelle aule parlamentari e giudiziarie in questa XVI legislatura, Anief ora punta a farsi sentire nei tavoli contrattuali. L’obiettivo è vicino, basta diventare rappresentativi e rinnovare il sindacato italiano, alla luce delle più di 10.000 deleghe attive nel mese di dicembre e delle migliaia di candidature RSU che Anief sta ricercando nelle sue liste e che possono essere presentate dal 20 gennaio all’8 febbraio. Candidati nelle liste Anief e contribuisci a difendere i tuoi diritti. Scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Gli emendamenti

All’articolo 14, dopo il comma 2 aggiungere il seguente:

2-bis. I termini per l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento di cui all'articolo 1, commi 605, lettera c), e 607, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e successive modificazioni, sono prorogati per i docenti che hanno conseguito l'abilitazione dopo aver frequentato i corsi biennali abilitanti di secondo livello ad indirizzo didattico (COBASLID), il secondo e il terzo corso biennale di secondo livello finalizzato alla formazione dei docenti di educazione musicale delle classi di concorso 31/A e 32/A e di strumento musicale nella scuola media della classe di concorso 77/A, il corso di laurea in scienze della formazione primaria, attivati negli anni accademici 2008/09, 2009/10 e 2010/11. Possono, inoltre, chiedere l'iscrizione con riserva nelle suddette graduatorie coloro che si sono iscritti negli stessi anni al corso di laurea in scienze della formazione primaria. La riserva è sciolta all'atto del conseguimento dell'abilitazione. Con decreto del ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, da emanare entro 60 giorni dalla data di conversione in legge del presente decreto, sono disciplinati i termini per consentire ai docenti di cui al presente comma l'aggiornamento delle domande per l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento e per lo scioglimento della riserva, ai fini della stipula dei contratti a tempo determinato e indeterminato per l'anno scolastico 2012-2013.
14. 12. Antonino Russo, Ghizzoni, Bachelet, Coscia, De Biasi, De Pasquale, De Torre, Levi, Lolli, Mazzarella, Melandri, Nicolais, Pes, Rossa, Siragusa, Calvisi.

Art. 14-bis.
(Proroga di termini in materia di graduatorie ad esaurimento).

1. Per meglio qualificare l'attività dell'amministrazione scolastica attraverso misure che consentano il razionale utilizzo della spesa e diano maggiore efficacia ed efficienza al sistema dell'istruzione, in deroga a quanto previsto dal comma 20 dell'articolo 9 del decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70 convertito dalla legge 12 luglio 2011, n. 106, all'articolo 5-bis del decreto-legge 1 settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169 e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) al comma 1:
1) le parole: «per il biennio 2009/2010» sono sostituite dalle seguenti: «per il biennio 2009/2011 e per il triennio 2011/2014»;
2) le parole: «nell'anno accademico 2007/2008» sono sostituite dalle seguenti: «negli anni accademici 2007/2008 e 2008/2009»;
3) dopo le parole: «corsi del IX ciclo» e «scuole di specializzazione per l'insegnamento secondario (SSIS)» sono inserite le seguenti: «e i successivi semestri aggiuntivi» e «ovvero i corsi speciali abilitanti di cui ai decreti ministeriali nn. 21 del 2005 e 85 del 2005»;

b) al comma 2:
1) le parole: «il primo corso» sono sostituite dalle seguenti: «il primo e il secondo corso»;
2) sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: «, ovvero i docenti già in possesso di abilitazione conseguita dopo il 30 giugno 2009 al termine del corso di laurea in scienze della formazione primaria, nonché i docenti in possesso di un'abilitazione che non hanno prodotto domanda di inserimento, aggiornamento o permanenza per i bienni precedenti»;

c) al comma 3:
1) le parole: «nell'anno accademico 2007/2008 al corso di laurea in scienze della formazione primaria e ai corsi quadriennali di didattica della musica» sono sostituite dalle seguenti: «negli anni accademici 2007/2008, 2008/2009, 2009/2010 e 2010/2011 al corso di laurea in scienze della formazione primaria, ai corsi quadriennali di didattica della musica e al terzo corso biennale di secondo livello finalizzato alla formazione dei docenti di strumento musicale nella scuola media della classe di concorso 77/A»;
2) le parole: «ai corsi quadriennali sopra indicati» sono sostituite dalle seguenti: «ai corsi quadriennali e biennali sopra indicati».

2. Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono disposte le modalità per consentire l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento entro l'anno scolastico 2012/2013 dei docenti in possesso dei requisiti di cui all'articolo 5-bis del decreto-legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169, come modificato dal comma 1 del presente articolo, e per sciogliere la riserva per i docenti inseriti in possesso dell'abilitazione.
*14. 09. Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Soglia, Pugliese, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè.

Dopo l'articolo 14, inserire il seguente:

Art. 14-bis.
(Proroga di termini in materia di graduatorie ad esaurimento).

1. Per meglio qualificare l'attività dell'amministrazione scolastica attraverso misure che consentano il razionale utilizzo della spesa e diano maggiore efficacia ed efficienza al sistema dell'istruzione, in deroga a quanto previsto dal comma 20 dell'articolo 9 del decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70 convertito dalla legge 12 luglio 2011, n. 106, all'articolo 5-bis del decreto-legge 1 settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169 e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) al comma 1:
1) le parole: «per il biennio 2009/2010» sono sostituite dalle seguenti: «per il biennio 2009/2011 e per il triennio 2011/2014»;
2) le parole: «nell'anno accademico 2007/2008» sono sostituite dalle seguenti: «negli anni accademici 2007/2008 e 2008/2009»;
3) dopo le parole: «corsi del IX ciclo» e «scuole di specializzazione per l'insegnamento secondario (SSIS)» sono inserite le seguenti: «e i successivi semestri aggiuntivi» e «ovvero i corsi speciali abilitanti di cui ai decreti ministeriali nn. 21 del 2005 e 85 del 2005»;

b) al comma 2:
1) le parole: «il primo corso» sono sostituite dalle seguenti: «il primo e il secondo corso»;
2) sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: «, ovvero i docenti già in possesso di abilitazione conseguita dopo il 30 giugno 2009 al termine del corso di laurea in scienze della formazione primaria, nonché i docenti in possesso di un'abilitazione che non hanno prodotto domanda di inserimento, aggiornamento o permanenza per i bienni precedenti»;

c) al comma 3:
1) le parole: «nell'anno accademico 2007/2008 al corso di laurea in scienze della formazione primaria e ai corsi quadriennali di didattica della musica» sono sostituite dalle seguenti: «negli anni accademici 2007/2008, 2008/2009, 2009/2010 e 2010/2011 al corso di laurea in scienze della formazione primaria, ai corsi quadriennali di didattica della musica e al terzo corso biennale di secondo livello finalizzato alla formazione dei docenti di strumento musicale nella scuola media della classe di concorso 77/A»;
2) le parole: «ai corsi quadriennali sopra indicati» sono sostituite dalle seguenti: «ai corsi quadriennali e biennali sopra indicati».

2. Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono disposte le modalità per consentire l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento entro l'anno scolastico 2012/2013 dei docenti in possesso dei requisiti di cui all'articolo 5-bis del decreto-legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169, come modificato dal comma 1 del presente articolo, e per sciogliere la riserva per i docenti inseriti in possesso dell'abilitazione.
*14. 010. Zazzera, Di Giuseppe.

« ART. 1-bis.

(Modifiche all’articolo 5-bis del decreto legge 1o settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169).

1. All’articolo 5-bis del decreto-legge 1 settembre 2008, n. 137, convertito, con

modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) al comma 1:

a1) le parole: “il biennio 2009/2010” sono sostituite dalle seguenti: “per il biennio 2011-2012 e per il triennio 2012- 2014”;

a2) le parole: “nell’anno accademico 2007-2008” sono sostituite dalle seguenti: “negli anni accademici 2007-2008 e 2008-2009”;

a3) dopo la parola: “(SSIS)” sono inserite le seguenti: “e i successivi semestri aggiuntivi” e “ovvero i corsi speciali abilitanti di cui ai decreti ministeriali n. 21 del 2005 e n. 85 del 2005”;

b) al comma 2:

b1) le parole: “il primo corso” sono sostituite dalle seguenti: “il primo e il secondo corso”;

b2) sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: “ovvero i docenti già in possesso di abilitazione conseguita dopo il 30 giugno 2009 al termine del corso di laurea in scienze della formazione primaria”;

c) al comma 3:

c1) le parole: “nell’anno accademico 2007-2008 al corso di laurea in scienze della formazione primaria e ai corsi quadriennali di didattica della musica” sono sostituite dalle seguenti: “negli anni accademici 2007-2008, 2008-2009, 2009-2010 e 2010-2011 al corso di laurea in scienze della formazione primaria, ai corsi quadriennali di didattica della musica e al terzo corso biennale di secondo livello finalizzato alla formazione dei docenti di strumento musicale nella scuola media della classe di concorso 77/A”;

c2) le parole: “ai corsi quadriennali sopra indicati” sono sostituite dalle seguenti: “corsi quadriennali e biennali sopra indicati”.

2. Con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, entro 30 giorni dalla dato di entrata in vigore della conversione in legge del presente decreto-legge, sono disposte le modalità per consentire l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento entro l’anno scolastico 2012-2013 dei docenti in possesso dei requisiti di cui all’articolo 5-bis del decreto-legge 1o settembre 2008, n. 137, convertito con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169, come modificato dal comma 9-bis del presente articolo.

3. Le assunzioni dalle graduatorie ad esaurimento, di cui all’articolo 1, comma 605, lettera c) della legge 26 dicembre 2006, n. 296, afferiscono a procedura concorsuale.

La risoluzione delle eventuali controversie è regolata ai sensi dell’articolo 63, comma 4 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 ».

1. 014. Goisis, Rivolta, Grimoldi, Cavallotto, Vanalli, Bitonci.

All’articolo 6 dopo il comma 2, aggiungere il seguente:
2-bis. Il termine per l'impugnazione dei licenziamenti previsti dal comma 1-bis dell'articolo 32 n. 183 della legge 4 novembre 2010, e successive modificazioni, è ulteriormente prorogato al 31 dicembre 2012.
6. 44. Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Pugliese, Soglia, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè.

All’articolo 6, dopo il comma 2, aggiungere il seguente:
2-bis. Le disposizioni di cui al comma 15-bis dell'articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, sono prorogate anche per il personale del comparto scuola.
6. 43. Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Pugliese, Soglia, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè.
(Inammissibile)

Dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

2-bis. All’articolo 24, comma 14, alinea, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, dopo le parole « ad applicarsi », aggiungere: « per il personale della scuola che matura i requisiti entro il 31 agosto 2012 e ».

Conseguentemente, alla rubrica, dopo le parole: in materia di lavoro aggiungere: edi previdenza.

6. 19. Ghizzoni, Damiano, Lenzi, Bachelet, Gnecchi, Baretta, Coscia, Bellanova, De Biasi, Berretta, De Pasquale, Bobba, De Torre, Boccuzzi, Levi, Codurelli, Lolli, Gatti, Mazzarella, Madia, Melandri, Mattesini, Nicolais, Miglioli, Pes, Mosca, Rossa, Rampi, Russo, Santagata, Siragusa, Schirru, Froner, Motta, Pizzetti.

All’articolo 1, al comma 1, aggiungere, in fine, il seguente periodo:
Conseguentemente, i termini previsti per l'assunzione dei ricercatori di cui al comma 5 dell'articolo 1 del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180, convertito con modificazioni dalla legge 9 gennaio 2009 sono prorogati al 31 dicembre 2012.
1. 43. Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Pugliese, Soglia, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè.
(Inammissibile)

All’articolo 14, dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

2-bis. Al fine di poter utilizzare con urgenza il personale docente in esubero, di cui all'articolo 16 della legge 12 novembre 2011, n. 183, in deroga al comma 4-quinquies dell'articolo 1 della legge 24 novembre 2009, n. 167, sono prorogati al triennio 2011-2013 e successivo i termini per la permanenza del personale docente di ruolo che era iscritto nelle graduatorie ad esaurimento di cui alla legge 27 dicembre 2006, n. 296.
2-ter. Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono disposte le modalità per consentire l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento entro l'anno scolastico 2012/2013, a pieno titolo secondo il proprio punteggio, dei docenti in possesso dei requisiti di cui al precedente comma, nonché di tutti i docenti in possesso della relativa abilitazione, e con riserva dei docenti che hanno avuto accesso al tirocinio formativo attivo e ai corsi di laurea abilitanti di cui al decreto ministeriale n. 249 del 10 settembre 2010. Il decreto deve prevedere i termini per lo scioglimento della riserva all'atto del conseguimento dell'abilitazione, prima del nuovo aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento.
14. 25. Fallica, Grimaldi, Iapicca, Misiti, Pugliese, Soglia, Stagno d'Alcontres, Terranova, Miccichè

All’articolo 14, dopo il comma 2 aggiungere il seguente:

2-bis. Limitatamente alle chiamate di professori universitari di seconda fascia ai sensi dell'articolo 29, comma 9, della legge 30 dicembre 2010, n. 240, e ai concorsi per ricercatori universitari di cui all'articolo 1, comma 648, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, purché effettuati nell'ambito dei rispettivi e specifici finanziamenti ministeriali, l'applicazione dell'articolo 1, comma 1, primo periodo, del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 gennaio 2009, n. 1, è differita al 1° gennaio 2015.
14. 13. Ghizzoni, Bachelet, Coscia, De Biasi, De Pasquale, De Torre, Levi, Lolli, Mazzarella, Melandri, Nicolais, Pes, Rossa, Russo, Siragusa.

All’articolo 14, dopo il comma 2 aggiungere il seguente:

2-bis. Le università di cui all'articolo 1, comma 1 primo periodo, del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 gennaio 2009, n. 1, in proroga dei termini stabiliti nel secondo periodo del medesimo comma, sono autorizzate a completare le procedure di assunzione dei vincitori dei concorsi regolarmente banditi ed espletati alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.
14. 14. Ghizzoni, Bachelet, Coscia, De Biasi, De Pasquale, De Torre, Levi, Lolli, Mazzarella, Melandri, Nicolais, Pes, Rossa, Russo, Siragusa.